È il solito derby maledetto per il Cosenza. Iemmello e Biasci fanno volare il Catanzaro

Il Catanzaro passa al Marulla battendo due a zero il Cosenza con le reti di Iemmello nel primo tempo e di Biasci nella ripresa. I rossoblu perdono Tutino dopo appena 10' minuti, colpiscono un palo con Antonucci

COSENZA – Il derby resta un tabù per il Cosenza, sconfitto 2 a 0, nel catino del Marulla, da un Catanzaro cinico e come al solito ben messo in campo da Vivarini. Due a zero il risultato finale con le reti di Iemmello al 31′ e di Biasci sul finire di gara, con il Cosenza ridotto in dieci per il doppio giallo di Venturi. E il risultato poteva essere ancora più pesante se Micai non avesse respinto il rigore dello stesso Biasci in pieno recupero.

La gara si mette subito male per il Cosenza, che perde un atteso protagonista del match: Gennaro Tutino, costretto a uscire dopo appena 10′ minuti di gioco per un problema muscolare. Proprio l’attaccante del Napoli aveva costruito la prima azione della gara impegnando Fulignati con una girata in area. Il Cosenza ci prova e crea un paio di pericoli con Marras e Mazzocchi, ma al 31′, al primo tiro in porta, il Catanzaro sblocca la gara con Iemmello che riceve in area un assist di Situm e batte Micai con un preciso piattone. Una doccia gelata per il Marulla che continua comunque a spingere i rossoblu che sul finale d primo tempo costruiscono un paio di occasioni importanti con Mazzocchi, Venturi e Forte, ma senza riuscire a trovare la rete del pareggio.

La ripresa si apre con un Cosenza più determinato che stringe d’assedio la metà campo del Catanzaro. Ma le speranze dei tifosi si infrangono sull’ennesimo legno colpito dai rossoblu con il destro di Antonucci che lascia in goal l’urlo del Marulla. Sulla ribattuta Marras spara in Curva. Il Cosenza ci prova anche con la forza della disperazione e al 71′ trova anche la rete del pari con Calò, ma il direttore di gara annulla per un precedente fallo di Forte sul portiere Fulignati. A rende la rimonta ancora più improba il doppio giallo a Venturi che lascia il Cosenza in dieci. Il Cosenza crolla e in contropiede Biasci segna il due a zero che chiude la gara e si fa respingere un rigore da Micai che evita un risultato ancora più pesante.

 

Cosenza-Catanzaro: le scelte di Caserta

In un Marulla tutto esaurito, Cosenza in campo per dieci undicesimi con la formazione che ha pareggiato a Parma. L’unica novità è Mazzocchi al posto di Voca. Per il resto in mediana Calò agirà al fianco di Praszelik. In attacco confermati nel tridente offensivo Antonucci e Marras che agiranno alle spalle di Tutino.

Occasione per Tutino, che poi si fa male ed esce in lacrime

Pronto via e al 2′ lancio di Calò per Tutino. L‘attaccante aggancia in area e conclude sul primo palo. Fulignati respinge di piede in angolo. Ma proprio a seguito della conclusione apprensione per Tutino che avverte in dolore ai flessori. L’attaccante prova a rimanere in campo ma è costretto ad alzare bandiera bianca e uscire dal campo in lacrime. La partita perde uno dei suoi protagonisti sostituito da Forte.

Destro al volo di Mazzocchi, alto sulla traversa

Il Cosenza ci mette un pò a riorganizzarsi con la gara che ristagna a centrocampo. Al 22′ lampo dei rossoblu con un pallone messo in mezzo da Marras che arriva sui piedi di Mazzocchi. L’ex Sudtirol si coordina e conclude al volo in area. Pallone alto sulla traversa.

Si fa male il primo assistente: gara sospesa 5 minuti

Intorno al 24′ la gara viene interrotta per almeno 5 minuto per un brutto infortunio al primo assistente, il signor Cipressa di Lecce. Il guardalinee si a male da solo seguendo un’azione è costretto ad uscire addirittura in barella sostituito dal quarto uomo, il signor Mastrodomenico di Matera.

La sblocca Iemmello. Catanzaro avanti

Al 31′ la gara si blocca con il vantaggio del Catanzaro. Azione sulla destra del Catanzaro, assist di Situm che pesca in area Iemmello lasciato completamente solo. L’attaccante con un preciso piattone batte Micai e porta avanti il Catanzaro. Marulla gelato dalla rete dei giallorossi in goal alla prima vera azione. Un colpo pesante per i rossoblu che faticano a riorganizzarsi.

Occasioni per Mazzocchi di destro, Venturi e Forte di testa

Attorno al 39′ sussulto del Cosenza che costruisce tre ottime occasioni per pareggiare. Sulla prima e la seconda Fulignati respinge in angolo prima la conclusione di destro di Mazzocchi e poi, sul susseguente angolo, sul colpo di testa di Venturi. L‘ultima occasione è sulla testa di Forte che devia verso la porta, ma trovo il corpo di Scognamillo che mura la conclusione e devia in anglo. Il direttore di gara concede ben 7′ minuti di recupero. Il Cosenza attacca a testa bassa chiudendo nella propria metà campo il Catanzaro ma il primo tempo si chiude con il vantaggio dei giallorossi.

Palo di Antonucci, Marras in curva

La gara riparte senza cambi e con la conclusione al volo di Praszelik bloccata da Fulignati. Al 50′ pallone recuperato da Antonucci ce entra in area e con un tocco di punta alla calcetto batte Fulgnati ma colpisce un clamoroso palo. Sulla ribattuta conclusione di Marras che conclude in Curva. Il Cosenza spinge e al 52′ crea ina nuova occasione con la conclusione di Forte in aera murata dalla difesa del Catanzaro. Entra Zuccon per Praszelik con i giallorossi che chiudono tutte le linee di passaggio.

