Università della Calabria: la viabilità è l’incubo di pedoni e autisti – VIDEO

Nonostante il Comune di Rende chieda agli studenti di pagare il parcheggio per andare a lezione, i servizi resi in termini di sicurezza stradale sono inesistenti

RENDE (CS) – Pericolose per pedoni e autisti. Le strade che costeggiano l’Università della Calabria sono l’incubo di residenti, pendolari e studenti. Prive di illuminazione, marciapiedi e segnaletica orizzontale, minacciano l’incolumità di chi le attraversa. L’unica eccezione è il Viale delle Scienze, il tratto viario gestito dalla Direzione Tecnica e Patrimonio Immobiliare dell’Unical. Una strada degna di una città europea che rende giustizia al prestigio e all’autorevolezza dell’ateneo, eccellenza accademica riconosciuta a livello internazionale.

strada unical map

La disastrosa viabilità dell’Unical, al buio con le torce del telefono

Il resto, di pertinenza del Comune di Rende, è un disastro. I servizi alla viabilità nell’area di Arcavacata, in prossimità del Campus, sono inesistenti. Le strade buie vengono percorse a piedi dai ragazzi, armati di buona volontà, con le torce del cellulare accese per evitare di inciampare e rotolare giù tra i campi. Senza considerare i risvolti drammatici per facili prede di malintenzionati che, in assenza di lampioni e sistemi di videosorveglianza, potrebbero agire indisturbati con scippi e molestie. Ad aggravare la situazione i crateri delle buche che rendono il manto stradale una groviera, costringendo gli automobilisti ad acrobatiche gimkane con la speranza di non impattare frontalmente con i veicoli che arrivano dall’opposto senso di marcia. Gli incroci, rigorosamente non segnalati, regalano invece brividi a chi non conosce la zona e percorre le strade di Arcavacata.

pedoni al buio unical 03

Il Comune di Rende multa, ma non ripara

Una realtà che mal si sposa con la scelta dell’ex Giunta Manna, il Comune si ricorda è stato sciolto per infiltrazioni mafiose da qualche mese, di istituire le strisce blu. Nonostante la Giunta Manna per la prima volta nella storia dell’Università della Calabria abbia deciso di far pagare il parcheggio agli studenti che vanno a lezione, i servizi loro resi in termini di viabilità erano e rimangono una chimera. Ciò non ha comunque impedito all’amministrazione comunale di perseverare, in nome di una città “più smart”, aumentandone nel 2022 numero e perimetro per poi continuare a lamentare la carenza di fondi necessari a mettere in sicurezza il reticolo di strade che circonda l’Unical.

pedoni al buio unical 04

Rete viaria, il Comune di Rende tenta di reperire i fondi

Dalle informazioni reperite tra gli uffici comunali, pare che la terna commissariale stia effettuando una verifica delle disponibilità economiche per intervenire sulle criticità delle strade del territorio. Sarebbe in itinere l’indizione di una gara d’appalto per la segnaletica, ma non è dato sapere se Arcavacata sia stata inserita o meno tra le aree da mettere in sicurezza. Allo stato attuale servirebbero fondi per rivedere la viabilità dell’intera area che presenta storici vizi di tracciato. Risorse che però sono state reperite per altri quartieri rendesi:
– ad aprile 2023 circa 40mila euro per “lavori di manutenzione straordinaria per ripristino tratti di pavimentazione stradale”;
– a maggio 2023 circa 575mila euro “per interventi di decoro urbano e riqualificazioni direttrici viarie di Quattromiglia, Commenda e Roges”;
– il 30 ottobre invece sono stati liquidati 175mila euro per “lavori di manutenzione straordinaria viabilità comunale e integrazione di elementi di arredo urbano” all’impresa Gifra. Nessun intervento ad oggi ha però coinvolto le strade che circondano l’Università della Calabria, frequentata quotidianamente da circa 30mila studenti.

pedoni al buio unical 02

- Pubblicità Sky-

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Categorie

Correlati

L’ex prefetto di Cosenza Galeone a processo, colpo di scena: intercettazioni...

COSENZA - Su 24 telefonate ne mancano 18. Colpo di scena nel processo che vede imputata Paola Galeone, ex prefetto di Cosenza accusata di...

Sanità a processo: nei falsi bilanci dell’Asp di Cosenza milioni di...

COSENZA – Decine di milioni di euro che appaiono e scompaiono dai bilanci della sanità calabrese. L'alterazione dei documenti contabili dell'Asp di Cosenza è...

A Rende si costruisce un asilo in un parco pubblico. Ma...

RENDE (CS) - Rende città cantiere. Costruire un asilo in un parco pubblico a poco più di 500 metri da una scuola abbandonata. L’idea...

Infiltrazioni mafiose a Rende, l’ex assessore Munno: «Lavori in corso sono...

RENDE (CS) – Cantieri e transenne colorano la città di Rende. Lo scioglimento per infiltrazioni mafiose non ha fermato le opere pubbliche progettate dalla...

Ex Hotel La Fenice, in Sila 88 migranti ospitati ‘in famiglia’...

SPEZZANO SILA (CS) - Sono circa 100 le persone ospitate nell’ex Hotel La Fenice di Spezzano Sila. Lamentano di soffrire il freddo e di...

«Non è vero», acceso confronto in Tribunale tra l’ex Prefetto di...

COSENZA – Una raffica di «non è vero» ha animato questa sera il Tribunale di Cosenza. Acceso confronto tra l’ex prefetto di Cosenza, Paola...