carcere

Mendicino, in carcere madre e figlio condannati per estorsione

I due avrebbero dato alle fiamme il negozio di un fioraio.

COSENZA – Madre e figlio finiscono in carcere. I carabinieri di Mendicino hanno arrestato un giovane di 31 anni, Francesco Filice, disoccupato, che deve scontare una pena di 2 anni, sei mesi e 29 giorni per estorsione aggravata, commessa in concorso con sua madre. Il giovane è stato portato nel carcere di Cosenza. La madre, Maria Antonietta Chiappetta, 53 anni, che non era stata trovata al suo domicilio, si era intanto consegnata volontariamente al carcere femminile di Castrovillari. I due tra il 2011 e 2012 avrebbero posto in essere una serie di minacce ai danni di un negozio che vendeva fiori culminate nell’incendio dell’esercizio. Entrambi sono stati accusati di estorsione, illecità concorrenza con minaccia, violenza e danneggiamento seguito da incendio.