ASCOLTA RLB LIVE
Search

In vacanza ovunque con pochi euro nella casa da sogno

Confrontare le case vacanze di tutto il mondo in pochi secondi è possibile risparmiando tempo e denaro

 

ROMA – Tra le località sciistiche più convenienti di questo inverno da uno studio di Holidu  su costo di skipass, vitto e alloggio appaiono in Italia la via Lattea in Piemonte, Pinzolo  e Val di Fiemme in provincia di Trento. La Polonia risulta essere il paese europeo più economico per andare a sciare, mentre le zone care ed esclusive sono in Austria, Svizzera, Madonna di Campiglio e Val Gardena. Si passa in Italia da una spesa quotidiana ‘low cost’ di 76 euro nella Val Rendena in un piccolo paesino intimo e accogliente per gli amanti della montagna, ai 154 euro di Cortina d’Ampezzo la nota ‘Perla delle Dolomiti’. Oltre i confini nazionali la Germania è una delle mete che offre la settimana bianca maggiormente vantaggiosa a Fichtelgebirge in Baviera, al confine con la Repubblica Ceca, con una spesa totale di soli 41 euro a persona oppure in Polonia Szczawnica dove bastano 33 euro. Prezzi che si scontrano con quelli dell’area Vip svizzera che costa 174 euro al giorno per Zermatt e 156 euro per Saint Moritz.

Nelle ricerche attuate Holidu , miglior piattaforma online per il confronto prezzi di case vacanza in tutto il mondo, rivela quale siano i musei più famosi su Instagram. Questo autunno il luogo d’arte maggiormente fotografato e ‘condiviso’, con sette chilometri di gallerie affrescate, sono i Musei Vaticani con 274mila hashtag seguiti dalla Galleria degli Uffizi di Firenze con 266mila, dal Museo della Ferrari a Maranello con 44.500 hashtag e dal Museo del Cinema di Torino con 38mila. La medaglia d’oro dei più fotografati d’Europa con oltre 3 milioni di hashtag va al Louvre di Parigi, al secondo posto invece appare il Tate Modern di Londra con 782.800. Nelle classifiche stilate da Holidu si trova anche quella delle abitudini di viaggio dei cittadini. Dati dai quali emerge che i brasiliani prenotano tutto last minute, ma confermano sono in un terzo dei casi (il 70% disdice). I tedeschi invece pianificano le vacanze con largo anticipo e raramente le cancellano. Olanda, Svizzera e Germania con 77 giorni di anticipo, in media, rispetto alla data di partenza sono insieme all’Austria i paesi da cui provengono i turisti che progettano al meglio il loro viaggio, mentre i più ritardatari sono Italia con 52 giorni di anticipo, Portogallo e in coda Spagna con 40 giorni e il 39% delle prenotazioni che tra l’estate del 2017 e l’estate del 2018 sono state annullate all’improvviso.