A Rende si costruisce un asilo in un parco pubblico. Ma a 500 metri c’è una scuola abbandonata (FOTO)

Il Parco Marco Polo, a contrada Rocchi di Rende, diventerà un asilo nido: costo 1,7 milioni di fondi PNRR. In linea d’aria, dall’altro lato della strada, c’è una scuola abbandonata da anni

RENDE (CS) – Rende città cantiere. Costruire un asilo in un parco pubblico a poco più di 500 metri da una scuola abbandonata. L’idea è dell’ex amministrazione Manna, che sbandierava l’adesione al principio del Consumo di Suolo Zero. Il progetto definitivo è stato approvato dopo gli arresti delle operazioni Reset e Malarintha, nel marzo 2023. Ed è stato reso operativo dai commissari arrivati dopo lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. Allestito il cantiere in contrada Rocchi, il risultato sarà un prefabbricato di due piani, su una superficie di 625 metri quadri, con 90 posti bimbo. L’opera costerà circa 1.700.000 euro. Su un finanziamento PNRR di 2 milioni 760mila euro.

Smantellata piazzetta, unico luogo di ritrovo

Salvo ritardi nella consegna dei lavori, prevista dopo 365 giorni (a partire dal 29 novembre 2023), per un anno l’area non sarà agibile. Intanto l’edificio che avrebbe potuto ospitare i piccoli scolari vegeta inutilizzato. Eppure il perimetro dove sorgerà l’asilo per i pochi bimbi della contrada, secondo il Piano Regolatore attualmente vigente (la terna commissariale ha “congelato” quello approvato dalla Giunta Manna), dovrebbe essere destinato ad area verde. Vincolo rispettato con il Parco Marco Polo, unico punto di ritrovo nel quartiere, che l’impresa sta provvedendo a smantellare.

La rabbia e la delusione dei residenti

«Questo nuovo asilo riteniamo sia inutile». Lo afferma la portavoce dei residenti Teresa Sirianni, presidente dell’ex associazione culturale Francesco Cosentino ospitata fino al 2001 nella scuola elementare di Contrada Rocchi. «In questa zona – spiega Sirianni – abitano perlopiù anziani e dipendenti fuori sede dell’Università della Calabria. I bambini sono pochissimi e comunque i genitori li iscrivono in asili vicini ai loro posti di lavoro. Tra le 80/90 famiglie che vivono qui non saranno più di 5 in età da asilo nido (dai 3 mesi ai 3 anni). È un peccato. Per noi questa villetta è un posto in cui chiacchierare, socializzare, trascorrere il tempo in compagnia, stare al fresco d’estate, passeggiare.»

«Non abbiamo altri luoghi di incontro in questa contrada. Fa rabbia sapere che in linea d’aria, dall’altro lato della strada, c’è una scuola elementare icona storica per tutti noi del posto che vi abbiamo studiato. È in stato di abbandono e poteva essere restituita alla collettività, senza distruggere la villetta. Se proprio serviva un asilo comunale si poteva fare lì evitando di sprecare altri soldi pubblici. Il taglio del nastro del parco è avvenuto pochi anni fa. Non ha senso, non capiamo il perché di questa scelta».

Nuovo asilo: gli ex assessori “non sanno”

Le motivazioni del perché si sia optato per costruire l’asilo nel Parco Marco Polo invece di mettere in sicurezza la scuola abbandonata, non sono chiare.L’ex assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Rende Pino Munno dice che «la demolizione e ricostruzione della vecchia scuola elementare non fu finanziata. Da quello che ricordo, c’erano dei fondi ai quali poter attingere per fare un nuovo asilo in contrada Rocchi e sono stati utilizzati. A conoscere l’iter è l’ex assessore Sorrentino». Dal suo canto, l’ex assessore ai Beni comuni, Diritti civili, Pari opportunità, Rapporti con la scuola, università, enti di ricerca e processi di digitalizzazione Lisa Sorrentino afferma di «non averne contezza».

Le informazioni, secondo Sorrentino, sarebbero nelle disponibilità dell’ex assessore Pino Munno. Fu lei ad annunciare sulla stampa l’approvazione del progetto inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2022/2024, perché aveva «solo un ruolo di coordinamento dei rapporti della scuola e del Comune. Preferisco non entrare nel merito. Incidentalmente venivo messa in mezzo per problematiche inerenti rientri, rapporti tra dirigenti, insegnanti, genitori, non per i lavori pubblici» e discutere di contrada Rocchi «mi fa innervosire».

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Vaccarizzo Albanese, rottura condotta: disagi per la cittadinanza

VACCARIZZO (CS) - “A causa della rottura di un tubo dell’acquedotto, verificatasi su via Scanderbeg, nella giornata di oggi, giovedì 23 maggio, potrebbe mancare...
Traffico caos Cosenza via Roma e centro città

Cosenza: “le modifiche alla viabilità non sono la causa del traffico. Servono infrastrutture di...

COSENZA - Un’accurata analisi ed un contributo sulla situazione della viabilità e in generale sulla mobilità a Cosenza arriva da Giuseppe Lo Feudo, Socio...

Paola, diciannovenne aggredito da due cani nel rione Croce

PAOLA (CS) - Aggredito da due cani sfuggiti al proprietario, un ragazzo di 19 anni finisce in ospedale. I fatti si sono verificati in...
Fentanyl

Allarme Fentanyl: “trovate tracce a Cosenza”. In campo una campagna di informazione

COSENZA - "Il fentanyl è un farmaco oppiaceo che negli Usa è arrivato a provocare 100mila morti per overdose solo nel 2022. È lecito...

«La farsa dei consiglieri di minoranza a Palazzo dei Bruzi. Perché non parlano coi...

COSENZA - "Quando tutto passa poi si dimentica, ma in politica la memoria è d'obbligo altrimenti l'azione diventa una farsa. Ed è una farsa...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Traffico a Cosenza, la rotonda di Viale della Repubblica sarà smantellata

COSENZA – Il Comune di Cosenza ripensa la viabilità del centro città. Dopo aver smantellato l’isola pedonale di via Misasi, la Giunta Caruso è...

L’ex prefetto di Cosenza Galeone a processo, colpo di scena: intercettazioni...

COSENZA - Su 24 telefonate ne mancano 18. Colpo di scena nel processo che vede imputata Paola Galeone, ex prefetto di Cosenza accusata di...

Sanità a processo: nei falsi bilanci dell’Asp di Cosenza milioni di...

COSENZA – Decine di milioni di euro che appaiono e scompaiono dai bilanci della sanità calabrese. L'alterazione dei documenti contabili dell'Asp di Cosenza è...

Infiltrazioni mafiose a Rende, l’ex assessore Munno: «Lavori in corso sono...

RENDE (CS) – Cantieri e transenne colorano la città di Rende. Lo scioglimento per infiltrazioni mafiose non ha fermato le opere pubbliche progettate dalla...

Ex Hotel La Fenice, in Sila 88 migranti ospitati ‘in famiglia’...

SPEZZANO SILA (CS) - Sono circa 100 le persone ospitate nell’ex Hotel La Fenice di Spezzano Sila. Lamentano di soffrire il freddo e di...

«Non è vero», acceso confronto in Tribunale tra l’ex Prefetto di...

COSENZA – Una raffica di «non è vero» ha animato questa sera il Tribunale di Cosenza. Acceso confronto tra l’ex prefetto di Cosenza, Paola...