ASCOLTA RLB LIVE
Search

Arcavacata: strade pericolose per gli studenti, parcheggi adibiti a discarica (FOTO)

Mancano segnaletica orizzontale e marciapiedi

 

RENDE (CS) – Raggiungere l’Università della Calabria non è sempre facile. Gli studenti che scelgono di abitare ad Arcavacata, per risparmiare sul costo dei trasporti (1,60/1,80 euro a corsa) e vivere a pieno lo spirito del Campus, sono costretti ad attraversare a piedi pericolose strade. Sono pochi i percorsi intorno al perimetro dell’Unical provvisti di marciapiede, mentre per le auto è completamente assente la segnaletica orizzontale. La mancata manutenzione del verde aggrava la situazione. I pedoni sono infatti obbligati a camminare al lato di una carreggiata invasa da sterpaglie, stretta e senza neanche un accenno di strisce bianche che ne delineino il tracciato. Un esempio lampante è via Salerno Rosario. Si tratta dell’arteria che costeggiando il centro residenziale porta nell’abitato di Arcavacata. Sono centinaia gli studenti che ogni giorno la attraversano a piedi ed in auto mettendo a repentaglio la propria incolumità. Il rischio di essere investiti è reale, essendo poco illuminata durante la notte e con una scarsa visibilità nelle ore diurne.

 

 

Per chi guida invece non è raro dover scansare bus, camion o macchine che sfrecciano cercando di evitare scontri frontali (e ovviamente i pedoni a lato strada). Gli studenti che usano il parcheggio devono invece fare lo slalom tra i cumuli di rifiuti di ogni genere che formano una discarica diffusa per tutta la sua estensione. Il Comune di Rende, sollecitato ad intervenire, dal suo canto ha già dato mandato a Calabra Maceri di provvedere alla bonifica del parcheggio. Gli operai infatti sono soliti ritirare solo le buste della differenziata al di fuori delle abitazioni, lasciando a terra tutto il resto per lunghi mesi (vedi foto 9 – 10 -11). Per quanto riguarda la segnaletica orizzontale e i marciapiedi, l’amministrazione comunale promette di attivarsi per reperire i fondi necessari a coprire le spese. Soldi di cui al momento nel municipio d’Oltrecampagnano sembrerebbe non vi sia disponibilità.