Gratteri contro la riforma Cartabia: «non abbiamo potuto contestare una truffa»

Lo ha detto il Procuratore della Repubblica di Catanzaro illustrando i particolari dell'operazione contro la 'ndrangheta ed in particolare contro la cosca Bonavota

CATANZARO – “Nel corso di questa indagine non abbiamo potuto contestare, purtroppo, una truffa aggravata per oltre tre milioni di euro perché, per effetto della riforma Cartabia, occorreva la querela della parte offesa, che non siamo riusciti a rintracciare. Si tratta di un viceministro dell’Oman, Paese che non fa parte ovviamente del trattato di Schengen”. Lo ha detto il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, incontrando i giornalisti per illustrare i particolari dell’operazione contro la ‘ndrangheta, ed in particolare contro la cosca Bonavota di Sant’Onofrio, nel Vibonese, che ha portato all’arresto di otto persone.

- Pubblicità Clikio single-

“Sono emerse in maniera nitida – ha aggiunto Gratteri – operazioni di riciclaggio che hanno interessato la Danimarca, l’Inghilterra, la Francia, Cipro e l’Ungheria. Operazioni, tra l’altro, abbastanza sofisticate. Abbiamo sempre detto che la ‘ndrangheta non è in grado di fare riciclaggio sofisticato, ma si deve rivolgere, per questo, al mondo delle professioni. Ed i risultati di questa operazione ne rappresentano un classico esempio. Siamo riusciti a dimostrarlo grazie alla nostra credibilità e all’aiuto di Eurojust. È stato possibile fare intercettazioni ambientali in Ungheria nello studio di un’avvocata, che faceva riciclaggio per conto della ‘ndrangheta e che per questo è stata arrestata”.

Gratteri, riguardo la mancata contestazione della truffa, ha spiegato che “non c’è un trattato bilaterale tra Italia ed Oman e fare la rogatoria internazionale per chiedere alla parte danneggiata se volesse fare querela, ci avrebbe fatto perdere molto tempo. Per questo motivo non abbiamo potuto chiedere la custodia cautelare per la truffa. Siamo riusciti anche a dimostrare l’esistenza di una banca ungherese specializzata nel trattamento delle criptovalute, alle quali la ‘ndrangheta è molto interessata”.

- Pubblicità sky-

Correlati

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...

Incendiato furgone della ditta che lavora per il comune

MILETO (VV) - Intimidazione stamani a San Giovanni, frazione del comune di Mileto con l'incendio di un furgone di proprietà di una ditta che...

«Azienda calabrese vieta di parlare di politica e limita altre libertà ai dipendenti»

CATANZARO - Divieto di volantinare, di discorrere di politica o parlare in famiglia di ciò che avviene in azienda, e, per le donne, comunicare...
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

La scuola entra al Parlamento europeo: c’è anche il Pezzullo di Cosenza

COSENZA - Continua il progetto "La scuola entra al Parlamento" promosso dall'eurodeputata Laura Ferrara e che ha permesso agli studenti di quattro istituti d'Istruzione...

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...

Freddo e senza riscaldamento, chiuso il tribunale di Castrovillari: udienze sospese

CASTROVILLARI (CS) - Udienze sospese fino al prossimo 18 febbraio nel Tribunale di Castrovillari a causa del freddo. L'impianto di riscaldamento nel Palazzo di...

Incendiato furgone della ditta che lavora per il comune

MILETO (VV) - Intimidazione stamani a San Giovanni, frazione del comune di Mileto con l'incendio di un furgone di proprietà di una ditta che...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità Cickio sidebar-
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta...

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

La scuola entra al Parlamento europeo: c’è anche il Pezzullo di...

COSENZA - Continua il progetto "La scuola entra al Parlamento" promosso dall'eurodeputata Laura Ferrara e che ha permesso agli studenti di quattro istituti d'Istruzione...

Freddo e senza riscaldamento, chiuso il tribunale di Castrovillari: udienze sospese

CASTROVILLARI (CS) - Udienze sospese fino al prossimo 18 febbraio nel Tribunale di Castrovillari a causa del freddo. L'impianto di riscaldamento nel Palazzo di...

«Azienda calabrese vieta di parlare di politica e limita altre libertà...

CATANZARO - Divieto di volantinare, di discorrere di politica o parlare in famiglia di ciò che avviene in azienda, e, per le donne, comunicare...

Gambarie: vanno via senza pagare il conto, il titolare chiarisce: «un...

REGGIO CALABRIA - Alcune persone sono andate via dal tavolo di un ristorante senza pagare il conto. L'episodio, avvenuto in un locale di Gambarie...

San Lucido smart town guida l’internazionalizzazione della Calabria

SAN LUCIDO (CS) - Mercoledì 8 febbraio, a partire dalle ore 10:00, si terrà a San Lucido il primo convegno europeo sul tema EU...