Unical, ammissioni anticipate: rettore amplia i posti disponibili

Oltre 2100 aspiranti matricole hanno partecipato al bando, 15% in più rispetto allo scorso anno

 

ARCAVACATA (CS) – Pubblicate le graduatorie delle ammissioni anticipate all’Università della Calabria. Un trend in crescita, contrariamente alle aspettative a livello nazionale, che prevedevano un calo di iscrizioni a causa della ricaduta economica dovuta all’emergenza sanitaria. Nel 2008, infatti, come ha ricordato di recente il ministro Manfredi, la crisi economica provocò un crollo di iscrizioni universitarie del 20%. L’Unical, dunque, è in controtendenza e parte con una prima fase di domande incoraggiante, che fa ben sperare per le partecipazioni al bando ordinario, che sarà aperto nella seconda metà di luglio. Le domande per le ammissioni anticipate, regolate dai test Tolc, quest’anno sono aumentate di 785, passando da 1348 a 2133.

«Un dato significativo – commenta il rettore Nicola Leone – se si pensa che pur limitando il confronto solo ai corsi presenti anche nel 2019, abbiamo avuto un incremento del 15%, in assoluta controtendenza rispetto agli ultimi anni, in cui perdevamo sistematicamente studenti».
«Non abbiamo ancora elementi sufficienti per analizzare i motivi di questa crescita – spiega il rettore Leone – una componente potrebbe essere dovuta a una certa riluttanza ad andare al Nord dopo la pandemia, che potrebbe aver ridotto la migrazione. Ma voglio sperare che sia dovuta soprattutto al cambio di passo dell’ateneo operato, che è già visibile dal territorio, anche grazie ad una migliore comunicazione. Credo che anche la coesione interna abbia giocato un ruolo importante e il fatto stesso che tutti i corsi di laurea per la prima volta, quest’anno, abbiano partecipato al bando di ammissione anticipata ne è la prova. Così come è stato percepito il ruolo positivo svolto nel corso dell’emergenza da Covid-19, che ha fatto apprezzare ulteriormente l’Unical all’esterno».

Per premiare la volontà di tanti studenti di entrare nell’ateneo di Arcavacata e per andare incontro alle esigenze delle famiglie che in questa fase avranno difficoltà economiche nella mobilità, il Rettore ha deciso, in corsa, di sollecitare ai direttori dei Dipartimenti un incremento dei posti messi originariamente a bando per l’ammissione anticipata. Si è ottenuto così un allargamento dei posti in graduatoria, che vede l’ammissione di quasi tutti gli studenti che ai Tolc hanno superato la soglia minima di punteggio.

In particolare, passano da 60 a 62 i posti per il corso di laurea in Lettere e Beni Culturali; da 120 a 137 per il corso di laurea in Ingegneria Gestionale; da 55 a 75 per il corso di laurea in Biologia; da 30 a 45 per il corso di laurea in Scienze e Tecnologie Biologiche; da 60 a 72 per il corso di laurea di laurea magistrale a ciclo unico in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche; da 140 a 192 per il corso di laurea in Ingegneria Informatica; da 70 a 78 per il corso di laurea in Informatica.

Le graduatorie sono consultabili dagli studenti sui profili personali di Esse3, nella sezione “menu”, “segreteria”, “bandi di ammissione”. Gli ammessi dovranno attendere l’avviso della pubblicazione della graduatoria definitiva, che sarà pubblicata tra una settimana circa, per poi immatricolarsi ufficialmente. Nel frattempo è importante che richiedano subito l’Isee Dsu al proprio Caf per poter ottenere eventuali esoneri o riduzioni dalle tasse di iscrizione in funzione del reddito familiare.

I non ammessi, invece, possono sperare ancora in eventuali scorrimenti, che potrebbero avvenire nella graduatoria definitiva. Infine i respinti, che non hanno ottenuto al Tolc il punteggio minimo previsto, sono esclusi da questa fase di ammissione, ma potranno partecipare a quella successiva, con nuovo bando che sarà pubblicato nel mese di luglio e nel quale la graduatoria terrà conto prevalentemente del voto di diploma.