Laurea ad honoris per Vandana Shiva. L'attivista: “Cangiamu capu” - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Laurea ad honoris per Vandana Shiva. L’attivista: “Cangiamu capu”

Avatar

Pubblicato

il

ARCAVACATA – Una donna in prima linea contro le multinazionali.

In difesa dell’ambiente, in difesa delle popolazioni. Ieri a chiusura delle celebrazioni per il ventennale della facoltà di Farmacia all’Unical nell’aula magna dell’Università della Calabria è stata consegnata la laurea magistrale honoris causa in Scienze della Nutrizione a Vandana Shiva. Una donna cresciuta in India con un’educazione ispirata alla filosofia di Gandhi e formatasi negli atenei canadesi nel settore della fisica. Nella lectio magistralis tenuta in un’aula magna gremita di studenti, professori e curiosi Vandana Shiva ha spiegato i mali indotti dalle banche, dalle grandi multinazionali e dalle manipolazioni genetiche: “La crisi economica in corso è funzionale ad un divergno perverso che devasta la popolazione salvando coloro che l’hanno creata: le banche e le istituzioni finanziarie”. Poi l’affondo sulle multinazionali, cui riferimento a Monsanto, pare scontato: “chi progetta i semi in laboratorio porta alla rovina i produttori locali, distrugge la biodiversità e mette a rischio la salute pubblica. I piccoli contadini sono costretti a confrontarsi con costi di produzione altissimi e il regime alimentare delle fasce più deboli viene impoverito. L’alternativa esiste ed è anche più ecologica e più equa. Basta intensificare la biodiversità invece di puntare alla chimica delle monocolture”. Come? Un’espressione calabrese lo sintetizza. Shiva ha dichiarato di essere calzante con quello che lei intende: “cangia capu”. La distruzione della diversità e l’omologazione secondo l’attivista indiana sono alla base della cancellazione dei saperi tradizionali, della malnutrizione, dell’agricoltura standardizzata. L’Unical ha fatto propria questa esperienza seguendo l’esempio di Vandana Shiva. Sebastiano Andò, direttore del dipartimento di Farmacia, Scienze della Salute e Scienze della Nutrizione ha infatti dichiarato che istituirà una banca delle sementi delle specie vegetali e della flora officinale calabrese. Una biodiversità che fungerà da volano per l’intera filiera agroalimentare della Regione con risvolti positivi sul piano socioeconomico. In più pare che l’attivista indiana abbia invitato l’Unical a tenere un workshop sulle piante medicinali. La non sostenibilità dei costi ambientale, economici, sociali e igienici che oggi il sistema di produzione alimentare impone non sono più tollerabili: “cangiamu capu”.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza