"Lande Desolate", assolto l'ex presidente Mario Oliverio - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

“Lande Desolate”, assolto l’ex presidente Mario Oliverio

Avatar

Pubblicato

il

L’ex governatore calabrese era accusato di corruzione e abuso d’ufficio. La sentenza emessa al termine del processo con rito abbreviato

 

CATANZARO – Aveva scelto di essere giudicato con il rito abbreviato l’ex presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, nell’ambito dell’inchiesta “Lande Desolate” e accusato di corruzione e abuso d’ufficio. Oliverio è stato assolto perché il fatto non sussiste. La sentenza è stata emessa dal gup del Tribunale di Catanzaro, Giulio De Gregorio al termine del processo con rito abbreviato. La Procura aveva chiesto per Oliverio una condanna a 4 anni e 8 mesi di carcere.

L’ex presidente Oliverio, difeso dagli avvocati Enzo Belvedere e Armando Veneto, era stato raggiunto quando era ancora in carica, da una misura dell’obbligo di dimora, prima confermata dal Tribunale della Libertà, poi annullata dalla Corte di Cassazione. Soddisfazione nelle parole dell’avvocato difensore Enzo Belvedere: «E’ stato assolto per una misura cautelare che l’aveva colpito proprio nel momento in cui era presidente e aveva avuto un provvedimento cautelare restrittivo. Oggi il Gup ha detto che “il fatto non sussiste” assolvendolo con la formula più ampia. Oliverio ovviamente è molto soddisfatto perché da questa assoluzione nasce il riscatto rispetto al danno alla sua immagine, tant’è che la segreteria romana proprio a causa di questo processo non aveva voluto ricandidarlo. Non meritava questo trattamento dopo tanti anni di politica».

Al centro dell’inchiesta presunti illeciti commessi nelle procedure di affidamento di gara relative a importanti opere pubbliche (tra cui i lavori di piazza Bilotti a Cosenza, gli impianti sciistici di Lorica e l’aviosuperficie di Scalea). Oliverio è stato l’unico imputato a essere giudicato in abbreviato, tutti gli altri imputati saranno processati con rito ordinario. L’udienza è fissata per il 7 ottobre. Secondo l’ipotesi accusatoria, gli imputati avrebbero cercato di rallentare l’esecuzione dei lavori di Piazza Bilotti, eseguiti dal “gruppo Barbieri” che, in cambio, avrebbe ottenuto ulteriori finanziamenti per altri lavori ritenuti dall’accusa “non dovuti né legittimamente esigibili”. Rallentamento, secondo la Procura Catanzaro, il cui fine era di natura politica per non far inaugurare al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto – che in quel periodo era ricandidato – la piazza che si trova nel centro cittadino.

Prosciolti Adamo e Bruno Bossio

La deputata del Pd Enza Bruno Bossio e  Nicola Adamo, già vice presidente della Giunta regionale della Calabria, sono stati prosciolti stamattina davanti al gup del tribunale di Catanzaro, che ha emesso la sentenza in rito ordinario decidendo il non luogo a procedere perché il fatto non sussiste. L’on. Bossio e Adamo – difesi dall’avvocato Ugo Celestino – erano accusati di corruzione.

Andranno a processo tutti gli altri indagati che avevano scelto di essere giudicati con rito ordinario e oggi rinviati a giudizio: Giorgio Ottavio Barbieri, Carlo Cittadini, Vincenzo De Caro, Ettore Della Fazia, Gianbattista Falvo, Gianluca Guarnaccia, Carmine Guido, Rosaria Guzzo, Pasquale Latella, Damiano Francesco Mele, Marco Trozzo, Francesco Tucci, Arturo Veltri, Luigi Giuseppe Zinno.

 

 

Calabria

Nelle scuole calabresi arriva il CinemAmbulante con la rassegna a tema ambientalista

In partenza oggi, il progetto coinvolgerà sei istituti delle cinque province, portando tra gli studenti cortometraggi dedicati all’ambiente

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Saranno sei, distribuiti per tutte le province, gli istituti coinvolti nel progetto Eco Cinema – Film per l’ambiente, il programma educativo dedicato agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di primo grado che utilizza il cinema per trasmettere conoscenze e sensibilità per le tematiche ambientali.

La rassegna avrà come focus temi ambientalisti e cercherà di trasmettere ai ragazzi e alle ragazze valori di sostenibilità e tutela del territorio. Tutto ciò grazie alla proiezione di cortometraggi del mondo del cinema di animazione contemporaneo, approvati anche da Unicef Italia, dai quali gli studenti potranno prendere spunto per dare vita a incontri e dibattiti in cui esprimersi e confrontarsi.

