Cosenza ai piedi di Tutino: doppietta favolosa ma non basta, pari Spezia. Sfumano i play-off

La doppietta di un super Gennaro Tutino permette all'attaccante di eguagliare il record di 19 reti di Marco Negri in serie B. Cosenza Spezia finisce 2 a 2 ma è comunque festa al Marulla

COSENZA – Il Cosenza saluta il Marulla con un pareggio per 2 a 2 contro lo Spezia che alla fine cambia poco la sostanza di una giornata che non avrebbe comunque consentito ai rossoblu di sperare ancora nei play-off, viste le vittorie di Brescia e Sampdoria. Davanti ad oltre 10mila spettatori e un tifo infernale è Gennaro Tutino a prendersi la scena con una doppietta meravigliosa, che consente all’attaccante del Cosenza di raggiungere quota 19 reti eguagliando il record di Marco Negri che resisteva dalla stagione 1993-1994. La prima rete a inizio gara con una punizione a giro che non lascia scampo a Zoet. Lo Spezia pareggia in pieno recupero con Reca dopo che Micai aveva respinto un calcio di rigore a Verdi e con un finale di tempo nervosissimo.

A inizio ripresa Tutino realizza il goal dell’anno con un colpo di tacco volante su assist di Antonucci e riportando il Cosenza avanti. Ma lo Spezia non molla e dopo aver sfiorato il pari in diverse occasioni, con Micai chiamato agli straordinari, trova il meritato pareggio con la conclusione di Elia dalla distanza. Poi, in pieno recupero, Vignali di piatto realizza la rete del 2 a 3 che significa salvezza, ma il Var cancella il goal dei liguri per posizione di fuorigioco. La gara finisce comunque tra gli applausi del Marulla per una stagione conclusa comunque in crescendo e il giro di campo dei calciatori a prendersi gli applausi dei suoi tifosi. Ora l’ultima gara a Como ancora non matematicamente promosso, poi si penserà a progettare il futuro.

 

Cosenza-Spezia: le scelte di Viali

Il tecnico del Cosenza ritrova Micai in porta, ma deve fare a meno a centrocampo di Calò (squalificato) e decide di schierare dal primo minuto Viviani. Rispetto al match di Ascoli ci sono delle novità: in difesa rientra Venturi dopo la squalifica, Zuccon torna titolare sulle mediana, mentre in attacco Mazzocchi è preferito a Forte. SI gioca davanti a poco più di 10mila spettatori.

Subito Tutino con un gioiello su punizione: sono 18 in campionato

Pronti via e Cosenza subito in vantaggio. Minuto 5′ e Tutino si guadagna un calcio di punizione dai 25 metri. Calò, lo specialista, è squalificato. Allora sulla palla va lo stesso Tutino e il risultato non cambia. Destro a giro che supera la barriera e si insacca nel sette con Zoet immobile. Il Marulla esplode e osanna il suo attaccante che fa 18 in campionato ab miglior marcatore di sempre con il Cosenza in una sola stagione. La rete galvanizza il Cosenza che continua ad attaccare creando un paio di pericoli con Antonucci e lo stesso Tutino, ma lo Spezia si salva.

Spezia pericoloso su punizione. Cosenza con Meroni e Marras

Lo Spezia si vede per la prima volta al 14’e poi al 15′ con due calci di punizione. Sulla prima conclusione di Verdi Micai respinge con i pugni. Sulla seconda Hristov calcia sull’esterno della rete. AL 25′ la girata di Verde termina alta sulla traversa, poi è il Cosenza a costruire due buone occasioni. La prima con un colpo di testa di Meroni che chiama Zoet alla parata in angolo. La seconda al 29′ con una girata in area di Marras che spara sull’esterno della rete. Lo Spezia comunque ci prova e al 31′ torna a rendersi minaccioso. Conclusione in area deviata da Venturi sulla quale per poco Di Serio, in scivolata, non riesce a correggere in rete.

