ASCOLTA RLB LIVE
Search

crisci

L’UniversitĂ  della Calabria si avvicina all’imprenditoria per creare lavoro

Il fine è quello di intraprendere rapporti di collaborazione tra il sistema universitario e quello imprenditoriale.

 

RENDE (CS) – Hanno siglato l’accordo l’UniCal, nella persona del Magnifico Rettore Prof. Gino Mirocle Crisci, Confapi Calabria, nella persona del Presidente Francesco Napoli e TIAN S.r.l. , nella persona di Antonio Andreoli in qualitĂ  di Amministratore Delegato, proprietaria del portale www.lavoroeformazione.it . ”Premesso che la conoscenza, la ricerca e la formazione superiore universitaria sono condivisi fattori strategici primari per la crescita sociale ed economica e che lo sviluppo dei sistemi territoriali, la competitivitĂ  delle attivitĂ  produttive e la relativa internazionalizzazione dipendono sempre piĂą dalla esperienza e dall’innovazione, riteniamo – hanno dichiarato i tre rappresentanti – di fondamentale importanza incrementare ed intraprendere fruttuosi rapporti di collaborazione e impegno sinergico tra il sistema universitario e quello imprenditoriale.

 

E’ importante sviluppare azioni comuni tese a far sì che la formazione e la ricerca assumano un ruolo realmente primario negli obiettivi programmatici delle istituzioni locali, assegnando alla conoscenza e al capitale umano un effettivo e concreto valore strategico. Allo stesso modo è necessario attivare occasioni di confronto e condivisione sui percorsi formativi e di ricerca per favorire forme strutturate di collaborazione tra UniversitĂ  e sistema delle imprese, coordinando le iniziative e le attivitĂ  in modo da ottimizzare le risorse impiegate. Lo scopo di questo protocollo – hanno sottolineato – è quello di costruire una serie di attivitĂ  che hanno come finalitĂ  quella di far incontrare il mondo del lavoro con le persone che, invece, sono alla ricerca di un impiego”.

 

L’accordo prevede la realizzazione di una piattaforma informatica che:

  • favorisca lo scambio di informazioni tra UniversitĂ  e imprese e, quindi, l’incontro domanda-offerta tra laureandi e imprese;
  • avvii programmi per la valorizzazione di idee imprenditoriali proposte da giovani laureandi;
  • elabori periodiche ricerche sui fabbisogni formativi e di competenza del sistema delle imprese;
  • rafforzi l’attivitĂ  di informazione e di orientamento riguardanti le scelte lavorative;
  • coinvolga le aziende in attivitĂ  formative e/o lavorative, evidenziando le opportunitĂ  di stages, tirocini formativi ed eventuali possibilitĂ  occupazionali offerte ai laureandi;
  • progetti ed attivi azioni di sostegno all’autoimprenditorialitĂ , anche mediante l’organizzazione e l’erogazione di servizi agli aspiranti imprenditori.