Confindustria Cosenza: «Dobbiamo reagire, senza crescita non si va da nessuna parte» - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Confindustria Cosenza: «Dobbiamo reagire, senza crescita non si va da nessuna parte»

Lo ha detto il presidente degli industriali cosentini, Fortunato Amarelli, nel corso dei lavori dell’assemblea con imprese e istituzioni

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – «Dobbiamo avere la capacità di reagire perché senza crescita non si va da nessuna parte». Lo ha detto il presidente degli industriali cosentini, Fortunato Amarelli, nel corso dei lavori dell’assemblea di Confindustria che ha riunito nella sua sede i rappresentanti delle imprese e delle istituzioni. «La crescita – ha aggiunto Amarelli – è una responsabilità collettiva perché le aziende creano lavoro e il lavoro sostiene la crescita. È fondamentale non perdere nessuna impresa e nessuno stipendio. Abbiamo bisogno di agevolazioni concrete perché non cessa il ritmo di crescita dell’inflazione e la capacità di acquisto si è ridotta del venti per cento. Una situazione che richiede una reazione di insieme». Il presidente Amarelli si è soffermato anche sull’importanza della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Sulla manovra di bilancio in discussione in Parlamento è intervenuto il vicepresidente nazionale di Confindustria, Emanuele Orsini secondo il quale è in corso l’interlocuzione con il Governo. «Riguardo il Sud, riteniamo che manchino investimenti mirati e non ci siano nuove risorse per le Zes. Dobbiamo riattivare le moratorie per chi ha necessità di supporto e gli aiuti per generare nuovi finanziamenti alle imprese, incrementando il plafond da cinque a dieci milioni di euro».

Per il presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, «il Pnrr legato al Por Calabria ed al Fondo di sviluppo e coesione potrebbe garantire una crescita di medio lungo periodo. Il Mediterraneo diventa strategico per inaugurare una nuova stagione geopolitica che possa incidere sull’economia del Paese e dei nostri territori».

Sui cambiamenti connessi ai processi di transizione ecologica, digitale, sociale ed economica c’è stato un confronto, moderato dal direttore di Confindustria Cosenza, Rosario Branda, il sindaco del capoluogo, Franz Caruso, che ha rilevato come «l’occasione sia stata utile per rafforzare il dialogo e per contribuire ad agire nell’interesse della comunità”; il docente della “Luiss School of Government”, Massimiliano Panarari; il presidente di Assafrica e Mediterraneo, Massimiliano Dal Checco; il vicepresidente e presidente del “Comitato Mezzogiorno e Isole” dell’Ance, Giovan Battista Perciaccante; il vicepresidente di Confindustria Orsini e l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Rosario Varì.

Nei processi di sviluppo, è stato affermato nel corso del confronto, hanno sempre un ruolo fondamentale le infrastrutture perché servono a ridurre l’impatto ambientale ed a favorire le interconnessioni. “Dal punto di vista economico – ha detto il presidente Perciaccante – l’edilizia si conferma come uno dei principali motori dell’economia, tanto per le ricadute sulla filiera quanto per l’occupazione che genera. Le opere previste dal Pnrr vanno messe in cantiere da subito e in tutto questo occorrerà che i lavori prevedano il coinvolgimento delle imprese locali perché così, da un lato, si aiutano le imprese a crescere e, dall’altro, migliora l’occupazione».

“Le transazioni – ha affermato Massimiliano Panarari – caratterizzano i processi economici e sociali. L’importante è contribuire alla loro pianificazione. Si può partire da una nuova narrazione del Sud, che potremmo definire ‘neomeridionalista’ ma che incrocia tutta una serie di questioni nazionali. Serve costruire un’idea di cultura positiva del produrre e del fare, e non ‘antindustriale’, che sia in grado di cogliere le opportunità e rifiuti le tentazioni troppo assistenzialistiche perché quello di cui abbiamo veramente bisogno è una società basata sulla formazione continua e sulla dignità del lavoro”.

Nel corso dell’Assemblea è stato dato spazio ai temi di respiro internazionale, con particolare interesse ai Paesi in crescita. “In una situazione geopolitica come quella attuale – ha detto Massimiliano Dal Checco – l’Africa avrà un ruolo sempre più importante dal punto di vista delle forniture sia di gas e di petrolio che di grano e altri cereali in sostituzione di quelli che importavamo dai paesi russofoni. Su questi territori arriverà nuovo sviluppo economico, con impatti positivi anche per l’Europa e l’Italia”.

Nel corso dell’iniziativa sono stati consegnati i riconoscimenti alle imprese aderenti da 50 e da 25 anni a Confindustria Cosenza. Sono state premiate Azzinnari Eugenio Eredi snc di Santa Sofia d’Epiro, Cinema Teatro San Marco di Corigliano Rossano, Mastrosimone Costruzioni srl di Montalto Uffugo, Parise Fratelli snc di Castrolibero, Ca.dis srl di San Marco Argentano, La Molazza sas di Corigliano Rossano, Edil s.d di Castrolibero, Calabra Maceri e Servizi spa di Rende e Italbacolor srl di Fuscaldo.