Micai para un rigore a Verde. Reca pareggia ma Cosenza furibondo

Il Cosenza agisce quasi sempre sulla corsia dove agisce Marras, con Antonucci che svaria a tutto campo. Al 39′ ancora Spezia alla conclusione con un colpo di testa di Nikolaou che termina alto sulla traversa. Al 42′ primo intervento di Micai che si oppone in tuffo alla conclusione dalla distanza di Salvatore Esposito che recupera la sfera e va al tiro dopo un fallo non fischiato su Antonucci. Lo Spezia chiude la prima frazione in attacco e in pieno recupero trova il pareggio ma succede di tutto con un parapiglia che il direttore di gara fatica a gestire. Il signor Sacchi richiamato al Var concede un calcio di rigore agli ospiti per un tocco di mani di Viviani. Micai intuisce la conclusione di Verde e respinge in angolo. Sulla susseguente battuta dal corner Reca insacca sotto porta di testa, tutto il del Cosenza protesta per un tocco di braccio. Il goal viene convalidato mentre in campo succede di tutto con l’espulsione dalla panchina di Kevin Marulla.

Magia di tacco di Tutino: goal capolavoro. Cosenza ancora avanti

La ripresa si apre con l’ingresso di Vignali per Mateju e con Micai che deve opporsi in tuffo alla conclusione velenosa di Di Serio dalla distanza. Capovolgimento di fonte  con un tiro-cross velenoso di Marras deviato in angolo da Zoet. Sulla battuta da corner cross in area di Antonucci e Tutino si inventa il goal dell’anno con un colpo di tacco al volo che manda il pallone nell’angolo. Un goal meraviglioso che fa esplodere il Marulla. Rete numero 19′ in campionato e record di Negri eguagliato. Cosenza ancora pericoloso al 59′ con Mazzocchi. Sventola dalla distanza che Zoet blocca a terra.

Micai super su Reca, poi Marras salva sulla linea

AL 61′ Micai si salva con i piedi respingendo la conclusione del solito Reca. Sulla ribattuta si avventa Pio Esposito che conclude in porta ma MArras sulla linea respinge la minaccia. Girandola di cambi da una parte e dall’altra. Nel Cosenza dentro Fontanarosa e Voca per Venturi e Viviani. Al 70′ il portiere del Cosenza si ripete sul colpo di testa di Francesco Pio Esposito prima deviando la conclusione poi bloccando il pallone prima che oltrepassi la linea di porta.

Elia dalla distanza, Micai è battuto. Pareggio dello Spezia

Lo Spezia attacca a testa bassa e al 73′ raccoglie i frutti della sua pressione trovando il goal del pareggio con una conclusione dalla distanza di Elia che sorprende Micai e spedisce il pallone nell’angolino alla destra del portiere rossoblu. Entrano Florenzi e Forte per Antonucci e Mazzocchi. Proprio Florenzi scalda le mani a Zoet con un rasoterra dal limite dell’area.

Vignali al 94′, ma è fuorigioco. Finisce 2 a 2

I ritmi calano vertiginosamente anche perchè per i rossoblu non arrivano buone notizie da Brescia e Genova. E allora lo Spezia ne approfitta con Vignali che prima impegna Micai poi al 94′ di piatto trova la rete del 3 a 2. Ma il Var annulla per posizione di fuorigioco. La gara finisce comunque tra gli applausi dei tifosi e i calciatori che salutano gli oltre 10mila accorsi a tifare i lupi.

———————————————————————–

COSENZA CACLIO (3-5-2):  Micai; Meroni, Camporese, Venturi (62′ Fontanarosa); Marras, Zuccon, Viviani (62′ Voca), Antonucci (76′ Florenzi), D’Orazio; Mazzocchi (76′ Forte), Tutino (88′ Canotto)
Panchina: Marson, Cimino, Gyamfi, Fontanarosa, Frabotta, Praszelik, Voca, Florenzi, Canotto, Forte, Crespi, Novello
Allenatore: William Viali

