Donne e scienza: il racconto di Resj David, prima donna laureata in Fisica all’Unical

Il racconto e l’emozione nella giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza. La prima laureata in fisica all’allora nascente Università della Calabria “da bambina mi innamorai dell’algebra, poi fui folgorata dalla studio della luce”.

.

RENDE -“A 12 anni mi innamorai dell’algebra. All’ultimo anno del liceo rimasi folgorata e affascinata dallo studio della luce0”. Una scelta quasi naturale per Resj David che è stata la prima donna a laurearsi all’Università della Calabria in un corso d’area scientifica. Iscritta a Fisica nel 1972, fa parte di quel gruppo di matricole pioniere, 600 in tutto, che ha partecipato all’avvio dell’Unical.  Sessanta gli ammessi a Fisica in quel primo anno accademico, tra i quali 24 ragazze.

“Nel 1972 mi iscrissi alla facoltà di Fisica all’allora nascente università della Calabria” racconta Resj David. “Gli ultimi due anni furono i più belli, perchè si profilò la specializzazione nella fisica nucleare e in particolare nella dosimetria gamma”. La laurea arriva quattro anni dopo, nel dicembre del 1976, con una tesi sulle radiazioni elettromagnetiche. Una scelta per nulla casuale, visto che il suo amore per la fisica è nato studiando la luce. Per la Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza – istituita dall’Onu per promuovere la piena ed equa partecipazione delle donne alle discipline scientifiche – il suo racconto di quell’esperienza. “Alle ragazze consiglierei di scegliere la scienza e di affrontarla con perseveranza e coraggio”.