«La farsa dei consiglieri di minoranza a Palazzo dei Bruzi. Perché non parlano coi fratelli Occhiuto?»

I capigruppo di maggioranza rispondono alle critiche del centrodestra elencando le responsabilità dell’ex sindaco e dell’attuale governatore

COSENZA – “Quando tutto passa poi si dimentica, ma in politica la memoria è d’obbligo altrimenti l’azione diventa una farsa. Ed è una farsa quella che stanno mettendo in scena i gruppi di opposizione utilizzando il cosiddetto pretesto narrativo per bocciare le scelte compiute dall’Amministrazione Comunale e dal sindaco Franz Caruso rispetto alle modifiche sulla viabilità cittadina. I cosentini sanno bene che la teoria di oggi è stata smentita dalla pratica di quando il sen. Mario Occhiuto ha amministrato il Comune“. Lo affermano i capigruppo di maggioranza Francesco Alimena, Ivan Commodaro, Raffaele Fuorivia, Francesco Graziadio e Roberto Sacco  che proseguono: ” Ed, infatti, le misure in atto anche nel settore della mobilità, portate avanti dal sindaco Franz Caruso, tenendo conto del contesto urbano e dei bisogni dei cittadini con una visione ampia volta alla crescita ed al progresso di Cosenza,  è difficile da far digerire a quanti hanno tenuto il moccolo all’ego smisurato di un uomo solo al comando che, nei dieci anni trascorsi a Palazzo dei Bruzi, soleva svegliarsi ogni mattina con l’unico pallino di  invertire sensi di marcia realizzando, alcune volte, obbrobri e cattedrali nel deserto. Allora si teorizzava solamente, dimenticando che solo la pratica tiene conto dell’imprevedibilità della realtà.
Bene farebbero, dunque, i capigruppo di minoranza a guardarla in faccia la realtà   e, ricordando gli scempi compiuti in passato di cui le cronache dei giornali di allora erano piene,  discernere con obiettività  tra i teoremi e le azioni pragmatiche poste in essere dal sindaco Franz Caruso per il benessere e la sicurezza dei cosentini che, dopo il naturale periodo di assestamento, certamente produrranno gli effetti positivi desiderati.  Che la viabilità fosse  un problema annoso per Cosenza, comunque, è sotto gli occhi di tutti, aggravato dalle decisioni assunte proprio  da chi oggi predica la farsa mentre  ieri ha razzolato male, anzi malissimo. Lo sventramento di viale Parco, per esempio, ha rappresentato un colpo mortale per la fluidità del traffico veicolare anche perché non è stata mai realizzata, ma solo annunciata dai nostri predecessori, la bretella di Via Reggio Calabria di cui oggi noi ci stiamo facendo carico.
A voler tacere del definanziamento della Metropolitana Leggera ad opera del fratello dell’ex sindaco che, da Presidente della Regione Calabria, sta tentando di portare avanti l’opera distruttrice di quel fatidico decennio amministrativo tutto da dimenticare, scippando all’area urbana cosentina anche questa importante infrastruttura. Per non parlare della disastrosa gestione dell’ Amaco portata al fallimento. Per cui, se le opposizioni consiliari vogliono veramente il bene di Cosenza e dei cosentini, si facciano promotori  alla Regione Calabria, questa volta presso Roberto Occhiuto, di un’azione forte volta a riqualificare il trasporto pubblico urbano e a riottenere il finanziamento per la metropolitana leggera che sarebbe già una grande cosa, abbandonando l’atteggiamento strumentale posto in essere che ci richiama alla memoria la celebre frase di Paul Valèry …Si dice che una convinzione è solida quando resiste alla coscienza che è falsa”.
- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Tragico incidente sulla Statale 106 Jonica, muore un giovane di 28 anni

CROPANI (CZ) - Ennesimo incidente stradale sulla Strada Statale 106 jonica. Secondo quanto emerso, nell'impatto che ha visto coinvolti un'auto e una motocicletta, un...

A Montalto Uffugo bassa l’affluenza alle 12 al ballottaggio: 12,3% degli aventi diritto

MONTALTO UFFUGO (CS) - Si sono regolarmente aperte stamattina le operazioni di voto nei tre comuni della Calabria interessati al turno di ballottaggio per...

“Valli dell’innovazione”: l’Unione europea premia 16 regioni, anche la Calabria

BRUXELLES - Piemonte, Liguria, Lombardia, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, provincia autonoma di Bolzano e di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e...

Si Cobas Calabria esulta per le assunzioni a tempo indeterminato della figura di Oss

CATANZARO - Il Si Cobas Calabria rappresentato dai coordinatori regionali Roberto Laudini e Simone Scandale esprime soddisfazione per le assunzioni a tempo indeterminato della...

Cosenza: nasce il centro studi su “Salute, Società e Territorio” dell’Unical, coinvolti 9 dipartimenti

COSENZA - La presentazione si terrà martedì 25 giugno alle 17, presso la Casa delle Culture di Cosenza. Il Centro Studi su Salute, Società...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Autonomia differenziata, il Pd contro Occhiuto: “l’ipocrisia populista del governatore”

CATANZARO - Il gruppo regionale del Pd evidenzia «l’ipocrisia populista del governatore e degli altri rappresentanti forzisti» all’indomani dell’approvazione alla Camera del testo sull’Autonomia...

‘Ndrangheta: droga e armi, omicidi ed estorsioni. “Piena luce sulla strage...

VIBO VALENTIA - Nell’area delle “Preserre” vibonesi, la cosca di ‘ndrangheta ricompresa nel “locale dell’Ariola” aveva proiezioni economico-criminali in Piemonte, Abruzzo, Svizzera e Germania....

Incendiano un’auto e poi scappano, denunciate due persone

SAN FERDINANDO (RC) -  I carabinieri della Stazione di San Ferdinando hanno deferito in stato di libertà due cittadini del posto perché ritenuti colpevoli dell’incendio...

Agostino Sestino è il nuovo commissario capo del carcere di Cosenza

COSENZA - Cambio al vertice del comando della Polizia Penitenziaria impegnata nella casa circondariale di Cosenza. Da oggi a dirigere gli agenti sarà il...

Nascondeva in casa 400 grammi di eroina, 34enne arrestato

CROTONE - Personale della Squadra Mobile, impegnato in servizi straordinari di controllo in alcuni quartieri periferici del capoluogo,  finalizzati al contrasto dello spaccio di...

Autonomia differenziata, Succurro annuncia una nuova protesta dei sindaci

CATANZARO - «Noi sindaci calabresi siamo molto preoccupati per la spedita approvazione dell’autonomia differenziata, che nella forma attuale può compromettere il futuro dei nostri...