Cosenza è un KO che fa male. La Ternana vince 3 a 1, non basta un primo tempo a senso unico

Non basta al Cosenza un ottimo primo tempo e l'ennesimo palo colpito da Tutino. La Ternana ringrazia e nella ripresa affonda i rossoblu battuti 3 a 1. A segno l'ex Casasola, Tutino su rigore per il momentaneo pareggio e la doppietta di Raimondo

COSENZA – Come dottor Jekyll e signor Hyde. Il Cosenza crolla e colleziona la seconda sconfitta consecutiva, cadendo malamente al Marulla, battuto 3 a 1 dalla Ternana che forse alla vigilia non immaginava nemmeno tanta grazia. Gli umbri trovano la seconda vittoria in campionato, la prima lontano dal Liberati, grazie alle reti dell’ex Casasola e alla doppietta di Raimondi, dopo il momentaneo pareggio di Tutino su rigore, tutte nella ripresa. Eppure, dopo il primo tempo, nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla vittoria della sqaudra di Breda. In campo c’è solo il Cosenza che colleziona azioni, occasioni a ripetizione e colpisce anche l’ennesimo legno (il settimo palo colpito da Tutino) ma ha il demerito di non sbloccare il match quando c’erano tutti i presupposti.

E così, nel secondo tempo, va in scena tutta un’altra gara. L’ex Casasola sblocca subito con un diagonale sotto porta. Il pareggio quasi immediato di Tutino su rigore è solo un abbaglio, perché i rossoblu commettono i soliti goffi errori e subiscono prima il secondo e poi il terzo goal dalla Ternana nel giro di pochi minuti, quasi non fosse vero di tanta grazia ricevuta. La sqaudra di Caserta sparisce dal campo anche perchè al 73′ Calò si fa buttare fuori dopo una parola di troppo all’arbitro. Finisce con i 3mila del Marulla a fischiare sonoramente una squadra indecifrabile e gli ultras a chiamare sotto la curva i giocatori.

Cosenza Ternana2

 

Caserta ne cambia cinque

Diversi i cambi in formazione decisi da Caserta che in difesa, al posto dello squalificato Venturi, schiera Sgarbi. Fuori Marras per Canotto, fuori anche D’Orazio e spazio a Cimino a destra con Martino che agisce sulla corsia di sinistra. Dal primo minuto Aldo Florenzi e Mazzocchi che torna titolare con Forte che si accomoda in panchina.

Avvio sprint del Cosenza, ennesimo palo di Tutino

Avvio a tutta del Cosenza che sin dalle prime battute prende in mano la gara con fraseggi veloci e azioni d’attacco soprattutto sulla corsia di destra, dove agiscono Canotto e Cimino. Al 7′, su angolo di Calò, stacco di testa di Tutitno che non inquadra la porta mentre al 10′ la conclusione di Mzzocchi e murata in angolo. Al 16′ Canotto centra per Tutino: provvidenziale la scivolata da Lucchesi. Un minuto dopo la più grande occasione per la sqaudra di Caserta con l‘ennesimo legno (il settimo in stagione) colpito da Tutino. L’attaccante si libera con un dribbling di un Sorensen e da posizione defilata lascia partire un sinistro rasoterra in diagonale che colpisce la parte interna del palo a Iannarilli battuto.

Forcing rossoblu, ma la Ternana si salva. Infortunio Canotto

Si gioca stabilmente nella metà campo della Ternana ma ii Cosenza, un pò per gli errori sotto porta e un pizzico di sfortuna, non riesce a sbloccare la gara. Al 26′ l’inzuccata di Tutino viene deviata da Iannarilli, mentre 27′ la conclusione a botta sicura di Calò in area viene deviata con Labojko che si immola e devia la sfera. Per di più al 32′ Canotto, fino a quel momento il migliore in campo, deve alzare bandiera bianca per un problema muscolare. Al suo posto Forte che chiama subito alla grande parata Iannarilli con una sventola dal limite dell’area di sinistro, deviata in angolo dal portiere umbro. È l’ultima occasione di un primo tempo a senso unico (eloquente il dato dei corner: 9 a 0) che però ci chiude a reti bianche.

L’ex Casasola gela il Marulla Tutino pareggia su rigore

Il secondo tempo riparte con un cambio nella Ternana. Fuori Celli (disastrosa la sua gara) e dentro Favasuli) ma soprattutto con la rete del vantaggio degli ospiti al 49′ al primo tiro in porta. Cross sbilenco proprio del neo entrato Favasuli che si trasforma nel migliore degli assist per l’ex Casasola che da posizione angolata scarica un destro in diagonale mortifero che  batte Micai e gela il Marulla. Passano 4′ minuti e il Cosenza pareggia con il calcio di rigore trasformato da Tutino e fischiato dal signor Perenzoni dopo una spinta su Florenzi che si era avventano su una respinta di Iannarilli su tiro di Mazzocchi.

Raimondo riporta avanti la Ternana

Il goal potrebbe dare nuova linfa al Cosenza e invece, al 59′ arriva in contropiede il nuovo vantaggio della Ternana con Raimondo. L’attaccante si invola in area dopo un pallone recuperato da Favasuli su Sgarbi, resiste alla pressione di Praszelik in un disperato tentativo di chiusura e con un tocco in diagonale batte Micai in uscita. Una mazzata per i rossoblu costretti nuovamente a risalire la china scoprendosi ulteriormente. Al 66′ Ternana alla conclusione con un rasoterra di Falletti bloccato da Micai.

