Incendia l’auto dei vigili, voleva 70mila euro dal Comune per un terreno

Un tentunenne è stato arrestato dai carabinieri perchè ritenuto l'autore dell'incendio dell'unica autovettura in dotazione ai vigili urbani data alle fiamme nella notte fra il 21 e il 22 aprile scorsi

SAN GIORGIO MORGETO (RC) – E’ stato fermato ad Aosta dai carabinieri il presunto incendiario che, nella notte fra il 21 e il 22 aprile scorsi, si era introdotto nel cortile antistante gli uffici comunali di San Giorgio Morgeto, comune in provincia di Reggio Calabria, ed aveva dato alle fiamme la macchina di servizio della polizia locale. Quella notte, malgrado il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco e dei militari dell’Arma, la vettura, unica in uso ai vigili urbani, era andata completamente distrutta e, nel successivo incendio scaturito, le fiamme avevano danneggiato il cortile e i muri della sede del Comune.

Si tratta di un pregiudicato 31enne originario di San Giorgio Morgeto che da anni si alternava fra Calabria e Val D’Aosta. Le indagini dei carabinieri anche attraverso l’analisi dell’impianto di videosorveglianza del Comune, avevano permesso di ricostruire quanto accaduto nella notte del 22 aprile. L’incendiario si era infatti introdotto nel parcheggio dei mezzi comunali scavalcando la recinzione e aveva versato del liquido infiammabile sull’auto della polizia locale, dandola così alle fiamme.

La mattina prima dell’incendio

La precedente mattina prima del rogo, l’uomo si era recato presso l’ufficio tecnico del Comune di San Giorgio Morgeto, pretendendo dagli impiegati la consegna di 70mila euro come “giusta indennità” per l’esproprio di un appezzamento di terreno di proprietà della sua famiglia, incamerato 25 anni fa perché ritenuto di pubblica utilità per la realizzazione della Pedemontana, importante asse viario che congiunge i comuni dell’entroterra del comprensorio della piana di Gioia Tauro.

Ad incidere, in seguito, sulle valutazioni effettuate dal Gip di Palmi in merito alla sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza a carico dell’arrestato, è stato anche il valore probatorio dei capi di vestiario sequestrati il giorno dopo dai carabinieri nel corso della perquisizione dell’abitazione provvisoria del 31enne. In particolare, il Giudice ha ricavato il proprio convincimento circa il riconoscimento dell’incendiario, nonché l’attribuibilità soggettiva allo stesso della condotta delittuosa dal sequestro di un paio di guanti in lattice intrisi di benzina e di alcuni vestiti i cui loghi erano stati immortalati dalle videocamere dell’impianto di sorveglianza pubblico.

Inoltre, ai fini dell’imputazione provvisoria, ha influito il grave rischio che l’incendio dell’autovettura della polizia municipale si propagasse all’intero edificio comunale per via delle bandiere istituzionali esposte all’esterno, che venivano lambite dalle fiamme. Fondamentale per l’esecuzione della misura cautelare la sinergia fra i carabinieri reggini e i corrispettivi valdostani che ha permesso di individuare dove il 31enne aveva trovato appoggio una volta partito da San Giorgio Morgeto. Sulla base di quanto osservato al momento dell’arresto, già allontanatosi dal territorio nazionale dopo i fatti di aprile, il pregiudicato aveva in programma di recarsi nuovamente all’estero.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

naufragio-cutro

Naufragio di Cutro, i familiari delle vittime: «dal governo solo parole, si vergogni»

CROTONE - "Non è facile tornare. È una cicatrice che si riapre. Siamo qui a chiedere verità e giustizia che non abbiamo visto per...
Lucano-naufragio-Cutro

Lucano: «a un anno dal naufragio di Cutro il mondo è peggiorato»

CROTONE - "La causa principale di quello che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio,...
auto carabinieri

Ancora intimidazioni a Pannaconi: dopo il parroco presa di mira un’operatrice culturale

CESSANITI (VV) - Una lettera anonima contenente insulti e minacce è stata fatta recapitare a Pannaconi, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia,...
Granata_Caracciolo

Granata attacca il sindaco di Montalto: «dica ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione»

MONTALTO UFFUGO (CS) - "Pietro Caracciolo deve dire ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione in questi anni". Così esordisce Maximiliano Granata, presidente del...
insieme-per-il-futuro-castrovillari

Centro per l’impiego, anche da Castrovillari l’accordo per avvicinare gli studenti al lavoro

CASTROVILLARI (CS) – É stato presentato presso l’Aula Magna dell'Istituto Tecnico Industriale "E. Fermi" di Castrovillari il protocollo d’intesa "I Network Territoriali per le...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Rende: seminario sul “Codice Braille: tradizione, innovazione e versatilità”

RENDE – Sarà la città di Rende ad ospitare l’evento principale della 17ª Giornata Nazionale del Braille che celebra la sua importanza e la...

Imboscati in sanità: Opi Cosenza «una mortificazione, c’è bisogno di una...

COSENZA - «“Imboscati” è un termine che onestamente mortifica qualunque tipologia di lavoratore. Generalizzare non fa altro che porre tutto sullo stesso piano. Semmai...

Asp Cosenza: dichiarato illegittimo l’incarico di sostituzione di Direttore della UOC...

COSENZA - Il Tribunale di Castrovillari, con sentenza depositata oggi, in accoglimento delle tesi difensive dell’avvocato Claudio Roseto, ha dichiarato l’illegittimità dell’incarico di sostituzione...

Tifosi in trasferta danneggiano e rubano all’autogrill sull’A2, scatta il Daspo

VIBO VALENTIA - Una cinquantina di tifosi siciliani, lo scorso 3 dicembre, mentre erano in transito sulla corsia nord dell’autostrada A2, si fermarono all'autogrill...

Scoperto un nascondiglio per la droga, arrestato un sessantunenne

ROCCELLA JONICA (RC) - I carabinieri nel corso di una perquisizione domiciliare in un'abitazione nel cuore del centro storico del paese hanno individuato una...

Orrore a Fuscaldo, l’appello di Animal Protection «c’è una persona armata...

FUSCALDO (CS) - Simba ucciso brutalmente e poi un altro povero cane, investito e avvelenato. E' accaduto a Fuscaldo e nella stessa zona. Nel...