ASCOLTA RLB LIVE
Search
soluri caligiuri

Lezione del presidente dell’ordine dei giornalisti al corso di Pedagogia della Comunicazione (AUDIO)

Il Presidente dell’ordine regionale dei giornalisti della Calabria Giuseppe Soluri ha tenuto una lezione durante il corso di Pedagogia della Comunicazione dell’Università della Calabria, tenuto da Mario Caligiuri.

 

RENDE (CS) – Il seminario si è tenuto nell’ambito dello svolgimento del progetto “Il quotidiano in Ateneo” promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori. Soluri è stato introdotto da Caligiuri che ha evidenziato la necessità di rinnovare l’educazione tenendo conto dei cambiamenti che si sono verificati negli ultimi decenni, segnati sopratutto dall’informazione e dalle tecnologie, che stanno modificando radicalmente la società, l’economia e le modalità di apprendimento a livello cerebrale da parte delle giovani generazioni.

Soluri ha illustrato l’importanza dell’informazione che rappresenta il presupposto e il sale della democrazia, ricordando che in Italia si è sempre letto poco, sia libri che quotidiani. Si è poi soffermato sul futuro del giornalismo, evidenziando che oggi è fondamentale approfondire e verificare gli argomenti, impegnandosi a mantenere obiettività e curiosità, pur risentendo inevitabilmente della propria visione del mondo. Di fronte all’eccesso di informazione, il giornalismo può recuperare una funzione decisiva garantendo l’affidabilità e l’importanza reale delle notizie, dati fondamentali in un’era di fake-news e di post-verità. Per Soluri è questo il futuro del giornalismo e dei quotidiani.

Il Presidente dell’Ordine ha poi affrontato il tema della diversità dei linguaggi dei vari media, della proprietà dei mezzi di informazione, evidenziando che le caratteristiche del giornalista sono rappresentate dall’intuizione, dall’analisi e dalla sintesi. Soluri si è poi soffermato sul sistema regionale dell’informazione, indicando i media di maggiore peso e ricordando che oggi c’è un’inedita offerta di informazione non solo sul web ma anche sulla televisione digitale, dove è possibile fruire di più di trecento canali. Ha poi affrontato il tema dei giornalisti minacciati nella nostra regione, ribadendo che ci sono delle zone in cui è difficile esprimere le proprie opinioni ma ha invitato a distinguere e valutare caso per caso.

Infine ha anche ricordato che il sistema dell’informazione è gracile e che non è facile fare il giornalista in Calabria, nonostante proprio in queste realtà ci sia bisogno di maggiore informazione di qualità, per rifuggire da ogni condizionamento per costruire la democrazia. Infine ha auspicato che anche in Calabria possa essere approvata una legge sull’editoria per sostenere il sistema mediatico di qualità e favorire le trasformazioni epocali che sono necessarie per rimanere al passo con le rapidissime evoluzioni sociali. Soluri si è poi confrontato con gli studenti che hanno posto domande sugli argomenti della lezione, con particolare attenzione all’impatto delle tecnologie sui giornali di carta.

MASTER IN INTELLIGENCE – il 30 ottobre scadono i termini di iscrizione

Sono ancora aperte le iscrizioni alla settima edizione del Master in Intelligence dell’Universita della Calabria, che rappresenta la prima esperienza di questi studi in un ateneo pubblico italiano e avviato nel 2007 con il sostegno del Presidente Emerito della Repubblica Francesco Cossiga. Ne dà comunicazione il Direttore del Master Mario Caligiuri che evidenzia come la scadenza per presentare le domande sia prevista per il 30 ottobre 2017 e possa avvenire esclusivamente On-Line  (CLICCA QUI).

Il direttore del Master, Mario Caligiuri, ai microfoni di RLB Radioattiva ha illustrato i dettagli del prestigioso master e le opportunità che questo offre ai giovani nel mondo del lavoro, ed è anche tornato sulla lezione del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri

ASCOLTA L’INTERVISTA

Il Master

L’inizio delle lezioni è previsto per il 25 di novembre 2017 e tutte le attività termineranno entro il mese di dicembre 2018. Possono presentare domande esclusivamente i laureati del vecchio ordinamento (4 anni) e quelli in possesso della laurea magistrale (5 anni), essendo un Master di II livello. La quota di iscrizione è di € 3.000 (tremila), suddivisibili in due rate. Per gli appartenenti alle forze di polizia è prevista una riduzione del 30%. Il master si articolerà il 19 lezioni d’aula, che si svolgeranno di sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30. Sono pure previste, alla fine del ciclo delle lezioni, attività laboratoriali che si terranno in 10 giornate consecutive di due settimane (da lunedì a venerdì). Sono anche possibili assenze in una misura massima del 20 per cento e inoltre vanno svolte 300 ore stages in strutture convenzionate. Come in ogni edizione, i docenti saranno professori universitari ed esperti italiani del settore.

Nelle edizioni precedenti sono intervenuti, tra gli altri, i ministri Marco Minniti, Paolo Savona e Giulio Tremonti; i Direttori dei Servizi Franco Gabrielli, Vittorio Stelo, Luigi Ramponi e Nicolò Pollari; i direttori delle scuole dei Servizi Paolo Scotto di Castelbianco, Maurizio Navarra e Mario Maccono; i professori Alberto De Toni, Giorgio Galli, Antonio Baldassarre, Umberto Gori, Roberto Baldoni e Antonio Teti; i prefetti Carlo Mosca e Marco Valentini; i generali Fabio Mini e Carlo Jean; i giornalisti Lucio Caracciolo, Paolo Messa, Massimo Franco e Andrea Cangini; i magistrati Nicola Gratteri, Rosario Priore, Giuseppe Pignatone e Mario Spagnuolo; gli ambasciatori Michele Valensise e Domenico Vecchioni; i funzionari dello Stato Alessandro Ferrara, Adriana Piancastelli e Giuseppe Scandone; i dirigenti della sicurezza di multinazionali Alfio Rapisarda e Alberto Accardi.
Le attività di approfondimento in questa edizione saranno riservate alla cyber intelligence, con lo svolgimento di seminari e laboratori, d’intesa con il Distretto della Cyber Security di Poste Italiane e il Per gli studenti sono previste attività di stage che nelle precedenti edizioni si sono svolte presso istituzioni pubbliche e società private, tra le quali ENEL ed IRI.

Per qualunque informazione ci si può rivolgere al Direttore del Master ai recapiti 337 980189 oppure mario.caligiuri@unical.it.