Cosenza in goal con Calò, ma l’arbitro annulla.

Al 71′ il Cosenza trova la rete del pareggio con un destro a giro dal limite di Calò, ma il signor Fabbri annulla per una precedente carica al portiere tra le proteste veementi dei calciatori rossoblu.

Espulso Venturi, Biasci raddoppia. Micai para un rigore

Al 77′ Venturi entra in modo scomposto da dietro su Ambrosino e rimedia il secondo giallo. Cosenza in dieci per gli ultimi 10 minuti della gara. Entrano Florenzi e Fontanarosa ma i rossosblu pian piano si spengono e il Catanzaro, in contropiede trova la rete del 2 a 0 con Biasci al termine di un’azione di contropiede. In pieno recupero Micai para un rigore a Biasci, ma poco cambia per un risultato indigesto.


COSENZA CALCIO (4-2-3-1): Micai; Gyamfi, Venturi, Camporese, Frabotta; Praszelik (56′ Zuccon), Calò; Mazzocchi, Marras (80′ Fontanarosa), Antonucci (80′ Florenzi); Tutino (10′ Forte)
Panchina: Marson, Fontanarosa, Forte, D’Orazio, Crespi, Viviani, Canotto, Florenzi, Occhiuto, Voca, Barone, Zuccon
Allenatore: Fabio Caserta

US CATANZARO (4-4-2): Fulignati; Situm, Scognamillo, Brighenti (72′ Miranda), Veroli; D’Andrea (64′ Brignola), Pompetti, Petriccione (80′ Verna), Vandeputte (79′ Sounas); Iemmello (72′ Biasci)
Panchina:Sala, Antonini, Krajnc, Miranda, Verna, Pontisso, Oliveri, Sounas, Brignola, Stoppa, Biasci
Allenatore: Vincenzo Vivarini

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna
Assistenti: Alessandro Cipressa di Lecce e Khaled Bahri di Sassari
IV Uomo: Leonardo Mastrodomenico di Matera
Sala VAR: Signori Matteo Gariglio di Pinerolo e Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore

Ammoniti: Perticone (CZ), Mazzocchi (CS), Forte (CS), Venturi (CS)
Espulsi: Venturi(CS)

Angoli: 8-1
Recupero: 7′ p.t. – 5′ s.t.

NOTE: Pomeriggio soleggiato a Cosenza con una temperatura di circa 18 gradi. Terreno del Marulla in perfette condizioni. Stadio esaurito in ogni ordine di posto: presenti 18.125 spettatori compresi gli 800 tifosi del Catanzaro sistemati nel settore ospiti. Ammonito D’Orazio dalla panchina per proteste mentre al 48′ espulso  dalla panchina l’assistente di Caserta Perna.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Ponte stretto messina

Espropri Ponte, il neo sportello nel caos: «operatori non in grado di dare informazioni»

REGGIO CALABRIA - Gli operatori dello sportello istituito dalla società "Ponte sullo Stretto" nel Comune di Villa San Giovanni "non sono in grado di...
Scuola estate

Scuole aperte anche in estate. Firmato il decreto con 400 milioni per le attività...

COSENZA - Scuole aperte anche in estate. Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha firmato il decreto che stanzia 400 milioni di...
universita_magna_grecia_catanzaro-

Epilessia, il progetto di ricerca della ‘Magna Grecia’ scelto tra 300 in tutta Italia

CATANZARO - "Un progetto di ricerca dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, finalizzato all'identificazione di nuovi biomarcatori del microbiota intestinale che possono essere d'ausilio nella...
parco-robinison_eco-avventura

Rende, ‘Eco avventura’: l’evento gratuito rivolto a bimbi e famiglie al Parco Robinson

RENDE (CS) - L’agenzia di animazione ”Le Sorelle Mastrosimone “ dopo il successo della scorsa stagione annuncia la seconda edizione di “Eco avventura” ....
Sorianello

Scomparso da Sorianello si rifà vivo: «non cercatemi più, rientro quando sarò pronto»

VIBO VALENTIA - É un allontanamento volontario quello di Marco Stramondinoli, il fabbro 39enne di Sorianello di cui non si avevano notizie da ieri...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Scuole aperte anche in estate. Firmato il decreto con 400 milioni...

COSENZA - Scuole aperte anche in estate. Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha firmato il decreto che stanzia 400 milioni di...

Il Cosenza rimonta due volte la Feralpisalò e Micai nel finale...

PIACENZA - Serviva un successo al Cosenza per dare uno scossone alla classifica e invertire un trend tremendamente negativo, con una sola vittoria nelle...

A Cosenza è festa Italia. Le azzurre battono 2 a 0...

COSENZA - Davanti a 4.500 spettatori in festa, un Italia travolgente batte 2 a 0 i Paesi Passi e inizia nel migliore dei modi,...

Cosenza: non basta il primo goal di Crespi, il Brescia rimonta...

COSENZA - Pasquetta amara per il Cosenza fischiato e contestato per l'ennesima sconfitta. Due punti nelle ultime cinque gare, settimo KO casalingo e una...

Terribile schianto fra tre auto, muore una bimba di 7 anni....

ROMA - Il tragico incidente è avvenuto su via Pontina vecchia nel comune di Ardea, vicino Roma. I tre veicoli si sono scontrati all'altezza...

Niente scossa! La Ternana batte 1 a 0 il Cosenza che...

TERNI - Inizia con una sconfitta la seconda avventura di Viali sulla panchina del Cosenza. I rossoblu perdono 1 a 0 sul campo della...