Torna ”Cinque sensi di marcia”, alla scoperta di immagini sacre e tradizioni popolari

Protagoniste di questa nuova edizione saranno, in particolar modo, le edicole votive della città antica.

 

COSENZA – Gli habituèes di “Cinque sensi di marcia” e i nuovi appassionati del trekking urbano saranno guidati da Paola Morano, responsabile escursioni dell’Associazione di Promozione Turistica “Città di Cosenza” che collabora all’iniziativa insieme all’Associazione “Cosenza Autentica”, alla scoperta o riscoperta di stemmi nobiliari, immagini sacre e delle numerose edicole votive presenti nella parte antica della città realizzate nel corso del tempo come segno tangibile della forte devozione dei cosentini. Le edicole votive, come tanti altri segni rintracciati nel tessuto urbano, sono generalmente considerate testimonianze “minori”, ma hanno un forte valore spirituale.

 

“Abbiamo voluto accendere i riflettori – sottolinea l’Assessore Succurro – su alcuni aspetti in qualche modo inediti della storia cittadina, ma che hanno una loro importanza. Vogliamo, invece, che quella che appare come una storia di secondo piano e a volte sottovalutata della nostra città, riemerga in tutta la sua valenza per essere restituita alla conoscenza dei turisti e degli stessi cosentini”. Nell’itinerario di domani, è prevista anche una sosta davanti all’icona della Madonna del Pilerio, una delle immagini sacre più care ai cosentini. La patrona della città è venerata a Cosenza già dal 1576, da quando si verificò la terribile epidemia di peste che regredì grazie alla sua intercessione. L’icona è custodita all’interno della Chiesa Cattedrale nella cappella a lei dedicata. “Cinque sensi di marcia” di ottobre si soffermerà anche sulle molteplici raffigurazioni araldiche, simbolo delle antiche famiglie patrizie della città, presenti nei palazzi nobiliari del centro storico: da palazzo Giannuzzi Savelli a Palazzo Compagna, a Palazzo Sersale.

 

La conclusione del trekking è prevista alla Casa delle Culture dove si visiterà la mostra di abiti dell’Ottocento che fa parte dell’esposizione permanente “Cosenza post-unitaria”. In quest’ultima circostanza, è previsto l’intervento dello storico Luigi Bilotto. Nel corso dell’itinerario, interverrà anche Gianluca Nava, esperto di diagnostica, conservazione e restauro dei beni culturali, che relazionerà sullo stato di conservazione delle edicole votive presenti in città. Questo nel dettaglio il programma dell’itinerario:

– partenza fissata alle 16,00 da Piazza XV Marzo;
– attraverso Corso Telesio, sosta ai palazzi nobiliari Telesio-Sersale, Passalacqua, Cavalcanti, Compagna
– Piazza Parrasio ed i suoi stemmi
– Edicole: La Madonna degli Orefici,Madonna del Latte
– Piazza Duomo: Visita guidata in Cattedrale e all’Icona della Madonna del Pilerio;
– Salita Giannuzzi-Savelli: Edicola Madonna di Costantinopoli
– Corso Telesio angolo via Bombini : Edicola Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina;
– Conclusione alle 19.30 presso la Casa delle Culture

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Vaccarizzo Albanese, rottura condotta: disagi per la cittadinanza

VACCARIZZO (CS) - “A causa della rottura di un tubo dell’acquedotto, verificatasi su via Scanderbeg, nella giornata di oggi, giovedì 23 maggio, potrebbe mancare...
Traffico caos Cosenza via Roma e centro città

Cosenza: “le modifiche alla viabilità non sono la causa del traffico. Servono infrastrutture di...

COSENZA - Un’accurata analisi ed un contributo sulla situazione della viabilità e in generale sulla mobilità a Cosenza arriva da Giuseppe Lo Feudo, Socio...

Paola, diciannovenne aggredito da due cani nel rione Croce

PAOLA (CS) - Aggredito da due cani sfuggiti al proprietario, un ragazzo di 19 anni finisce in ospedale. I fatti si sono verificati in...
Fentanyl

Allarme Fentanyl: “trovate tracce a Cosenza”. In campo una campagna di informazione

COSENZA - "Il fentanyl è un farmaco oppiaceo che negli Usa è arrivato a provocare 100mila morti per overdose solo nel 2022. È lecito...

«La farsa dei consiglieri di minoranza a Palazzo dei Bruzi. Perché non parlano coi...

COSENZA - "Quando tutto passa poi si dimentica, ma in politica la memoria è d'obbligo altrimenti l'azione diventa una farsa. Ed è una farsa...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, per la strage di Via Popilia in appello confermati due...

La Corte d’Assise d’Appello ha parzialmente riformato la sentenza della Corte di Assise ai presunti autori del duplice omicidio Tucci-Chiodo

Cosenza, all’Annunziata l’obesità “si cura” con i robot

Il commissario Filippelli: "Da PNRR forte aggiornamento tecnologico per l'Azienda sanitaria"

Baby rapinatori, minorenne affidato a comunità

Assicurato alla giustizia l'ultimo componente del gruppo di minorenni, accusati di rapina, violenza e lesioni

Deteneva 15 cani in pessime condizioni, denunciata

Cani tenuti in pessime condizioni e alcuni anche malati. I carabinieri hanno denunciato una donna e sequestrato gli animali

“Povero Parco Robinson, come sei ridotto. Le ultime paperelle agonizzanti in...

La Federazione Riformista di Rende all'attacco sulla situazione di degrado in cui versa soprattutto il laghetto del Parco Robinson

Città unica Cosenza-Rende-Montalto: Strazzulli (FdI) “va realizzata al più presto”

"I passaggi importanti sono: un referendum consultivo, delibere dei consigli comunali e una legge che prepari a questa procedura"