L’esito del tampone non arriva. In 10 reclusi in casa da due mesi nel cosentino

A segnalare il caso i sindaci di quattro comuni del Savuto: i rispettivi cittadini che hanno trascorso il periodo di sorveglianza attiva in quarantena attendono il tampone defitinivo

 

BELSITO (CS) – Sono una decina in totale, le persone che hanno osservato il periodo di isolamento domiciliare con sorveglianza attiva, perché risultati positivi al Covid 19, in attesa dei tamponi di controllo finali che attestino in maniera definitiva la negatività al virus.

I cittadini si sono rivolti ai rispettivi sindaci di Belsito, Mangone, Rogliano e Santo Stefano di Rogliano i quali, a loro volta, hanno sollecitato l’Asp di Cosenza e informato il Prefetto Cinzia Guercio. Dall’Asp hanno comunicato di essere in attesa di nuove disposizioni, ma intanto questa fase di stallo, sta costringendo a stare reclusi, da quasi 2 mesi e senza soluzione di continuità, interi gruppi familiari.