SPEZIA CALCIO (4-3-2-1): Zoet; Mateju (46′ Vignali), Hristov, Nikolaou, Reca (61′ Elia); Bandinelli (61′ Bertola), Nagy, S. Esposito; Verde (84′ Falcinelli), Di Serio (79′ Kouda); P. Esposito
Panchina: Zovko, Wisniewski, Tanco, Elia, Gelashvili, Bertola, Vignali, Jagiello, Kouda, Cipot, Falcinelli, Moro
Allenatore: Luca D’Angelo

Arbitro: Signor Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Signori Stefano Del Giovane di Albano Laziale e Marco Ricci di Firenze
IV Uomo: Signor Domenico Castellone di Napoli
SALA VAR: VAR signor Francesco Meraviglia di Pistoia, AVAR signor Daniele Minelli di Varese

Ammoniti: Reca (S), Viviani (C), Marras (C), P-. Esposito (S), Micai (C), Fontanarosa (C), Nikolaou (S)
Espulsi: 

Angoli: 5-15
Recupero: 3′ p.t. – 4′ s.t.

Note: Pomeriggio soleggiato e primaverile a Cosenza con una temperatura di circa 25 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti poco più di 10mila spettatori con un centinaio di tifosi dello Spezia sistemati nel settore ospiti. A fine primo tempo espulso dalla panchina Kevin Marulla per proteste.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Rende, brucia la discarica a cielo aperto su viale Principe: in fiamme l’ammasso di...

RENDE - Nuovo incendio intorno alle 13, nell'area di viale Principe dove da tempo, è presente una vera e propria discarica di rifiuti a...

Tragico incidente sulla Statale 106 Jonica, muore un giovane di 24 anni

CROPANI (CZ) - Ennesimo incidente stradale sulla Strada Statale 106 jonica. Secondo quanto emerso, nell'impatto che ha visto coinvolte due auto e una motocicletta,...

A Montalto Uffugo bassa l’affluenza alle 12 al ballottaggio: 12,3% degli aventi diritto

MONTALTO UFFUGO (CS) - Si sono regolarmente aperte stamattina le operazioni di voto nei tre comuni della Calabria interessati al turno di ballottaggio per...

“Valli dell’innovazione”: l’Unione europea premia 16 regioni, anche la Calabria

BRUXELLES - Piemonte, Liguria, Lombardia, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, provincia autonoma di Bolzano e di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e...

Si Cobas Calabria esulta per le assunzioni a tempo indeterminato della figura di Oss

CATANZARO - Il Si Cobas Calabria rappresentato dai coordinatori regionali Roberto Laudini e Simone Scandale esprime soddisfazione per le assunzioni a tempo indeterminato della...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Con Ursino e Delvecchio il Cosenza può davvero puntare al salto...

COSENZA - Sono bastate le parole, nette, chiare e dirette, di un professionista, ma anche di un vecchio volpone del calcio come Beppe Ursino,...

Cosenza Calcio: Ursino «voglio vincere, ma non dobbiamo sbagliare». Delvecchio «voglia...

COSENZA - C'era Entusiasmo, ambizione e tantissima voglia di mettersi subito al lavoro e fare bene nelle parole dei due nuovi protagonisti del futuro...

Il Cosenza riscatta Gennaro Tutino, l’annuncio di Guarascio

COSENZA - Il giorno delle presentazioni in casa Cosenza, ma anche delle risposte. Questa mattina, nella sala 'Bergamini' dello stadio San Vito - Marulla,...

Inizia l’era di Gennaro Delvecchio al Cosenza. Ufficializzato il nuovo DS,...

COSENZA - Dopo il direttore generale Ursino, ecco l'ufficializzazione anche di Gennaro Delvecchio, nuovo DS del Cosenza Calcio con un contratto di due anni....

BHICA, la maison di benessere luxury tutta calabrese che sta conquistando...

COSENZA - Si chiama BHICA, acronimo di Biological Healthy Italian Calabria Attitude, ed è la startup del benessere "Made in Calabria" che si posiziona...

Cosenza: la Villa Vecchia tornerà all’antico splendore: oltre 2 milioni per...

COSENZA – La Villa Vecchia di Cosenza, uno dei luoghi simboli della città, con il suo polmone verde risalente al 1600, è pronta a...