Area Urbana

Cosenza: esplode condotta d’acqua, disagi e danni al manto stradale

Disagi alla circolazione sul tratto interessata dalla copiosa fuoriuscita d’acqua. Sul posto si sono recati immediatamente i vigili del fuoco

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Una condotta d’acqua è scoppiata nel pomeriggio in centro città. La copiosa perdita si è verificata su via Roma, nei pressi della sede dell’Inps di Cosenza. La forza dell’acqua ha sollevato il manto stradale e si registrano disagi alla circolazione. L’acqua ha invaso il marciapiede che corre lungo via Caloprese fino a piazza Europa. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco di Cosenza.

Foto-video: Francesco Greco

Continua a leggere

Area Urbana

Shoa, la scuola ‘Don Milani-De Matera’ di Cosenza premiata dal Ministro Valditara

Due le scuole premiate in tutta Italia, tra cui quella cosentina. Una menzione speciale al Quirinale grazie al video elaborato in occasione della giornata della memoria

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Un “giorno della memoria” importante quello percorso dalla scuola calabrese quest’anno, in particolare dall’Istituto Comprensivo “Don Milani – De Matera” di Cosenza che, partecipando al concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah”, indetto dal Ministero dell’Istruzione e del Merito, ha ricevuto una menzione speciale con il video “Il filo della storia”. Grande l’emozione vissuta da Valeria e Ludovica che, in rappresentanza dei compagni delle quinte A e B del loro istituto, hanno ricevuto il premio dal Ministro Valditara in persona, partecipando alla cerimonia che si è svolta al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella.

“È con profondo orgoglio, anche in qualità di donna di Scuola – afferma il Vicepresidente con delega all’Istruzione Giusi Princi – che indirizzo un plauso al Dirigente scolastico Immacolata Cairo, alle docenti Dorotea Battista e Debora Gaudio e ai bambini delle quinte A e B dell’Istituto ‘Don Milani- De Matera’ per la capacità con cui sono riusciti a raccontare in chiave moderna, con originalità del metodo usato e adozione di un sistema innovativo di costruzione del video, una delle pagine più drammatiche della storia del ‘900.

Un riconoscimento che assume un valore ancor più alto se si considera che – continua il Vicepresidente – dei cinque istituti premiati, soltanto due sono le scuole primarie vincitrici, tra cui quella calabrese che, con il linguaggio semplice e immediato del video-racconto, è riuscita appunto dimostrare come la scuola debba essere il vero antidoto contro l’antisemitismo, la strada più importante per riconoscere la centralità della persona come indica la Costituzione. Ringrazio e mi complimento – conclude Giusi Princi – con la comunità scolastica cosentina per questa bella pagina fatta vivere alla Scuola calabrese tutta. Scuola calabrese tutta – puntualizza ancora Princi – caratterizzata da un alto senso di responsabilità e da capacità di interpretare con metodi didattici innovativi i bisogni dei nostri studenti”.

Continua a leggere

Area Urbana

A Rende arriva Beppe Grillo con il nuovo show ‘Io sono il peggiore’

Dopo un lungo periodo di silenzio, ritorna a Teatro con «lo spettacolo delle rivelazioni, – come lo definisce lui stesso – dove tutti sono coinvolti e nessuno è escluso!»

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE (CS) – Dopo un lungo periodo di silenzio, Beppe Grillo ritorna a Teatro con “Io sono il peggiore“, come lo definisce lui stesso: “lo spettacolo delle rivelazioni, dove tutti sono coinvolti e nessuno è escluso!“. Dalla religione alle silenziose guerre economiche, passando per il metaverso, fino al lato oscuro dell’ambientalismo, il grande ritorno sulle scene del comico italiano più spiazzante, caustico e “odiato” di tutti i tempi, come non si è mai visto. Durante lo spettacolo si avvarrà di immagini su un grande schermo e di contributi video via internet.

Tre le date in Calabria: 11 aprile al Teatro Comunale Grandinetti di Lamezia Terme, 13 aprile al Teatro Garden di Rende, 14 aprile al Teatro Vittoria di Diamante, inizio show ore 21:00. La prevendita dei biglietti è partita oggi su www.ticketone.it e in tutti i punti Ticketone (Prezzo dei biglietti, compreso diritti di prevendita: 1° settore €39,00; 2° settore €34,50; 3° settore €29,00; 4° settore €25,00). Informazioni allo  0968441888. Per Diamante bisogna rivolgersi alla biglietteria del Teatro (tel. 098581055). Le date calabresi del tour, distribuito come sempre da Marangoni Spettacoli, sono organizzate in Calabria dalla Show Net di Ruggero Pegna con la collaborazione dell’Associazione Teatrale I Vacantusi, Dedo Eventi e Tirreno Festival.

Continua a leggere

Di tendenza