L’ex hotel La Fenice fatiscente e pericoloso: sgomberati gli immigrati di Camigliatello (AUDIO)

Gli immigrati, gestiti dall’associazione A.N.I.MED, devono essere trasferiti. La struttura è stata dichiarata non idonea. La decisione del Prefetto di Cosenza

 

CAMIGLIATELLO SILANO (CS) – Chiuso perché inagibile e pericoloso. Stiamo parlando dell’ex Hotel La Fenice di Camigliatello Silano, nota struttura alberghiera del centro turistico montano in provincia di Cosenza, salita all’onore delle cronache recentemente, non tanto per i suoi sevizi ricettivi, ma perché da oltre tre mesi vi erano ospitati oltre 100 immigrati in condizioni fatiscenti. La struttura, pignorata e trasformata in un centro di accoglienza straordinario era gestito dall’associazione A.N.I.MED di Cosenza. La notizia di oggi è che la commissione di controllo istituita dalla Prefettura di Cosenza, la stessa che aveva scelto Camigliatello come sede per gli immigrati, ne ha ordinato l’immediata chiusura. 

Questo, dover aver ispezionato lo stabile insieme al personale dell’ASP e a quello dei Vigili del Fuoco, che nella loro relazione hanno evidenziato diverse criticità che hanno convinto il prefetto di Cosenza Toamo a prendere la decisione dello sgombero.  Una parte dei 108 immigrati ospitati (circa 50) hanno già lasciato Camigliatello, mentre i restanti sono stati alloggiati momentaneamente presso il Centro sportivo a Giordanello. Da lì poi, saranno smistati in altri comuni del Cosentino.

All’indomani delle segnalazioni e delle denunce dunque, del comitato Prendocasa, questa redazione non ha avuto modo di ascoltare le considerazioni dell’Animed. Era evidente però che quella struttura, in quelle condizioni non poteva ospitare gli oltre cento immigrati e a spiegare nel dettaglio ai microfoni di Rlb Radioattiva che situazione c’era nell’ex hotel La Fenice, è Elma Battaglia del Comitato Prendocasa

ASCOLTA L’INTERVISTA

[audio_mp3 url=”http://www.quicosenza.it/news/wp-content/uploads/2016/07/Battaglia-Prendocasa.mp3″]

Qualora i rappresentanti dell’Animed di Cosenza, volessero interloquire e rispondere alle dichiarazioni del Comitato Prendocasa e della redazione di Quicosenza possono scrivere a redazione@quicosenza.it.

 

 

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Call center Tim, la situazione ‘degenera’ in Calabria e in tutta Italia: verso lo...

ROMA - Le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, "considerato il peggioramento delle condizioni delle varie vertenze in corso su aziende...
Patrizia-Rodi_alberi-secolari-bruciati

Tagliati e dati alle fiamme alberi secolari di ulivo: nel mirino una dirigente di...

ROSARNO (RC) - Persone non identificate hanno tagliato alcune piante secolari di ulivo, mentre ad altre hanno dato fuoco, sui terreni a Rosarno, in...
Landini-e-Occhiuto

Calabria, terra fragile. Occhiuto: «stiamo tentando di far restare i giovani calabresi, processo lungo»

LAMEZIA TERME (CZ) - "In questa regione abbiamo un precariato straordinario. Un precariato per la verità che non ho creato io, perché il mio...
studenti-aula-lezione-unica

Unical: al via l’ammissione anticipata ai corsi di laurea per 4mila studenti

RENDE (CS) - È stato pubblicato il bando per l’ammissione anticipata ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico (quinquennale) dell’Università della Calabria...
posto blocco guardia di finanza

Sequestrati oltre 11 mila prodotti non sicuri: articoli destinati anche a minori

SELLIA MARINA (CZ) - Oltre 11.000 articoli non sicuri e privi delle indicazioni di provenienza e delle caratteristiche informative minime relative alla loro composizione...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, per la strage di Via Popilia in appello confermati due...

La Corte d’Assise d’Appello ha parzialmente riformato la sentenza della Corte di Assise ai presunti autori del duplice omicidio Tucci-Chiodo

Cosenza, all’Annunziata l’obesità “si cura” con i robot

Il commissario Filippelli: "Da PNRR forte aggiornamento tecnologico per l'Azienda sanitaria"

Baby rapinatori, minorenne affidato a comunità

Assicurato alla giustizia l'ultimo componente del gruppo di minorenni, accusati di rapina, violenza e lesioni

Deteneva 15 cani in pessime condizioni, denunciata

Cani tenuti in pessime condizioni e alcuni anche malati. I carabinieri hanno denunciato una donna e sequestrato gli animali

“Povero Parco Robinson, come sei ridotto. Le ultime paperelle agonizzanti in...

La Federazione Riformista di Rende all'attacco sulla situazione di degrado in cui versa soprattutto il laghetto del Parco Robinson

Città unica Cosenza-Rende-Montalto: Strazzulli (FdI) “va realizzata al più presto”

"I passaggi importanti sono: un referendum consultivo, delibere dei consigli comunali e una legge che prepari a questa procedura"