Università italiane sempre più care, come può studiare chi non ha reddito?

COSENZA – Le università italiane sono sempre più care e costano più al Nord che al Sud, con tasse che diventano sempre più alte.

Lo conferma uno studio della Federconsumatori, che attribuisce a Milano il primato di Università più cara d’Italia. Qui gli studenti universitari, mediamente, pagano un minimo di 748,50 euro annui. Segue Padova con 722,77 euro l’anno per la fascia più bassa. Lo scorso anno era stata l’università di Parma quella più costosa. In molti casi, ma non sempre, le università differenziano gli importi delle tasse tra facoltà umanistiche e facoltà scientifiche; negli Atenei che adottano tale distinzione uno studente della facoltà di matematica, per esempio, paga tra il 5,26 e 6,25% di più a seconda della fascia di reddito di appartenenza rispetto ad un suo collega di lettere e filosofia. Secondo un rapporto, gli Atenei più “economici” sono quelli del centro Italia. La media del Nord supera quella del Centro, mediamente del 30% e addirittura del 42% per la prima fascia. Se si considera la media nazionale complessiva degli importi delle tasse, si registra un incremento del 3% rispetto allo scorso anno accademico. Ci troviamo quindi difronte ad una situazione in cui le tasse sono sempre più alte e che, inevitabilmente finiscono con l’influire sulla scelta degli Atenei e che pesano soprattutto sulle tasche di quegli studenti che scelgono di andare fuori sede per completare il proprio percorso di studi. Al Sud, più precisamente all’Università della Calabria, si è da poco tenuto un incontro con un gruppo di studenti. Diverse proposte sono state indicate dall’ex parlamentare Franco Laratta, che ha così dichiarato: “La lunga e devastante crisi economica che ha colpito l’Italia e ha messo in ginocchio la Calabria, sta provocando tanta povertà nelle famiglie calabresi. A tal punto che molti ragazzi non possono iscriversi all’università. Sono i figli dei ‘nuovi poveri’, di quei genitori che hanno perso il lavoro o sono rimasti senza alcun reddito.Occorre intervenire concretamente per sostenere quei giovani meritevoli che dopo le scuole superiori non possono continuare gli studi. Proponiamo che le università, la regione e gli enti locali, le banche e le migliori imprese, contribuiscano alla creazione di un Fondo regionale destinato a finanziare gli studi universitari dei ragazzi con buone valutazioni scolastiche, ma senza mezzi per continuare gli studi. Ogni anno si può dare la possibilità a tanti ragazzi di proseguire gli studi e di laurearsi. Proponiamo alla giunta regionale di intervenire subito per avviare le procedure e coinvolgere i soggetto istituzionali disponibili”.

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

itis fermi fuscaldo 01

Fuscaldo: al via i lavori alla vecchia struttura dell’Itis ‘Fermi’, ecco come cambierà

FUSCALDO (CS) - Con l’inizio dei lavori propedeutici all’abbattimento dell’ormai vecchia struttura dell’Itis “Fermi” di Fuscaldo, ha preso ufficialmente corpo il cantiere che porterà...

Paola, venerdì il Film-Documentario su “I due viaggi di Francesco”

PAOLA - Venerdì al Cinema-teatro ODEON di Paola, si terrà in prima nazionale la proiezione del Film-Documentario "I due viaggi di Francesco". L'opera, già inserita tra le manifestazioni per...

Silvio Baldini é il nuovo allenatore del Crotone: il tecnico ha firmato fino a...

CROTONE - Silvio Baldini è il nuovo allenatore del Crotone, che milita nel campionato di serie C. Baldini, che domani alle 10 incontrerà i...

I 110 anni del Cosenza Calcio, il Castello Svevo si illumina di rossoblu: “identità,...

COSENZA - "Venerdì celebriamo i 110 anni del Cosenza calcio, la squadra che ha scritto la storia dello sport e della città". A scriverlo...
Birreria Indipendente San Fili

“Accademia della Birra” premia la Birreria Indipendente di San Fili e le sue birre...

RIMINI - Vi avevamo parlato di Birreria Indipendente in un nostro articolo di questa estate. Il Pub dal cuore british ma dall'animo tutto calabrese...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, per la strage di Via Popilia in appello confermati due...

La Corte d’Assise d’Appello ha parzialmente riformato la sentenza della Corte di Assise ai presunti autori del duplice omicidio Tucci-Chiodo

Cosenza, all’Annunziata l’obesità “si cura” con i robot

Il commissario Filippelli: "Da PNRR forte aggiornamento tecnologico per l'Azienda sanitaria"

Baby rapinatori, minorenne affidato a comunità

Assicurato alla giustizia l'ultimo componente del gruppo di minorenni, accusati di rapina, violenza e lesioni

Deteneva 15 cani in pessime condizioni, denunciata

Cani tenuti in pessime condizioni e alcuni anche malati. I carabinieri hanno denunciato una donna e sequestrato gli animali

“Povero Parco Robinson, come sei ridotto. Le ultime paperelle agonizzanti in...

La Federazione Riformista di Rende all'attacco sulla situazione di degrado in cui versa soprattutto il laghetto del Parco Robinson

Città unica Cosenza-Rende-Montalto: Strazzulli (FdI) “va realizzata al più presto”

"I passaggi importanti sono: un referendum consultivo, delibere dei consigli comunali e una legge che prepari a questa procedura"