Davide Ferrerio in coma dopo pestaggio, a giudizio l’autore dell’sms inviato per depistare

«Ho la camicia bianca», era il contenuto del messaggio per depistare e defilarsi, che causò lo scambio di persona con Davide Ferrerio

CROTONE – “Ho la camicia bianca“, era il testo del messaggio per depistare che causò poi lo scambio di persona ed il successivo pestaggio di Davide Ferrerio. Ad inviare il messaggio  Alessandro Curto la cui posizione giudiziaria sarà discussa il prossimo 24 gennaio alla Corte d’appello di Catanzaro.

Curto, 32 anni, l’11 agosto del 2022 inviò il messaggio “ho una camicia bianca” causando lo scambio di persona che portò all’aggressione ai danni di Davide Ferrerio. Per il reato di tentato omicidio è stato condannato a 20 anni Nicolò Passalacqua, 22enne di Colleferro che aveva aggredito Ferrerio pensando fosse lo spasimante della ragazza alla quale anche lui faceva la corte. Per via di quel messaggio, Curto era stato indagato per concorso anomalo in tentato omicidio, ma il gup di Crotone aveva deciso per il non luogo a procedere.

Decisione contro la quale il sostituto procuratore generale di Catanzaro Raffaella Scorza, aveva presentato appello a maggio scorso sostenendo che “con la sua indicazione fuorviante Curto ha esposto il terzo malcapitato alla rabbia dei familiari della minore, che egli aveva potuto saggiare personalmente, avendo poco prima ricevuto minacce di morte. La condotta dello stesso è stata decisiva nella determinazione dell’evento, che era prevedibile ed evitabile”.

Curto aveva iniziato una relazione via social con M.P. (anche lei accusata di concorso anomalo in tentato omicidio e nei confronti della quale è stata disposta la messa in prova dal gip del Tribunale dei minorenni di Catanzaro). Con la ragazza si scambiava messaggi usando un falso profilo social con il nome dell’ex fidanzato della giovane. Proprio l’utilizzo del nome dell’ex aveva portato la mamma della ragazza, A.P. (anche lei imputata di concorso anomalo in tentato omicidio) ad organizzare una sorta di trappola per scoprire chi ci fosse davvero dietro quel profilo.

L’11 agosto era stato così organizzato un appuntamento al buio tra la ragazza e l’uomo. Curto aspettava davanti al palazzo di giustizia quando ha visto arrivare la giovane (che non lo conosceva) insieme alla famiglia ed a Passalacqua. Capita l’antifona è riuscito a defilarsi ed ha poi inviato il messaggio – “Ho la camicia bianca”- alla giovane per distogliere da se le attenzioni. Lo stesso colore della maglia di Davide che, inconsapevole, stava passeggiando su via Veneto e che è diventato l’obiettivo dell’aggressione.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

studenti-aula-lezione-unica

Unical: al via l’ammissione anticipata ai corsi di laurea per 4mila studenti

RENDE (CS) - È stato pubblicato il bando per l’ammissione anticipata ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico (quinquennale) dell’Università della Calabria...
posto blocco guardia di finanza

Sequestrati oltre 11 mila prodotti non sicuri: articoli destinati anche a minori

SELLIA MARINA (CZ) - Oltre 11.000 articoli non sicuri e privi delle indicazioni di provenienza e delle caratteristiche informative minime relative alla loro composizione...

Derby, Associazione nazionale funzionari polizia: “deliberato attacco, colpito alla testa dirigente”

COSENZA - " Ieri sera, al termine della disputa calcistica Cosenza-Catanzaro si sono registrati disordini, ed in particolare i tifosi del Catanzaro si sono...
vincenzo chindamo sabrina garofalo

“Donne, violenza e ‘ndrangheta”, a Rende il fratello di Maria Chindamo «siamo qui per...

RENDE - Lea Garofalo, Simona Napoli, Maria Concetta Cacciola, Giuseppina Pesce, Denise Cosco, Barbara Corvi e Maria Chindamo. Donne che hanno provato ad alzare...
Ambulanza generico

I soccorsi arrivano in ritardo, muore 74enne in attesa dell’ambulanza

MESORACA (KR) - Un 74enne si sente improvvisamente male in mezzo alla strada, poco distante dalla postazione del 118 di Mesoraca, e muore. Il...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Depurazione e inquinamento: blitz tra Catanzaro, Vibo e Cosenza

CATANZARO - Un'operazione dei carabinieri è scattata all'alba con l'impiego di decine di carabinieri per l'esecuzione di diverse misure cautelari nei confronti di soggetti...

Scontri Cosenza-Catanzaro: triste epilogo di una giornata di sport – VIDEO

COSENZA - E' finita nel peggiore dei modi la giornata del derby tra Cosenza e Catanzaro vinto dalla squadra giallorossa per 2-0. A Quattromiglia...

Troppe morti sul lavoro: a gennaio 2024 già 45 vittime, Calabria...

ROMA - “Nel primo mese del nuovo anno l’emergenza rimane e anzi si aggrava con due vittime in più rispetto a gennaio 2023 e...

Rende: “100 passi verso il 21 marzo”. Dibattito su donne, violenza...

RENDE - Con l’approssimarsi del 21 marzo, Giornata della Memoria dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il Presidio Libera di Cosenza “Sergio...

Cosenza: Tridico presenta il suo libro “Il lavoro di oggi, la...

COSENZA - L'assessore al welfare del Comune di Cosenza, del M5S, Veronica Buffone invita i cittadini a partecipare alla presentazione del libro "Il Lavoro...

“Insicurezza alimentare”: per il 10% dei calabresi metà del bilancio familiare...

COSENZA - «Il 10% della popolazione calabrese vive una condizione di insicurezza alimentare». A far emergere il dato è il portavoce nazionale del Banco...