«Verrà utilizzato un linguaggio semplice, innovativo e di forte impatto del cinema di animazione contemporaneo per veicolare messaggi importanti. Verranno forniti inoltre materiali informativi, tra cui un manuale realizzato da personalità impegnate sulle questioni ambientali, e realizzati laboratori didattici» sottolinea CinemAmbulante, associazione culturale ideatrice di Eco Cinema – Film per l’ambiente, che organizza progetti di promozione sociale e culturale e di diffusione del linguaggio audiovisivo in Calabria.

Si partirà lunedì 6 dicembre per un totale di sette date che toccheranno tutte le province: il 6 e il 7 dicembre le proiezioni si svolgeranno presso l’Istituto Comprensivo Garibaldi-Buccarelli di Vibo Valentia; il 12 presso l’istituto comprensivo di Davoli, in provincia di Catanzaro; il 13 dicembre doppio appuntamento per il Dante Alighieri di San Giovanni in Fiore, nella provincia cosentina, con le scuole medie nella mattinata e le quinte nel pomeriggio; il 14 la rassegna si sposterà nuovamente a Vibo Valentia presso l’istituto Murmura; il 15 sarà la volta dell’istituto San Sperato-Cardeto di Reggio Calabria; e infine l’Istituto Omnicomprensivo Diodato Borrelli di Crotone, venerdì 16 dicembre, data che chiuderà la rassegna.

L’iniziativa, che si inserisce in un programma più ampio di diffusione della cultura ambientale, è realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola, promosso da MiC-Ministero della Cultura e MI-Ministero dell’Istruzione.

Continua a leggere

Calabria

«Oltre a Ponte sullo Stretto ci auguriamo migliorie in Parlamento su Statale 106»

Lo ha detto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, parlando con i giornalisti a margine del primo Festival delle Regioni e delle Province Autonome

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – “La disponibilità dell’Unione europea a fare la sua parte per la realizzazione del Ponte sullo Stretto, in termini di investimenti economici, è un fatto importante che certifica la strategicità di un collegamento stabile fra Calabria e Sicilia, e soprattutto il valore di una grande opera che rientra a pieno titolo nelle reti trans-europee di trasporto“. Lo ha detto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, parlando con i giornalisti a margine de “L’Italia delle Regioni”, il primo Festival delle Regioni e delle Province Autonome, in corso a Milano.

“Questo ulteriore passo in avanti dà concretezza all’impegno profuso in queste settimane dal ministro Salvini, che si è battuto anche per inserire in legge di bilancio 3 miliardi di euro per la Strada Statale Jonica. Oltre al Ponte servono, infatti, altre infrastrutture fondamentali per far compiere alla Calabria, e a tutto il Mezzogiorno, un salto in avanti nel futuro in termini di mobilità, collegamenti e spostamenti di merci e persone. Siamo felici per l’attenzione del governo sulla SS106, e ci auguriamo che la norma possa essere ulteriormente migliorata durante il suo passaggio parlamentare”, ha sottolineato il governatore Occhiuto.

Continua a leggere

Calabria

Covid: in Calabria 276 contagi e 4 vittime, positività 15,21%

Ad oggi il totale dei tamponi eseguiti è di 4.024.220 con 600.278 positivi. I dati sono comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Sono 276 i contagi da Covid 19 emersi nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività che scende al 15,21% dal 20,63%. Le vittime restano stabili a 3.134. Negli ospedali – nel saldo tra ingressi e uscite – aumentano di 7 i ricoverati in area medica (151) e diminuiscono di uno in terapia intensiva (4).

I casi attivi sono 7.372 (+115), gli isolati a domicilio 7.217 (+109) ed i nuovi guariti 161. I dati sono comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria. Ad oggi il totale dei tamponi eseguiti è di 4.024.220 con 600.278 positivi. A livello provinciale, i casi sono così distribuiti:,  Catanzaro casi attivi 1716 (39 in reparto, 3 in terapia intensiva, 1674 in isolamento domiciliare); casi chiusi 103076 (102680 guariti, 396 deceduti). Cosenza: casi attivi 2369 (58 in reparto, 0 in terapia intensiva, 2311 in isolamento domiciliare); casi chiusi 174979 (173602 guariti, 1377 deceduti). Crotone: casi attivi 216 (6 in reparto, 0 in terapia intensiva, 210 in isolamento domiciliare); casi chiusi 57566 (57295 guariti, 271 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 2377 (37 in reparto, 1 in terapia intensiva, 2339 in isolamento domiciliare); casi chiusi 199055 (198174 guariti, 881 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 506 (11 in reparto, 0 in terapia intensiva, 495 in isolamento domiciliare); casi chiusi 51147 (50957 guariti, 190 deceduti).

Continua a leggere

Di tendenza