Il Treno della Sila è pronto a ‘sbuffare’ fino a San Giovanni in Fiore. FDC “attività completate entro il 2024”

Treno della Sila, Ferrovie della Calabria «per la tratta Camigliatello-San Giovanni in Fiore già sottoposta a sostanziali lavori di ripristino, si prevede, il completamento di tutte le attività entro la fine dell’anno 2024, previa sottoscrizione di una nuova convenzione tra Regione Calabria e Ferrovie della Calabria in corso di definizione».

COSENZA –  Il Treno della Sila arriverà finalmente a San Giovanni in Fiore rilanciando definitivamente il turismo di un’intero territorio? È quello che si augurano i turisti, ma è quello che assicura anche Ferrovie della Calabria, intervenuta nuovamente sulla sospensione temporanea per motivi di sicurezza delle attività del servizio turistico “Treno della Sila”.

Tremo della Sila: la tratta Camigliatello San Giovanni in Fiore

Ferrovie della Calabria ha voluto illustrare a viaggiatori e opinione pubblica le cause di tale sospensione proiettandosi anche sull’atteso ampliamento della tratta Silana che dovrebbe portare l’amato treno turistico da Camigliatello fino a San Giovanni in Fiore. Come ha evidenziato Ferrovie della Calabria la tratta Camigliatello-San Giovanni in Fiore già sottoposta a sostanziali lavori di ripristino, si prevede, il completamento di tutte le attività entro la fine dell’anno 2024, previa sottoscrizione di una nuova convenzione tra Regione Calabria e Ferrovie della Calabria in corso di definizione.

Del completamento della storica tratta silana, da Silvana Masio a San Giovanni in Fiore, si parla da diversi anni. Grazie a fondi Por nel 2017 l’allora giunta Oliverio finanziò il rilancio della linea ferroviaria che da Camigliatello Silano oggi arriva fino a San Nicola Silvana Mansio. Si trattava di un primo lotto, mentre il finanziamento del secondo riguardava proprio la tratta che va da San Nicola fino a San Giovanni in Fiore.

Proprio l’ampliamento di questo secondo lotto è stato oggetto di scontri feroci a livello locale e regionale con accuse di fondi destinati la completamento della tratta storica dirottatati dalla Regione (dal ripristino della ferrovia storica della Sila al potenziamento della seggiovia di Gambarie), di lavori iniziati e interrotti. Adesso, stando a quanto comunicato da Ferrovie della Calabria, si intravede la luce in fondo al tunnel.

Treno della Sila

Niente da fare per la tratta Pedace a San Giovanni

Quel che è certo è che mancano i finanziamenti per la tratta da Pedace a San Giovanni in Fiore. “Il cronoprogramma dei lavori di ripristino dell’infrastruttura della ferrovia silana nel tratto da Pedace a San Giovanni in Fiore – spiega Ferrovie della Calabria – non è ancora oggetto di finanziamenti né di un programma di manutenzione straordinaria.

Lavori urgenti tra Camigliatello e Silvana Mansio

Per quanto riguarda la sospensione del servizio tra Camigliatello e San Nicola Silvana Mansio, Ferrovie della Calabria era già intervenuta spiegando che la sospensione era dovuta a lavori di messa in sicurezza. Adesso, con un ulteriore nota, spiega che “è opportuno evidenziare che il servizio turistico, seppur di grande rilevanza regionale, è svolto con risorse proprie delle Ferrovie della Calabria e senza alcun ristoro da parte della Regione Calabria. Le infrastrutture ferroviarie utilizzate per lo svolgimento del servizio sono soggette costantemente a controlli e verifiche atte ad assicurarne i dovuti standard di sicurezza. Da tali attività di ricognizione e dopo attenti controlli e verifiche sulla tratta Camigliatello – San Nicola Silvana Mansio, sono emerse criticità che richiedono interventi di manutenzione urgente per garantire la sicurezza dei viaggiatori”.

Risanamento della massicciata e altri urgenti lavori

“Tra le attività previste rientrano il risanamento della massicciata che non può essere procrastinata perché potrebbe causare problemi alla circolazione della locomotiva con conseguenti rotture delle balestre; il rinforzo del binario con sostituzione di traverse in legno; rilavorazione traverse per rettifica scartamento; la rincalzatura sistematica annuale ed ulteriori lavori atti ad eliminare le anomalie riscontrate. Una volta completati i lavori, il servizio turistico “Treno della Sila” verrà ripreso immediatamente. L’ing. Ernesto Ferraro, Amministratore Unico di Ferrovie della Calabria, assicura che tutti gli sforzi sono dedicati a garantire la sicurezza e la qualità dei servizi offerti, scusandosi per eventuali disagi causati dalla sospensione temporanea del “Treno della Sila”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

vigili-del-fuoco-notte

Incendio in un cantiere allestito nel cortile di una scuola media

ROCCELLA JONICA (RC) - Un incendio, sulle cui cause sono in corso mirati accertamenti, è divampato ieri sera intorno alle 21.00 nel cortile interno...

Corigliano Rossano: contro l’abbandono degli animali, la prevenzione parte dai più piccoli

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Una guida speciale è Silvia, un Bovaro del Bernese, un gigante tutto pelo e dolcezza che si è conquistato le...
Pitbull2

Bimbo di 15 mesi ucciso da due pitbull. Codacons “subito patentino per chi ha...

COSENZA - Dopo la tragedia di Eboli, dove  questa mattina un bimbo di 15 mesi è stato sbranato da due pitbull che hanno anche...
ultimo re attilio sabato libro

Cosenza: il senso e la dimensione del potere, Attilio Sabato presenta “L’Ultimo Re”

COSENZA - Un’attesa e auspicata continuità con le vicende umane e politiche del sindaco don Pepè, figura cardine del precedente romanzo Iubris, ma che...
gabriele garofalo cosenza scrittore

Cosenza, 4 premi per il giovane scrittore Gabriele Garofalo: poesie ed un racconto su...

COSENZA - Dalla presentazione del suo libro, "Filigrana del cuore - T'ama chi viver ama", edito da Altromondo, che si è tenuta giovedì scorso al...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Bimbo di 15 mesi ucciso da due pitbull. Codacons “subito patentino...

COSENZA - Dopo la tragedia di Eboli, dove  questa mattina un bimbo di 15 mesi è stato sbranato da due pitbull che hanno anche...

Il dramma: bimbo di 15 mesi azzannato e ucciso da due...

EBOLI (SA) - Tragedia questa mattina a Eboli in provincia di Salerno, dove un bambino di appena 15 mesi è stato azzannato e ucciso...

Vince 2 milioni e un vitalizio da 6mila euro al mese...

COSENZA - Un nuovo milionario in Italia grazie al Gratta e Vinci. Fa festa il Lazio in particolare la provincia di Frosinone; qui un...

“Per Vincenzo Agostino”. Uno studente del Liceo “Filolao” di Crotone rievoca...

COSENZA  - Dolore e tantissimi messaggi per la morte di Vincenzo Agostino, 87 anni. Per tanti anni si è battuto per ottenere giustizia per...

Era accusato di tentato omicidio, prosciolto dal tribunale di Castrovillari un...

CASTROVILLARI  - Prosciolto dall’accusa di tentato omicidio. Questo quanto disposto all’esito della camera di consiglio dal Tribunale di Castrovillari nei confronti del 40enne A.A....

Acri: controlli a tappeto contro gli allacci dell’acqua abusivi. Il Comune...

ACRI (CS) - Partiranno dal 29 aprile i controlli a tappeto su tutto il territorio comunale di Acri, con il coordinamento della polizia municipale,...