Cosenza è un derby amaro. Il Catanzaro fa festa con le reti di Iemmello e Biasci

Con un goal per tempo i giallorossi portano a casa il match concretizzando, di fatto, gli unici due tiri in porta della partita

CATANZARO – Va al Catanzaro l’atteso derby di Calabria e giocato in uno stadio Ceravolo tutto esaurito. Con un goal per tempo i giallorossi portano a casa il match concretizzando, di fatto, gli unici due veri tiri in porta (con tanto di gentile omaggio della difesa), spezzando le speranze del Cosenza che dopo appena 12′ minuti deve già rincorrere per la rete siglata da Iemmello. I rossoblu fanno comunque la partita, giocando costantemente nella metà campo del Catanzaro e sfiorando anche il pareggio con le conclusioni di Praszelik, Venturi e Forte e il palo scheggiato di testa da Tutino.

Ma a inizio ripresa, come un macigno, la rete di Biasci dopo un batti e ribatti, indirizza definitivamente la gara. Il Cosenza è molle e non riesce a scardinare la retroguardia giallorossa pur costruendo un paio di occasioni interessanti con Mazzocchi, D’Orazio, Calò e Zilli. Ma il risultato non cambia e per i rossoblu arriva una sconfitta che andrà subito cancellata.

Subito Iemmello, Catanzaro avanti

Dopo una decina di minuti di studio, alla prima azione il Catanzaro sblocca la gara al 12′, con la rete del suo attaccante Iemmello. Discesa di Katseris sulla corsia di destra, pallone testo e preciso sul secondo palo dove c’è appostato Pietro Iemmello che con il piattone insacca alle spalle di Micai. Una rete che fa esplodere il Ceravolo e che costringe il Cosenza ad alzare subito il baricentro per cercare il goal del pari.

Il Cosenza cresce, palo di Tutino

I rossoblu pian piano prendono in mano la gara e dopo una conclusione senza pretese di Praszelik, sfiorano il pari al 25′ con l’ennesimo legno della stagione colpito da Tutino, che stacca di testa sul cross di Calò colpendo la parte esterna del legno. Al 29′ci prova ancora Praszelik dalla distanza. Questa volta la conclusione del centrocampista è decisamente più insidiosa e costringe Fulignati alla deviazione in angolo. Al 32′ nuova occasione per il Cosenza: lancio preciso in area per Martino che invece di tirare preferisce una sponda di testa per l’accorrente Tutino, che colpisce debolmente il pallone bloccato da Fulignati.

Occasioni per Forte e Venturi

Il Cosenza continua a fare la gara cercando il pertugio giusto. I giallorossi si difendono nella propria metà campo chiudendo tutti i varchi e cercando di colpire in contropiede. Al 44′ cross di Tutino e colpo volante con il tacco di Forte che per poco non trova il goal dell’anno. L’ultima azione del primo tempo è ancora del Cosenza con un destro al volo di Venturi che termina largo. Si va al riposo con il Catanzaro avanti 1 a 0.

Catanzaro Cosenza_07

Colpo al volo di Biasci, raddoppio del Catanzaro

La ripresa si apre subito con un cambio nel Cosenza: Canotto al posto di Marras. Ma come accaduto nel primo tempo il Catanzaro alla prima accellerazione trova nuovamente la rete, dopo un batti e ribatti in area. Dopo una conclusione di Iemmello murata, il pallone che arriva sui piedi di Biasci appostato in area che al volo batte Micai. Caserta butta nella mischia anche Mazzocchi al posto di Voca. Al 57′ D’Orazio ci prova di testa spendendo alto sulla traversa.

La rete del 2 a 0 è un colpo quasi letale per le speranze del Cosenza mentre il Catanzaro, sulle ali dell’entusiasmo e sfruttando anche gli spazi, sfiora la terza rete con la punizione di Vandeputte e la conclusione di Pompetti. Al 68′ si rivede il Cosenza con la sventola dal limite di Calò che chiama Fulignati alla parata in angolo. Al 75′ finisce anche la partite di Forte (decisamente in ombra) sostituito da Zilli. Ma nei minuti finali, fatta eccezione per una conclusione di Mazzocchi alta e  un colpo di testa velenoso di Zilli, non succede più nulla con i giallorossi che portano a casa derby e partita.

