Cosenza, Aldo ha perso la sua battaglia contro la leucemia: «impossibile dimenticarti»

Aldo si è spento a 36 anni all’Annunziata di Cosenza. In pochi giorni è diventato il figlio, il fratello e l'amico di tutti: «ha lottato come un leone»

COSENZA – Non ce l’ha fatta Aldo G., 36enne di San Mango d’Aquino che a fine dicembre è stato ricoverato all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza a causa di una forma violenta di leucemia. Due settimane fa un moto di solidarietà ha inondato Aldo e la sua meravigliosa famiglia. In poche ore è rimbalzato su tutti i social l‘appello in aiuto del 36enne che recitava: “ha urgente bisogno di donazioni di sangue, è importante che ci sia del sangue disponibile per estrarre le piastrine”.

Amici, parenti, estranei si sono affezionati al giovane di San Mango presentandosi in tantissimi al centro trasfusionale dell’Annunziata di Cosenza per donare. Aldo, in pochi giorni, è diventato il figlio, il fratello e l’amico di tutti. Un ragazzo dal cuore d’oro, amabilissimo, preparato, pacato nei modi, appassionato di sport. Da anni lavorava a Rende con dedizione e professionalità portando avanti un progetto in cui credeva molto.

“Una notizia che non avrei mai voluto ricevere che ha scosso e commosso l’intera comunità sammanghese e non solo“. Queste le parole del sindaco di San Mango d’Aquino, Luca Marrelli. “Ci ha lasciato l’amico caro Aldino. Ha lottato come un leone, ha lottato fino alla fine ma un destino atroce e crudele ha avuto la meglio. Non lo meritava”. Aldo era un consigliere comunale. Un figlio. Un marito e un padre innamorato delle sue due bambine; una nata lo scorso 20 dicembre. Un leone che ha davvero combattuto con tutte le sue forze una guerra forse troppo violenta e cruda anche per un campione come lui. “Perché Dio?” è questa la domanda tormentata che si pone il sindaco Marrelli, e non solo, in lungo messaggio sui social. Di questa storia, che anche noi di quicosenza abbiamo raccontato, rimane una certezza: “Aldo, sarà impossibile dimenticarti”.

“Ci sono tanti Aldo”

Potremmo però ricordarlo ogni giorno perché di “Aldo” purtroppo ce ne sono tanti ricoverati negli ospedali.  “La necessità di donare il sangue – ha spiegato a Quicosenza il professor Francesco Zinno, direttore dell’unita Operativa Complessa di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Cosenza – è sempre  presente e la donazione dev’essere fatta in maniera periodica – dice -. E’ auspicabile che ci sia un flusso continuo di donatori perché – dice Zinno – anche se non c’è un’emergenza ci sono, purtroppo, tanti Aldo. Mi auguro che il flusso di donazioni resti sempre alto e costante perché ci sono tanti pazienti che, differentemente da Aldo, non hanno una famiglia e tanti amici per lottare insieme. Molti malati sono soli“.

Ecco come prenotarsi per donare

Il centro trasfusionale dell’ospedale Annunziata di Cosenza è aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato. Per prenotarsi è necessario chiamare il numero 0984 681404.

“Tutti i donatori che vogliono donare – spiega il professore –  possono prenotarsi a quel numero che è dedicato a scaglionare le donazioni anche in funzione del fabbisogno poiché, nel caso specifico delle piastrine, la durata è di cinque giorni. Se noi raccogliamo tante piastrine oggi e nessuna la prossima settimana è come se non avessimo raccolto nulla. Deve esserci dunque – conclude Zinno – l’afflusso costante per tutti i pazienti ematologici e non solo”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Lucano-naufragio-Cutro

Lucano: «a un anno dal naufragio di Cutro il mondo è peggiorato»

CROTONE - "La causa principale di quello che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio,...
auto carabinieri

Ancora intimidazioni a Pannaconi: dopo il parroco presa di mira un’operatrice culturale

CESSANITI (VV) - Una lettera anonima contenente insulti e minacce è stata fatta recapitare a Pannaconi, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia,...
Granata_Caracciolo

Granata attacca il sindaco di Montalto: «dica ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione»

MONTALTO UFFUGO (CS) - "Pietro Caracciolo deve dire ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione in questi anni". Così esordisce Maximiliano Granata, presidente del...
insieme-per-il-futuro-castrovillari

Centro per l’impiego, anche da Castrovillari l’accordo per avvicinare gli studenti al lavoro

CASTROVILLARI (CS) – É stato presentato presso l’Aula Magna dell'Istituto Tecnico Industriale "E. Fermi" di Castrovillari il protocollo d’intesa "I Network Territoriali per le...

Ennesima tragedia sulla statale 106 jonica: pedone travolto e ucciso da un’auto

CATANZARO - Tragico incidente lungo la strada statale 106 "Jonica" a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro. Secondo cause in corso di accertamento, un'autovettura...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, agente ferito per sedare una rissa: il Questore dispone la...

COSENZA - Il Questore di Cosenza, Giuseppe Cannizzaro, ha disposto la chiusura del noto locale, del centro di Cosenza, dove nella notte di lunedì...

Annunziata: “il reparto di Chirurgia d’Urgenza mi ha salvato. La buona...

COSENZA - "È passato un mese ma non dimentico". Inizia così la lettera di Alessandro, un nostro lettore, salvato dalla sanità cosentina. "Dopo due giorni...

Cosenza, tragedia sulla SS107. Simone perde la vita a 26 anni:...

COSENZA - Ha lasciato un dolore inspiegabile Simone Virdò il 26enne di Rovito che, stanotte sulla SS 107 ‘Silana-Crotonese’, in contrada Malavicina, ha perso...

Violento incidente nel Cosentino, mezzo pesante sbanda e si ribalta: un...

FIRMO (CS) - Violento incidente questa mattina sull'Autostrada A2 del Mediterraneo tra Frascineto e Firmo in direzione sud. Secondo i primi accertamenti un mezzo...

Cosenza, centro antiviolenza Roberta Lanzino: “in un anno abbiamo accolto 109...

COSENZA - Il centro antiviolenza Roberta Lanzino, un presidio di legalità e aiuto alle donne.  L’omicidio di Giulia Cecchettin ha scosso profondamente il Paese...

Rende, violento impatto all’incrocio dello stadio Lorenzon: sul posto due ambulanze

RENDE - Violento impatto, questo pomeriggio, a Rende. Il sinistro è avvenuto, nello specifico, tra una Smart bianca e una Ford Focus di colore...