Tris della ternana, ancora Raimondo. Espulso Calò

Al 68′ piove sul bagnato in casa Cosenza. Prima perchè la Ternana, libera di poter colpire in contropiede trova la rete del 3 a 1 ancora con Raimondo. Bel cross dalla destra di Diakite, Sgarbi si perde l’attaccante della Ternana che si fionda sulla sfera e sotto misura uccella nuovamente Micai. Poi, forse per qualche parola di troppo, Calò si becca il cartellino rosso e lascia il Cosenza in dieci. In pratica la gara finisce qui e si trascina senza altri sussulti al 95′ quando il triplice fischio decreta il successo della Ternana.

 

—————————————————————————————–———————————

COSENZA CALCIO (4-2-3-1): Micai; Cimino (68′ D’Orazio), Meroni, Sgarbi, Martino; Calò, Praszelik; Canotto (35′ Forte), Florenzi (68′ Marras), Mazzocchi (74′ Voca); Tutino
Panchina: Marson, Rispoli, Fontanarosa, Marras, Forte, D’Orazio, Crespi, Arioli, Zilli, La Vardera, Voca, Zuccon
Allenatore: Fabio Caserta

TERNANA CALCIO (3-4-1-2): Iannarilli; Diakité, Sorensen, Lucchesi; Casasola (77′ Mantovani), De Boer (69′ Dionisi), Labojko, Celli (46′ Favasuli); Falletti (83′ Luperini); Distefano (69′ Pyythia), Raimondo
Panchina: Vitali, Brazao, Mantovani, Capuano, Della Salandra, Favasuli, Garau, Dionisi, Pyythia, Luperini, Marginean
Allenatore: Roberto Breda

Arbitro: Signor Daniele Perenzoni di Rovereto
Assistenti: Signori Damiano Margani di Latina e Khaled Bahi di Sassari
IV uomo: Signor Domenico Leone di Barletta
SALA VAR: Signori Marco Di Bello di Brindisi e Daniele Minelli di Varese

Ammoniti: Celli (T), De Boer (T), Florenzi (C), Sorensen (T)
Espulsi: Calò (C)

Angoli: 11-4
Recupero: 2′ p.t. – 5′ s.t.

Note: Pomeriggio nuvoloso ma non freddo a Cosenza e con una temperatura di circa 19 gradi. Terreno del Marulla non in perfette condizioni. Presenti 2.482 spettatori (compresai 790 abbonati). Nel settore ospiti 60 tifosi della Ternana

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Patrizia-Rodi_alberi-secolari-bruciati

Tagliati e dati alle fiamme alberi secolari di ulivo: nel mirino una dirigente di...

ROSARNO (RC) - Persone non identificate hanno tagliato alcune piante secolari di ulivo, mentre ad altre hanno dato fuoco, sui terreni a Rosarno, in...
Landini-e-Occhiuto

Calabria, terra fragile. Occhiuto: «stiamo tentando di far restare i giovani calabresi, processo lungo»

LAMEZIA TERME (CZ) - "In questa regione abbiamo un precariato straordinario. Un precariato per la verità che non ho creato io, perché il mio...
studenti-aula-lezione-unica

Unical: al via l’ammissione anticipata ai corsi di laurea per 4mila studenti

RENDE (CS) - È stato pubblicato il bando per l’ammissione anticipata ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico (quinquennale) dell’Università della Calabria...
posto blocco guardia di finanza

Sequestrati oltre 11 mila prodotti non sicuri: articoli destinati anche a minori

SELLIA MARINA (CZ) - Oltre 11.000 articoli non sicuri e privi delle indicazioni di provenienza e delle caratteristiche informative minime relative alla loro composizione...

Derby, Associazione nazionale funzionari polizia: “deliberato attacco, colpito alla testa dirigente”

COSENZA - " Ieri sera, al termine della disputa calcistica Cosenza-Catanzaro si sono registrati disordini, ed in particolare i tifosi del Catanzaro si sono...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

È il solito derby maledetto per il Cosenza. Iemmello e Biasci...

COSENZA - Il derby resta un tabù per il Cosenza, sconfitto 2 a 0, nel catino del Marulla, da un Catanzaro cinico e come...

Il Cosenza conquista un ottimo pari a Parma e sfiora l’impresa...

PARMA - Il Cosenza cancella la sconfitta contro la Sampdoria e si proietta al match di domenica sfoderando una grandissima prestazione sul terreno della...

Autostrada A2: incidente tra gli svincoli di Montalto Uffugo e Torano,...

MONTALTO UFFUGO (CS) - Un incidente è avvenuto lungo l'Autostrada A2 del Mediterraneo fra gli svincoli di Montalto Uffugo e Torano in direzione nord....

Si interrompe la rincorsa del Cosenza. La Sampdoria resta tabù e...

COSENZA - Dopo cinque risultati utili di fila si interrompe la corsa del Cosenza sconfitto 2 a 1 al Marulla dalla Sampdoria che resta...

Studenti travolti da un Tir: muore 17enne, grave la sorella di...

SANREMO - Travolti da un Tir con l'autista fuggito senza prestare soccorso. La tragedia si è consumata a Bussana, frazione di Sanremo ed è...

Super Tutino (doppietta) fa volare il Cosenza. Segna anche Frabotta, Lecco...

LECCO - Ancora lui, super Gennaro Tutino. Una doppietta nel primo tempo dell'attaccante napoletano (sono 12 le reti per lui in stagione al netto...