—————————————————————————————–———————————

US CATANZARO (4-4-2): Fulignati, Katseris, Scognamillo, Brighenti, Veroli, Sounas (77′ Oliveri), Ghion, Pompetti (84′ Pontisso), Vandeputte (77′ Stoppa), Iemmello (84′ Brignola), Biasci (70′ Ambrosino)
Panchina: Sala, Borrelli, Krastev, D’Andrea, Verna, Brignola, Stoppa, Pontisso, Oliveri, Miranda Ambrosino, Donnarumma
Allenatore: Vincenzo Vivarini

COSENZA CALCIO (4-2-3-1): Micai, Martino, Meroni, Venturi, D’Orazio, Calò (77′ Florenzi), Praszelik (77′ Zuccon), Marras (46′ Canotto), Voca (56′ Mazzocchi), Tutino, Forte (75′ Zilli)
Panchina: Marson, Sgarbi, Rispoli, Fontanarosa, Crespi, Arioli, Zilli, Mazzocchi, Canotto, La Vardera, Florenzi, Zuccon
Allenatore: Fabio Caserta

Arbitro: Signor Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Signori Davide Moro di Schio e Paolo Laudato di Taranto
IV uomo: Signor Emanuele Frascaro di Firenze
SALA VAR: Signori Gianluca Aureliano di Bologna e Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia

Ammoniti: Praszelik (CS), Sounas (CZ), Biasci (CZ), Marras (CS), Venturi (CS), Katseris (CZ). Zuccon (CS)
Espulsi: 

Angoli: 6-7
Recupero: 2′ p.t. – 6′ – .s.t.

Note: Pomeriggio soleggiato ma freddo a Catanzaro, con una temperature di circa 11 gradi. Terreno del Ceravolo in ottime condizioni. Stadio sol-out: presenti poco meno di 14mila spettatori (compresi i 750 tifosi del Cosenza sistemati nel settore ospiti).

Catanzaro – Cosenza la gallery di Francesco Donato

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

studenti-aula-lezione-unica

Unical: al via l’ammissione anticipata ai corsi di laurea per 4mila studenti

RENDE (CS) - È stato pubblicato il bando per l’ammissione anticipata ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico (quinquennale) dell’Università della Calabria...
posto blocco guardia di finanza

Sequestrati oltre 11 mila prodotti non sicuri: articoli destinati anche a minori

SELLIA MARINA (CZ) - Oltre 11.000 articoli non sicuri e privi delle indicazioni di provenienza e delle caratteristiche informative minime relative alla loro composizione...

Derby, Associazione nazionale funzionari polizia: “deliberato attacco, colpito alla testa dirigente”

COSENZA - " Ieri sera, al termine della disputa calcistica Cosenza-Catanzaro si sono registrati disordini, ed in particolare i tifosi del Catanzaro si sono...
vincenzo chindamo sabrina garofalo

“Donne, violenza e ‘ndrangheta”, a Rende il fratello di Maria Chindamo «siamo qui per...

RENDE - Lea Garofalo, Simona Napoli, Maria Concetta Cacciola, Giuseppina Pesce, Denise Cosco, Barbara Corvi e Maria Chindamo. Donne che hanno provato ad alzare...
Ambulanza generico

I soccorsi arrivano in ritardo, muore 74enne in attesa dell’ambulanza

MESORACA (KR) - Un 74enne si sente improvvisamente male in mezzo alla strada, poco distante dalla postazione del 118 di Mesoraca, e muore. Il...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

È il solito derby maledetto per il Cosenza. Iemmello e Biasci...

COSENZA - Il derby resta un tabù per il Cosenza, sconfitto 2 a 0, nel catino del Marulla, da un Catanzaro cinico e come...

Il Cosenza conquista un ottimo pari a Parma e sfiora l’impresa...

PARMA - Il Cosenza cancella la sconfitta contro la Sampdoria e si proietta al match di domenica sfoderando una grandissima prestazione sul terreno della...

Autostrada A2: incidente tra gli svincoli di Montalto Uffugo e Torano,...

MONTALTO UFFUGO (CS) - Un incidente è avvenuto lungo l'Autostrada A2 del Mediterraneo fra gli svincoli di Montalto Uffugo e Torano in direzione nord....

Si interrompe la rincorsa del Cosenza. La Sampdoria resta tabù e...

COSENZA - Dopo cinque risultati utili di fila si interrompe la corsa del Cosenza sconfitto 2 a 1 al Marulla dalla Sampdoria che resta...

Studenti travolti da un Tir: muore 17enne, grave la sorella di...

SANREMO - Travolti da un Tir con l'autista fuggito senza prestare soccorso. La tragedia si è consumata a Bussana, frazione di Sanremo ed è...

Super Tutino (doppietta) fa volare il Cosenza. Segna anche Frabotta, Lecco...

LECCO - Ancora lui, super Gennaro Tutino. Una doppietta nel primo tempo dell'attaccante napoletano (sono 12 le reti per lui in stagione al netto...