Cosenza, Dino ucciso da un pirata della strada mai identificato: «chi ha visto, si faccia avanti»

Chiesta l'archiviazione per la morte di Dino Mazzei, avvenuta a febbraio 2020 tra Zumpano e Cosenza. L'appello: "se qualcuno ha visto qualcosa si faccia avanti"

COSENZA – Dino Mazzei, 56 anni, stava tornando a casa a piedi quando un mezzo l’ha centrato in pieno, lungo la bretella che collega l’area commerciale di Zumpano al centro storico di Cosenza, scaravantandolo oltre il guardrail. La sua morte risale alla sera tra l’8 e il 9 febbraio del 2020. Percorreva una strada poco illuminata quando qualcuno alla guida di un mezzo, dopo averlo travolto fuggì via, senza prestare soccorso. Un impatto violentissimo visto che il corpo senza vita del 56enne, è stato rinvenuto oltre la carreggiata. Dopo la sua morte era emerso che i familiari ne avevano denunciato la scomparsa il sabato precedente perchè non era rientrato a casa a dormire, e il suo telefono risultava irraggiungibile. Il giorno dopo, la tragica notizia del ritrovamento del suo corpo, senza vita.

Avviate le indagini ed eseguita l’autopsia, era emerso che la morte fu determinata da un politrauma causato dall’investimento. Sul posto vennero ritrovati anche alcuni pezzi di un faro rotto, ma di quel mezzo pirata, nessuna traccia. Un omicidio stradale per il quale nessuno si è fatto avanti o ha avuto la coscienza di prendersi le proprie responsabilità, per aver investito e lasciato morire un uomo, un padre, un marito.

Le indagini per tentare di arrivare al responsabile si sono concluse con un nulla di fatto e così il giudice, a gennaio del 2021, ha disposto l’archiviazione del caso. La famiglia però, non si dà pace e continua a chiedersi “chi è stato?” e vorrebbe che si continuasse ad indagare.

La Procura della Repubblica di Cosenza però, in base alle investigazioni ha valutato che dall’analisi dei reperti trovati sulla strada non è stato possibile individuare l’autore dell’investimento. Un vuoto incolmabile per la famiglia che non ha avuto giustizia sul piano penale ma che potrà solo ottenere un ‘ristoro’ in sede civile.

Murales Dino Mazzei

“Se qualcuno ha visto o sa qualcosa si faccia avanti”

il Gruppo Giesse Risarcimento Danni, specializzato nel risarcimento di incidenti mortali, ha fatto sapere che “non essendo purtroppo emersi elementi utili nel corso delle indagini, di comune accordo con i familiari che assistiamo, la moglie, tre figlie e tre nipoti, già nei mesi scorsi abbiamo deciso di intraprendere, tramite i nostri legali fiduciari, una separata e autonoma causa civile. Agendo contro la compagnia designata dal fondo di garanzia per le vittime della strada, puntiamo a ottenere il giusto risarcimento per i familiari, anche se per loro, purtroppo, al dramma di aver perso l’amato Dino, si aggiungono rabbia e sconforto per il non aver potuto ancora sapere chi lo ha così barbaramente ucciso e lasciato esanime senza neppure soccorrerlo“.

“Vogliamo in ogni caso sensibilizzare i cittadini e chiedere a chi potesse sapere o avesse visto qualcosa di quanto accaduto quel tragico giorno – conclude Giesse – di farsi avanti, anche in maniera anonima, con l’Autorità Giudiziaria: solo così ci sarebbe speranza di poter riaprire le indagini, disporre nuovi accertamenti e trovare, finalmente, il responsabile”.

 

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Far west dei tralicci, la Calabria approva la legge sui campi elettromagnetici

REGGIO CALABRIA - Il Consiglio regionale ha approvato la legge sui campi elettromagnetici (CEM), illustrata in Aula dal consigliere regionale Ferdinando Laghi. Il provvedimento ha lo...
cabine telefoniche TIM

Tim dà nuova vita alle cabine: servizi digitali e presidio di sicurezza per le...

MILANO - Le cabine del telefono di Tim, che Agcom ha autorizzato a rimuovere non saranno rottamate ma trasformate in 'stazioni intelligenti', un nuovo...
Lago-Tarsia-e-Foce-del-Fiume-Crati

Lago di Tarsia e la Foce del fiume Crati: c’è vita selvatica risalente a...

COSENZA - Le Riserve naturali regionali e ZSC Lago di Tarsia e Foce del fiume Crati sono tra i pochi siti in Italia dove...
GIUNTA-REGIONALE

Welfare in Calabria, verso una nuova gestione dei servizi sociali

CATANZARO - La Giunta della Regione Calabria, nella riunione di oggi, su proposta dell’assessore alle politiche sociale, Emma Staine, ha preso atto dei pareri...
Roberto-Fico-e-Anna Orrico

Fico in Calabria espone la proposta di legge del M5S sul salario minimo a...

LAMEZIA TERME (CZ) - "Con la nostra proposta di legge rispondiamo all'inerzia di questo governo di destra che non vuole neanche il salario minimo...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Fermati sull’A2 nel Cosentino con due chili di cocaina, due arresti...

FIRMO (CS) - I Finanzieri del Comando Provinciale Cosenza hanno eseguito uno specifico servizio finalizzato a prevenire e reprimere il traffico di sostanze stupefacenti...

Rende: telecamera nascosta nell’appartamento fittato a studentesse, denunciato il proprietario

RENDE (CS) - Era nascosta nella plafoniera della luce della stanza da letto, nell'abitazione presa in affitto da alcune studentesse universitarie, la telecamera scoperta...

Il post del parroco sulla ‘busta’ per le celebrazioni. Lui si...

SAN MARTINO DI FINITA (CS) - È bastato un post per far esplodere gli utenti di Facebook. Don Gerlando Argento, parroco della chiesa della...

Panariello e Masini raccontano la loro amicizia e ‘lo strano incontro’...

COSENZA - Sono due gli appuntamenti con lo spettacolo che vede insieme Giorgio Panariello e Marco Masini in Calabria: prima tappa, il 6 agosto...

Fusione Cosenza-Rende-Castrolibero, Cgil boccia la proposta della Regione

COSENZA - La segreteria della Cgil di Cosenza, audita dalla Commissione Regionale Affari Istituzionali, ha espresso dissenso alla proposta di legge regionale che prevede...

Sedicenne accoltellata 24 volte e bruciata viva dall’ex nel Cosentino: il...

CORIGLIANO ROSSANO (CS) - "Non dovrebbe accadere mai a nessuno perché sono le esperienze più atroci che una famiglia possa vivere". Lo ha detto...