Il Cosenza si aggrappa ai goal di super Tutino: 14 reti e record in serie B. Lui «crederci sempre»

Uomo simbolo e idolo della tifoseria che si aggrappa a lui e ai suoi goal per portare a casa l'ennesima e sofferta stagione. «spero che i miei goal possano portare altri punti alla squadra. Mancano 5 gare, dobbiamo crederci»

COSENZA – Lotta, sgomita e sbuffa, trascina i compagni e soprattutto fa goal, alcuni anche di pregevolissima fattura. Con il rigore trasformato ieri contro il Palermo ha raggiunto il suo record personale di goal in serie B con 14 centri (24 in totale con la maglia del Cosenza se aggiungiamo anche i 10 centri della stagione 2018/2019). Gennaro Tutino da Napoli, premiato dalla società per le oltre 100 presenze con la maglia rossoblu, è sempre più l’emblema di questa squadra. Ha segnato in tutti i modi: di testa, di destro e di sinistro, al volo, in rovesciata, su rigore… Gennaro è l’uomo simbolo e idolo della tifoseria che si aggrappa a lui e ai suoi goal per portare a casa l’ennesima e sofferta stagione, provando ad evitare l’ennesimo girone dantesco dei play-out. Ma lo stesso Tutino è legato al Cosenza e a Cosenza. La città dove è cresciuto calcisticamente, che lo ha lanciato nel grande calcio, dove è ritornato da leader e dove si è anche sposato con la compagna di una vita Arianna. 

Tutino “i miei goal per portare punti al Cosenza”

Tanti goal ma anche 8 pali. “I pali non fanno parte della rete – ribatte Tutino a chi gli fa notare che con un pizzico di sfortuna in meno le reti potevano essere molte di più. “Non credo molto alla sfortuna, diciamo potevo sicuramente fare meglio in alcune circostanze. Soprattutto nel girone di andata quando c’è stato quel periodo in cui non riuscivo a segnare. Raggiungere quota 20 reti? Tutino sorride “mancano 5 partite e si può arrivare anche a quota 20. Al di là della mia soddisfazione personale l’obiettivo, anche per la classifica, è quello che i miei goal possano portare punti alla squadra. Se ho fatto così bene è anche perché la squadra mi mette nelle condizioni di fare bene. Io magari ho le mie qualità e i miei guizzi ma sono pagato per questo”.

Il rigore? Pigliacelli mi conosce “ho calciato forte ed è andata bene”

“Goal – evidenzia l’attaccante del Cosenza- che a fine stagione sono sempre più importanti e pesano molto, perchè le gare che mancano alla fine sono sempre di meno. Il rigore? Diciamo che sono andato sul dischetto con un pizzico di pressione. Avendo giocato a Palermo il portiere mi conosceva: ho calciato forte ed è andata bene. Come sto? Dopo un mese di stop con l’infortunio ho giocato bene contro la Feralpisalò perchè ero al rientro, ma contro il Palermo non mi sentivo al massimo. Lo avevo messo in conto e per questo avevo preparato la partita anche per sfruttare un guizzo, una giocata e magari anche procurami un rigore come accaduto. L’avevo già nella testa”.

Tutino2

“Ora gli scontri diretti: dobbiamo crederci”

Chiusura dedicata al rush finale del Cosenza e a prossimi scontri diretti, a cominciare dalla sfida contro la Reggiana in programma venerdì prossimo. Come ci arriva la squadra? “Arrivati a questo punto della stagione la forma fisica è importante, ma a fare di più la differenza dovrà essere la testa e l’approccio mentale. Adesso  – ha concluso l’attaccante del Cosenza – arrivano una serie di scontri diretti importanti. Dobbiamo crederci e pensare sempre positivo in queste ultime cinque partite”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Vaccarizzo Albanese, rottura condotta: disagi per la cittadinanza

VACCARIZZO (CS) - “A causa della rottura di un tubo dell’acquedotto, verificatasi su via Scanderbeg, nella giornata di oggi, giovedì 23 maggio, potrebbe mancare...
Traffico caos Cosenza via Roma e centro città

Cosenza: “le modifiche alla viabilità non sono la causa del traffico. Servono infrastrutture di...

COSENZA - Un’accurata analisi ed un contributo sulla situazione della viabilità e in generale sulla mobilità a Cosenza arriva da Giuseppe Lo Feudo, Socio...

Paola, diciannovenne aggredito da due cani nel rione Croce

PAOLA (CS) - Aggredito da due cani sfuggiti al proprietario, un ragazzo di 19 anni finisce in ospedale. I fatti si sono verificati in...
Fentanyl

Allarme Fentanyl: “trovate tracce a Cosenza”. In campo una campagna di informazione

COSENZA - "Il fentanyl è un farmaco oppiaceo che negli Usa è arrivato a provocare 100mila morti per overdose solo nel 2022. È lecito...

«La farsa dei consiglieri di minoranza a Palazzo dei Bruzi. Perché non parlano coi...

COSENZA - "Quando tutto passa poi si dimentica, ma in politica la memoria è d'obbligo altrimenti l'azione diventa una farsa. Ed è una farsa...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Pole position per Quintieri nel Campionato Italiano di Kart sul World...

COSENZA - Il Circuito di Muro Leccese ha ospitato il secondo round del Campionato Italiano Karting. A partire dalle libere del giovedì e, ancor...

Al bomber Gennaro Tutino il sigillo della città di Cosenza. Venerdì...

COSENZA - Gennaro Tutino è entrato nel cuore di tutti i tifosi del Cosenza. Con i suoi 20 goal è entrato di diritto nella...

La Coppa Davis arriva a Cosenza. Due giorni per ammirare “l’insalatiera”...

COSENZA - Il Trophy tour, che porta in giro per l'Italia l'insalatiera più famosa del mondo passa da Cosenza, mercoledì 22 e giovedì 23...

Primo slalom del Pollino Coppa ‘città di Morano Calabro’ a Francesco...

MORANO CALABRO (CS) - Quaranta piloti si sono dati battaglia in tre manche (più il consueto giro di ricognizione) sul supertecnico circuito disegnato fra...

Viali: “orgoglioso di questi ragazzi. Finale di campionato in crescendo”

COSENZA  - Al termine del pareggio per 2 a 2 tra Cosenza e Spezia, il tecnico dei rossoblu Viali analizza in sala stampa il...

La seconda salvezza di Viali: «Playoff? Ci proviamo con un pizzico...

ASCOLI - La vittoria più importante della stagione. Trascinati da un super Tutino, secondo miglior marcatore rossoblu in un serie B in una stagione,...