ASCOLTA RLB LIVE
Search

Diritto allo studio: “Problema di civiltĂ  e giustizia, prima ancora che scempio della classe politica”

Bruno, studente Unical e portavoce regionale di Azione Universitaria: “Da anni assistiamo a promesse e assunzioni di impegni vari, a cui mai è seguita una soluzione definitiva”

 

 

ARCAVACATA (CS) – “Uno dei temi piĂą caldi nel dibattito pubblico regionale degli ultimi tempi è senza dubbio quello del Diritto allo Studio. Da piĂą parti provengono critiche e proposte per risolvere l’annoso problema della carenza di fondi per le Borse di Studio, che da anni comporta la vergognosa esistenza della figura dell’idoneo non beneficiario, lo studente che per legge avrebbe diritto al contributo economico ma che non lo riceve a causa dell’insufficienza dei fondi”. Ad intervenire è Carmine Bruno, studente Unical e portavoce regionale di Azione Universitaria. “Su questo tema deve catalizzarsi l’attenzione della nostra categoria – dichiara Bruno – perchĂ© questo è un problema di civiltĂ  e giustizia, prima ancora che uno scempio della nostra classe politica. Da anni assistiamo a promesse e assunzioni di impegni vari, a cui mai è seguita una soluzione definitiva. Affidare il diritto allo Studio al POR, un programma volatile e a tempo determinato, è una cura poco lungimirante e la prova che non vi è la volontĂ  di sanare definitivamente questa piaga. Noi di Azione Universitaria abbiamo l’ambizione di dire che abbiamo la proposta risolutiva. Nel rispetto delle competenze attribuite e del peso istituzionale, rimettiamo il nostro impegno nelle mani del CO.R.U.C. e restiamo in attesa di essere ascoltati per portare al tavolo la nostra proposta. Registriamo la piena disponibilitĂ  dimostrata dal Senatore Nicola Caruso, rappresentante del nostro Ateneo nel Coordinamento, e la accogliamo volentieri, poichĂ© lo riteniamo idoneo a rappresentare le istanze degli studenti calabresi presso le Istituzioni a tutti i livelli. Rivolgiamo inoltre un invito a tutte le altre sigle studentesche a seguire la nostra linea ed a far convergere tutte le forze sul Senatore Caruso, che può essere un interlocutore attento e l’autore della sintesi delle nostre mozioni.”