Blackjack: le regole, i fondamentali del gioco

Un'analisi dei parametri da seguire per poter fare più punti dell'avversario, in un gioco cui nulla viene lasciato al caso

Non tutti i giochi di carte pretendono che i partecipanti gareggino direttamente tra loro. Nel blackjack, ad esempio, è il mazziere a doversela vedere di volta in volta contro ogni giocatore. Non si tratta di creare combinazioni di carte dal valore differente come nel poker: nel blackjack bisogna semplicemente fare più punti dell’avversario, rimanendo comunque entro certi parametri. Niente di trascendentale, alla fin fine: la soglia massima di punteggio consentita è pari a 21. Il blackjack condivide molti tratti con sette e mezzo, ma se in quest’ultimo la “matta” può agevolare facilmente la vittoria, questo non è possibile nel blackjack. Stiamo parlando pur sempre di due giochi diversi.

Originariamente noto come “21”, il blackjack è nato in Francia, ma è in America che ha conosciuto la sua massima diffusione. Per giocare servono 2 mazzi di carte francesi. Gli assi possono valere un punto o 11, ogni figura ne vale 10 e le carte rimanenti conservano il loro valore nominale. Se si superano i 21 punti, si “sballa” e si perde la mano in automatico. Dopo che ogni giocatore ha indicato la propria puntata, il banco consegna ai partecipanti una carta scoperta, agendo in senso orario. Come dimostra il sistema Martingala nel blackjack, esistono anche indicazioni specifiche sulla sequenza di presentazione delle puntate. Nulla viene lasciato al caso.

Analogamente al sette e mezzo, è possibile chiedere una carta aggiuntiva alla volta per aumentare il punteggio. Se si ottengono i 21 punti con le prime 2 carte, allora si effettua il blackjack. Se il banco, che gioca sempre per secondo, arriva almeno a 17 punti, non può più servirsi carte aggiuntive. Se il mazziere sballa è tenuto a pagare tutte le puntate. In caso di pareggio, il banco non prevale sul giocatore come accade invece in altri giochi. Una regola che differenzia notevolmente il blackjack dal sette e mezzo è quella relativa allo “split”. Ricevendo 2 carte di pari valore, è consentito “dividerle” per giocarle come se fossero state ricevute in mani diverse, a patto che la puntata del giocatore di turno venga raddoppiata. L’interpretazione della regola dello split varia a seconda dei parametri imposti dalle sale. In alcuni casinò, infatti, è possibile applicare questa regola solo una volta nel caso degli assi, mentre le altre carte possono essere “splittate” anche 3 volte.

Ciò che è sicuramente vietato è il conteggio delle carte, motivo per il quale le abilità mnemoniche fanno la differenza in questo gioco. Ne sono state un chiaro esempio le storiche imprese del MIT Blackjack Team, raccontate nel film “21”: ricordarsi quali carte sono già uscite permette di capire quali sono rimaste e quindi le probabilità di successo. Una volta che le carte finiscono nella pila degli scarti, non possono più essere toccate dai giocatori, pena l’esclusione dal gioco o, nelle situazioni più gravi, l’allontanamento dall’intera sala. Va da sé che in un gioco come il blackjack non basta affidare tutto ai calcoli: la fortuna ricopre pur sempre un ruolo fondamentale. In alcuni casi si può finire con lo “sballare” forzatamente, perché magari si ritiene troppo basso un punteggio che diventa subito dopo eccessivamente elevato a furia di richiedere carte.

Un’altra regola importante è quella sull’”assicurazione”. Quando il mazziere si serve un asso come prima carta e ha quindi buone chance di eseguire un blackjack, gli altri giocatori hanno il diritto di richiedere che il valore della puntata venga dimezzato. Se il mazziere realizza effettivamente il blackjack il giocatore assicurato perde l’intero ammontare della puntata e viene risarcito con il doppio dell’assicurazione, altrimenti quest’ultima viene persa.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Lucano-naufragio-Cutro

Lucano: «a un anno dal naufragio di Cutro il mondo è peggiorato»

CROTONE - "La causa principale di quello che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio,...
auto carabinieri

Ancora intimidazioni a Pannaconi: dopo il parroco presa di mira un’operatrice culturale

CESSANITI (VV) - Una lettera anonima contenente insulti e minacce è stata fatta recapitare a Pannaconi, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia,...
Granata_Caracciolo

Granata attacca il sindaco di Montalto: «dica ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione»

MONTALTO UFFUGO (CS) - "Pietro Caracciolo deve dire ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione in questi anni". Così esordisce Maximiliano Granata, presidente del...
insieme-per-il-futuro-castrovillari

Centro per l’impiego, anche da Castrovillari l’accordo per avvicinare gli studenti al lavoro

CASTROVILLARI (CS) – É stato presentato presso l’Aula Magna dell'Istituto Tecnico Industriale "E. Fermi" di Castrovillari il protocollo d’intesa "I Network Territoriali per le...

Ennesima tragedia sulla statale 106 jonica: pedone travolto e ucciso da un’auto

CATANZARO - Tragico incidente lungo la strada statale 106 "Jonica" a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro. Secondo cause in corso di accertamento, un'autovettura...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Lucano: «a un anno dal naufragio di Cutro il mondo è...

CROTONE - "La causa principale di quello che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio,...

Ancora intimidazioni a Pannaconi: dopo il parroco presa di mira un’operatrice...

CESSANITI (VV) - Una lettera anonima contenente insulti e minacce è stata fatta recapitare a Pannaconi, frazione di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia,...

Granata attacca il sindaco di Montalto: «dica ai cittadini cosa ha...

MONTALTO UFFUGO (CS) - "Pietro Caracciolo deve dire ai cittadini cosa ha fatto sulla depurazione in questi anni". Così esordisce Maximiliano Granata, presidente del...

Centro per l’impiego, anche da Castrovillari l’accordo per avvicinare gli studenti...

CASTROVILLARI (CS) – É stato presentato presso l’Aula Magna dell'Istituto Tecnico Industriale "E. Fermi" di Castrovillari il protocollo d’intesa "I Network Territoriali per le...

Ennesima tragedia sulla statale 106 jonica: pedone travolto e ucciso da...

CATANZARO - Tragico incidente lungo la strada statale 106 "Jonica" a Sellia Marina, in provincia di Catanzaro. Secondo cause in corso di accertamento, un'autovettura...

Crisi Abramo, si aggrava la situazione: «il governo richiami alla responsabilità...

CROTONE - "Le notizie poco confortanti, che giungono dai Sindacati, ed ora anche da parte dei commissari giudiziali, in merito all’aggravarsi delle condizioni finanziarie...