“Corti di memoria. Segni privati (ma non troppo)”: tutti i finalisti

Sono stati selezionati i video finalisti del concorso video “Corti di Memoria, Segni privati (ma non troppo)”, organizzato dalla Federazione Italiana dei Circoli del Cinema – Centro regionale della Calabria (F.I.C.C.) e realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale “Fata Morgana”, il Dipartimento di Filosofia e il Corso di Laurea in “Comunicazione e Dams” dell’Università della Calabria.

La giuria d’esperti, composta da Francesca Viscone (scrittrice e giornalista), Loredana Ciliberto (Presidente Ass. Cult. “Fata Morgana”) e da tre docenti dell’Università della Calabria: Roberto De Gaetano (ordinario di Filmologia e Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo del Cinema e dei Media), Giorgio Lo Feudo (docente di Semiotica del testo e coordinatore F.I.C.C. Calabria) e Bruno Roberti (docente di Stili di regia cinematografica), ha decretato che hanno diritto a entrare nella fase finale del progetto i seguenti video: Controverso di Pasquale Aloe (Cosenza); Loreto M’arcord realizzato dall’Archivio Audiovisivo della Memoria Abruzzese (Teramo); Affari di famiglia di Emilio Arnone (San Giovanni in Fiore – CS); Cartoline da molto lontano di Ilenia Caterina Borgia (Reggio Calabria); Una fumata di sigaretta di Saverio Cosentino (Catanzaro); Gulp di Domenico Modafferi (Reggio Calabria); Il doppio sguardo di Fabio Rao (Cosenza).
Tra questi sette video, tre risulteranno vincitori. La cerimonia di premiazione, con la visione dei video finalisti, si svolgerà il prossimo giovedì 20 dicembre, alle ore 15.30, presso la Sala Stampa dell’Aula Magna del Campus di Arcavacata.

Ricordiamo, inoltre, che l’Associazione “Fata Morgana” promuove dallo scorso mese di maggio la rassegna che si sta svolgendo presso l’Auditorium del CAMS (sito all’interno del Polifunzionale Unical), denominata Campus Cinema 100. Obiettivo complessivo della rassegna, ideata da Roberto De Gaetano e curata da Alessandro Canadè (docente di Cinema dell’Unical), è quello di ripercorrere, attraverso la visione di 100 film, alcuni dei momenti principali della cinematografia italiana con lo scopo di mettere in luce quanto lo sguardo dei cineasti italiani sia stato abile nell’osservare, cogliere e interpretare le metamorfosi della realtà. La rassegna (che ha ospitato registi di chiara fama, quali Mario Martone, Daniele Vicari e Giuseppe Gagliardi), per la serata del 20 dicembre prevede la proiezione dei film Senza pietà di Alberto Lattuada e Cielo sulla palude di Augusto Genina. Dopo la pausa natalizia, Campus Cinema 100 ripartirà l’8 gennaio per continuare (tutti i martedì e giovedì, sempre a partire dalle ore 20.30) fino a fine mese.