L’Università della Calabria punto di riferimento europeo per l’Intelligenza artificiale

Conclusa la 18′ edizione della conferenza internazionale AI*IA (Associazione italiana per l’intelligenza artificiale), con ricercatori e scienziati arrivati da tutta Europa. Il rettore Nicola Leone annuncia un nuovo simposio internazionale a settembre 2020 “L’Unical è un riferimento europeo per l’intelligenza artificiale”

 

RENDE (CS) – Si è conclusa, con una partecipazione numerosa e altamente qualificata, la 18^ edizione della conferenza internazionale AI*IA dell’Associazione italiana per l’intelligenza artificiale, quest’anno ospitata dall’Università della Calabria. Nel corso di cinque dense giornate studio, circa 200 tra professori e ricercatori di IA si sono confrontati sugli ultimi sviluppi della disciplina e sulle grandi prospettive che essa apre al futuro. La conferenza è arrivata all’Unical grazie al nuovo rettore, Nicola Leone, scienziato di intelligenza artificiale a cui l’associazione italiana di IA ha conferito il ruolo di presidente della conferenza, attestando la qualità e il prestigio scientifico della scuola di IA dell’Unical. Gli intervenuti, provenienti da Italia, Svizzera, Stati Uniti, Turchia, Spagna, Argentina, Repubblica Ceca, hanno partecipato a più di 60 relazioni, 11 workshops, con “invited speakers” di spessore internazionale.  Il comitato scientifico è stato coordinato dai professori Mario Alviano, Gianluigi Greco e Francesco Scarcello; quello organizzativo dal professor Francesco Ricca. L’Unical ha ricevuto apprezzamenti da parte di tutti i partecipanti, molti dei quali per la prima volta hanno avuto modo di visitare l’ateneo calabrese, scoprendo talvolta con stupore una realtà all’avanguardia della ricerca con strutture e laboratori altamente innovativi.

In linea con la volontà di aprire l’università al territorio, prevista dal programma del rettore Leone, alla conferenza scientifica è stato affiancato un evento divulgativo, in cui scienziati, giornalisti e professionisti di IA, hanno discusso di intelligenza artificiale e del suo impatto nella vita quotidiana davanti a scuole e cittadinanza. “Questo appuntamento – ha dichiarato il rettore Leone a conclusione dell’evento – ha accresciuto il prestigio dell’ateneo come centro di confronto a livello europeo sull’intelligenza artificiale, avendo già ospitato in primavera la conferenza europea di logica in intelligenza artificiale (Jelia) e preparandosi ad ospitare, il prossimo anno, la conferenza internazionale di programmazione logica (ICLP)”. E dalla ricerca all’occupazione del prossimo futuro, il passo è breve. “L’intelligenza artificiale – sottolinea infatti il rettore – apre nuove prospettive occupazionali. Nei prossimi anni ci sarà una trasformazione radicale nel mondo del lavoro e l’Unical punta ad essere protagonista in questo cambiamento”.

Conclusi i lavori della AI*IA, all’Unical già partono i preparativi per un prossimo importante simposio sull’intelligenza artificiale. La conferenza ICLP, tenutasi quest’anno in New Mexico (USA), a settembre del prossimo anno arriveràinfatti in Calabria, presieduta congiuntamente dal rettore Leone e dal professor Sergio Greco del Dipartimento di ingegneria informatica, modellistica, elettronica e sistemistica, che hanno recentemente ricevuto la nomina dall’associazione internazionale di programmazione logica (ALP).