Aggredisce un connazionale con calci e pugni, colpendolo alla testa: arrestato 31enne nel cosentino

La vittima è attualmente ricoverata nel reparto di Rianimazione all’Annunziata, in prognosi riservata, tuttora in pericolo di vita.

 

ROSSANO (CS) – Tentato omicidio: con questa accusa un 31enne romeno, residente a Rossano è stato arrestato ieri. Ha aggredito un connazionale con calci e pugni colpendolo alla testa con una bottiglia di vetro per un credito di pochi euro, ma è stato fermato dai Carabinieri. Il 31enne, nella tarda serata di ieri, ha raggiunto la vittima, di 56, nei pressi dell’abitazione in contrada Pirro Malena nel Comune di Rossano e, dopo aver chiesto i soldi, si è scagliato contro il connazionale ferendolo in modo grave. Sono intervenuti i Carabinieri, che hanno fatto intervenire il 118. Il 56enne è stato trasportato nell’Ospedale di Rossano; per le gravi ferite alla testa l’ uomo è stato trasferito nel nosocomio di Cosenza. E’ ricoverato nel reparto di Rianimazione con prognosi riservata ed è tuttora in pericolo di vita. I Carabinieri, sentite diverse testimonianze, sono risaliti al presunto responsabile che è stato arrestato.