‘Ndrangheta: “catturato” Ettore Lanzino

COSENZA – Colpo grosso. Il colonnello Francesco Ferace, comandante provinciale dei carabinieri di Cosenza, l’aveva messa tra le priorità dell’Arma: catturare Lanzino. Stasera, poco prima delle 19, i detective

del Comando provinciale, al termine di una lunga e minuziosa attività investigativa, hanno stretto le manette ai polsi del capoclan dell’omonima cosca criminale. Ettore Lanzino, “uccel di bosco” da diverso tempo, è stato “catturato” all’interno di una mansarda al settimo piano di un residence di Rende. La primula rossa è stata arrestata dai carabinieri di Rende fra le 18 e le 19 di oggi. L’uomo è stato trovato all’interno del condominio Residence park di via Adige a Rende. Si era rifugiato in una mansarda. Oltre al “capo dei capi” sono finiti in manette anche due suoi fiancheggiatori: Umberto di Puppo, 43 anni, e Renato Mazzulla, incensurato. Il latitante, ritenuto il capo dell’omonima cosca di ‘ndrangheta era ricercato dal 2008. E’ stato lo stesso “Ettaruzzu” ad aprire la porta ai carabinieri, pensando che quella “bussata” fosse di un suo fedelissimo. I carabinieri, oltre all’arresto dei tre, hanno anche ispezionato ogni singolo centimetro della mansarda, sequestrando tutto quello che hanno trovato: telefoni cellulari, supporti elettronici, agende, scontrini, apunti e soldi, tanti e di vario taglio. L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Cosenza e del Ros, con la collaborazione dei ”Cacciatori”. Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli e dai sostituti procuratori Pierpaolo Bruni e Vincenzo Luberto. 

IL PROFILO – Lanzino, 57 anni, era considerato l’ultimo boss ancora latitante della ‘ndrangheta cosentina.  A lui i carabinieri sono giunti dopo mesi e mesi di pedinamenti e intercettazioni e dall’analisi dei dati acquisiti. Non ci sarebbe stata alcuna soffiata o collaborazione.”Ettaruzzo” era ricercato per quattro ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa e omicidio. Nell’aprile scorso, inoltre, era stato condannato all’ergastolo in primo grado dalla Corte d’assise di Cosenza come mandante di due omicidi compiuti nel 1999 e inseriti nell’ambito dello scontro tra cosche di Cosenza e della zona tirrenica per il controllo degli appalti. 

Lanzino era inserito nell’elenco dei 100 ricercati più pericolosi. Nel momento dell’irruzione dei carabinieri, Lanzino che avrebbe aperrto proprio lui la porta ai militari, non ha opposto resistenza. Assieme a lui c’era quello che gli investigatori indicano come il suo luogotenente, Umberto Di Puppo, che è stato arrestato per favoreggiamento. Lanzino è stato bloccato nella stessa zona in cui, nell’aprile scorso, fu catturato dalla polizia un altro latitante, Franco Presta, ritenuto uno stretto alleato dello stesso Lanzino. Dopo l’arresto di Lanzino, fermato anche un altro uomo, Renato Mazzulla, bloccato mentre portava derrate alimentari a casa del latitante.
 

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Patrizia-Rodi_alberi-secolari-bruciati

Tagliati e dati alle fiamme alberi secolari di ulivo: nel mirino una dirigente di...

ROSARNO (RC) - Persone non identificate hanno tagliato alcune piante secolari di ulivo, mentre ad altre hanno dato fuoco, sui terreni a Rosarno, in...
Landini-e-Occhiuto

Calabria, terra fragile. Occhiuto: «stiamo tentando di far restare i giovani calabresi, processo lungo»

LAMEZIA TERME (CZ) - "In questa regione abbiamo un precariato straordinario. Un precariato per la verità che non ho creato io, perché il mio...
studenti-aula-lezione-unica

Unical: al via l’ammissione anticipata ai corsi di laurea per 4mila studenti

RENDE (CS) - È stato pubblicato il bando per l’ammissione anticipata ai corsi di laurea triennale e a ciclo unico (quinquennale) dell’Università della Calabria...
posto blocco guardia di finanza

Sequestrati oltre 11 mila prodotti non sicuri: articoli destinati anche a minori

SELLIA MARINA (CZ) - Oltre 11.000 articoli non sicuri e privi delle indicazioni di provenienza e delle caratteristiche informative minime relative alla loro composizione...

Derby, Associazione nazionale funzionari polizia: “deliberato attacco, colpito alla testa dirigente”

COSENZA - " Ieri sera, al termine della disputa calcistica Cosenza-Catanzaro si sono registrati disordini, ed in particolare i tifosi del Catanzaro si sono...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, per la strage di Via Popilia in appello confermati due...

La Corte d’Assise d’Appello ha parzialmente riformato la sentenza della Corte di Assise ai presunti autori del duplice omicidio Tucci-Chiodo

Cosenza, all’Annunziata l’obesità “si cura” con i robot

Il commissario Filippelli: "Da PNRR forte aggiornamento tecnologico per l'Azienda sanitaria"

Baby rapinatori, minorenne affidato a comunità

Assicurato alla giustizia l'ultimo componente del gruppo di minorenni, accusati di rapina, violenza e lesioni

Deteneva 15 cani in pessime condizioni, denunciata

Cani tenuti in pessime condizioni e alcuni anche malati. I carabinieri hanno denunciato una donna e sequestrato gli animali

“Povero Parco Robinson, come sei ridotto. Le ultime paperelle agonizzanti in...

La Federazione Riformista di Rende all'attacco sulla situazione di degrado in cui versa soprattutto il laghetto del Parco Robinson

Città unica Cosenza-Rende-Montalto: Strazzulli (FdI) “va realizzata al più presto”

"I passaggi importanti sono: un referendum consultivo, delibere dei consigli comunali e una legge che prepari a questa procedura"