Irruzione in ospedale nella notte per documentarne l'abbandono - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

Irruzione in ospedale nella notte per documentarne l’abbandono

Avatar

Pubblicato

il

Ambienti deserti, laboratori aperti e nessun tipo di controllo all’entrata dell’ospedale in cui ognuno può accedere indisturbato

 

REGGIO CALABRIA –  Dopo l‘aggressione di un medico è stato sollevato il problema di sicurezza all’interno dell’ospedale Tiberio Evoli di Melito Porto Salvo. A sostenerlo sono i sindaci della cittadina Giuseppe Meduri e di Condofuri Tommaso Iaria che, la notte scorsa, indossando la fascia tricolore, hanno visitato il nosocomio a pochi giorni di distanza dall’aggressione ai una dottoressa in servizio in uno dei reparti. Meduri e Iaria hanno sostenuto di essere andati in giro indisturbati per i corridoi senza incontrare nessuno trovando ambienti deserti e le porte aperte di alcuni dei laboratori con all’interno macchinari indispensabili e costosi. “Abbiamo fatto questo sopralluogo – hanno sostenuto Meduri – per porre non solo la questione della mancanza di sicurezza ma anche per evidenziare, senza nessuna vena politica, le condizioni in cui versa questo Ospedale. Come sindaci rappresentiamo la massima autorità sanitaria sul territorio, ma mi chiedo il senso del nostro ruolo, in una situazione del genere.

 

 

Con un territorio vasto, con comuni montani, servito da una sola ambulanza, il servizio ‘Radiologia’ chiuso da tempo e lo stato di completo abbandono che stiamo personalmente verificando”. “Chiederemo un incontro al prefetto di Reggio Calabria Michele Di Bari – prosegue Meduri – e chiederemo anche di essere ricevuti ed ascoltati dal Ministro per la Salute Giulia Grillo che oggi sarà oggi a Reggio Calabria. Vogliamo far capire che anche la Calabria, anche Melito Porto Salvo, anche l’Area Grecanica fanno parte dell’Italia. Non ci può essere un’Italia a diverse velocità. Inviteremo il Prefetto a verificare personalmente lo stato di abbandono di questo ospedale”. “Vogliamo – ha sostenuto Iaria – che si accendano e rimangano accesi i riflettori sull’ospedale di Melito che ormai è al collasso, anzi è in completo stato di abbandono. Non sappiamo se ci sia fine al peggio o quando il peggio finirà. Noi vogliamo incanalare questa protesta sui canali istituzionali”.

Medico dell’ospedale ferita con un cacciavite al collo (FOTO)

Medico aggredito dal padre di una 18enne ricoverata in ospedale

Radiologo contesta referto medico e si ritrova con il setto nasale rotto

Medico si rifiuta di visitare una donna, il marito lo pesta

Padre infuriato: “Mio figlio è autistico per colpa del vaccino”. Medico perseguitato e picchiato

Calabria

Maltempo, Occhiuto: “Situazione complessa, ma sotto controllo”

Dopo il nubifragio che ha colpito Scilla e Villa San Giovanni, il presidente della Regione fa il punto della situazione e ringrazia i soccorritori che sono intervenuti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – “Voglio ringraziare la Protezione Civile, guidata impeccabilmente da Domenico Costarella, i Vigili del Fuoco, gli operatori di Calabria Verde, le associazioni di volontariato, e le forze dell’ordine tutte, che in queste ore sono intervenuti – soprattutto a Scilla e a Villa San Giovanni – a seguito dell’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito parte della Calabria. La situazione è complessa – soprattutto a Scilla ci sono parecchi detriti, trascinati dall’esondazione di un torrente, che andranno rimossi – ma sotto controllo. I danni sono ingenti, ma fortunatamente non ci sono persone coinvolte. La Regione Calabria è da stamane impegnata – con tutte le sue ramificazioni – nelle operazioni di soccorso, ed è in stretto contatto con i Comuni maggiormente colpiti dalle precipitazioni intense delle ultime ore per dare ai territori e alle comunità il miglior supporto possibile”.

Continua a leggere

Calabria

Incidente stradale sulla 107 Silana-Crotonese. 4 feriti e tratto chiuso

Scontro tra due veicoli nel territorio comunale di Rocca di Neto. Sul posto i sanitari del 118, Forze dell’Ordine e Anas per ripristinare la viabilità

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROCCA DI NETO (KR) – La strada statale 107 ‘Silana Crotonese’ è provvisoriamente chiusa – in entrambe le direzioni – a causa di un incidente avvenuto al km 124,000 nel territorio comunale di Rocca di Neto, in provincia di Crotone. Per cause in corso di accertamento, il sinistro ha coinvolto due veicoli provocando il ferimento di quattro persone. Sul posto i sanitari del 118 per prestare soccorso ai feriti e le forze dell’ordine. Il personale Anas è intervenuto sul posto per ripristinare la normale transitabilità appena possibile.

Continua a leggere

Calabria

Caos agli imbarchi per la Sicilia. Due chilometri di coda su A2 e 3 ore di attesa

È stata istituita l’uscita obbligatoria a Rosarno per tutti i veicoli, con stoccaggio dei mezzi diretti in Sicilia nel porto di Gioia Tauro

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Sono saliti a tre ore i tempi di attesa agli imbarcaderi di Villa San Giovanni per i veicoli che devono traghettare in Sicilia. Lo comunica l’Anas. Si registrano inoltre code di circa due chilometri lungo l’A2, tra gli svincoli di Santa Trada e di Villa San Giovanni. È stata istituita l’uscita obbligatoria a Rosarno per tutti i veicoli, con stoccaggio dei mezzi diretti in Sicilia nell’area portuale di Gioia Tauro. I veicoli che sono diretti a Reggio Calabria, dopo avere effettuato lo stoccaggio, vengono fatti rientrare in autostrada attraverso lo stesso svincolo di Rosarno.

Continua a leggere

Di tendenza