Cosenza che fatica. Reggina avanti di due goal, poi la rimonta. Il Marulla resta tabù

Continua la maledizione del Marulla per il solito Cosenza, che regala un tempo e due goal agli avversari avanti con il rigore di Menez e il piattone di Folorunsho. A fine primo tempo Trotta rianima i rossoblu che nella ripresa attaccano a testa basse e trovano il pari con il rigore di Carretta

.

COSENZA – I rossoblu continuano a non vincere i casa e collezionano, tanto per cambiare, l’ennesimo pareggio della stagione. Nell’atteso derby calabrese contro la Reggina, arriva un sofferto 2 a 2, maturato in rimonta dopo un pessimo primo tempo, due sberle prese nel giro di 20 minuti e la solita ripresa arrembante e gagliarda. Ma non basta, perchè il Marulla resta stregato e il Cosenza rimane invischiato nelle zone rosse di classifica. Nel gelo del Marulla, è il calcio di rigore trasformato da Menez dopo appena 10 minuti, a rendere la gara subito rovente. Corsi sbaglia l’intervento e sgambetta in area Folorunsho. Calcio di rigore netto che il francese trasforma spiazzando Falcone. Rossoblu costretti ancora una volta a rincorrere che provano a rendersi pericolosi con una mischia in area e una conclusione murata di Carretta. Ma al 23′ la Reggina colpisce ancora: Rivas, sul filo del fuorigioco, mette al centro un pallone per l’accorrente Folorunsho, che con il piattone destro batte Falcone. Una mazzata per il Cosenza che ci mette anche la buona volontà ma li davanti va in confusione. Al 28′, su un corner dalla sinistra, il pallone finisce sui piedi di Trotta che gira subito verso la porta di Nicolas. Buona l’idea, ma pallone che termina alto. Gli amaranto replicano con una sventola dalla distanza di Edera bloccata a terra da Falcone. Il Cosenza fatica terribilmente a costruire manovre, mentre la Reggina da l’impressione di poter affondare ad ogni ripartenza. Ai rossoblu serve una scossa per riaprire la gara. E l’occasione arriva al 41′. Grandissima azione di Gerbo sulla destra, tunnel a Di Chiara e pallone in area sul quale si fionda Corsi. Deviazione di tacco che trova la deviazione di Nicolas. Sulla ribattuta il più lesto è Trotta che insacca il goal del 2 a 1.

La ripresa si apre con l’ingresso di Ingrosso al posto di Schiavi e con il Cosenza subito riversato nella metà campo amaranto per cercare di mettere pressione alla squadra di Baroni. Ma nei primi 15′ minuti da segnalare c’è solo il gran tiro dalla distanza di Petrucci bloccato in due tempi da Nicolas. Per il resto tanta confusione e palloni buttati in avanti facile preda della difesa ospite. Allora Occhiuzzi cambia ancora, inserendo Bahlouli e Ba per Tremolada e Corsi. E qualcosa sembra cambiare perchè la pressione dei rossoblu aumenta. Al 65′ inserimento dalla destra di Ba, pallone per Trotta che si accentra e conclude in girata, Nicolas i salva con i piedi. collezionano corner a ripetizione, ma manca sempre il guizzo vincente. Negli ultimi 15′ minuti Occhiuzzi bitta nella mischia prima Crecco e poi Mbakogu ma la Reggina fa muro chiudendo tutti gli spazi. Ma come nel primo tempo arriva la giocata del singolo che permette ai rossoblu di pareggiare. Azione caparbia di Bahloili sulla destra, pallone in area per Mbakogu che al momento di calciare viene steso da Menez. Calcio di rigore che Carretta trasforma anche con un pizzico di fortuna, visto che la palla passa tra le bracci di Nicolas. Al minuto 87′ gran conclusione del neo entrato Denis, Falcone vola a deviare in angolo con l’aiuto della traversa. Lo stesso Denis, in pieno recupero, stoppa di petto e gira sul primo palo spendendo fuori di poco. L’ultima occasione è ancora di marca amaranto, con il colpo di testa di Montalto che si perde di un nulla a portiere battuto.

 

—————————————————————————————————————-

COSENZA CALCIO (3-4-1-2): Falcone, Corsi (60′ Ba), Gerbo, Idda, Carretta, Schiavi (46′ Ingrosso), Sciaudone (74′ Crecco), Legittimo, Tremolada (60′ Bahlouli), Trotta (76′ Mbakogu), Petrucci
Panchina: Matosevic, Saracco, Bahlouli, Mbakogu, Sacko, Bar, Vera, Gliozzi, Kone, Crecco, Ingrosso, Antzoulas, Sueva
Allenatore: Roberto Occhiuzzi

REGGINA 1914 (4-2-3-1): Andrade, Dimitros (51′ Cionek), Loiacono, Menez (84′ Montalto), Crisetig, Di Chiara, Edera (70′ Kingsely), Delprato, Grimi (84′ Bianchi), Folorunsho, Rivas (70′ Denis)
Panchina: 
Guarna, Plizzari, Kingsley, Cionek, Okwonkwo, Bellomo, Bianchi, Denis, Montalto, Dalle Mura, Lakicevic, Liotti
Allenatore: Marco Baroni

Arbitro: Signor Livio Marinelli di Tivoli
Assistenti: Signori Andrea Zingarelli di Siena e Domenico Palermo di Bari
IV Uomo: Signor Valerio Marini di Roma 1

Ammoniti: Di Chiara (R), Tremolada (C), Carretta (C), Crisetig (R), Ba (C)
Espulsi:

Angoli: 12-4
Recupero: 0′ p.t. – 4′ s.t.

Note: Serata gelida e ventosa a Cosenza con una temperatura di poco sopra lo zero. Terreno del Marulla in perfette condizioni. Gara a porte chiuse per le disposizioni anti-Covid emanate dal Governo. Prima del fischio d’inizio le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio in ricordo di Gianni Beschin, ex arbitro e dirigente del Cosenza