Universita': petizione studenti professioni sanitarie - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Universita’: petizione studenti professioni sanitarie

Avatar

Pubblicato

il

(ASCA) – ”Concessione di una struttura idonea in cui ospitare il corso triennale di infermieristica dell’Universita’ Magna Graecia di Catanzaro. Revoca del protocollo d’intesa Regione Calabria, Asp Cosenza e l’Universita’ ”La Sapienza” di Roma”. Sono questi i punti principali contenuti nella petizione, promossa dagli studenti iscritti e frequentanti il corso triennale di laurea in infermieristica dell’Universita’ Magna Graecia di Catanzaro e residenti a Cosenza. La raccolta di firma, gia’ avviata tra i 500 studenti, mira ad ottenere un incontro ufficiale sia con il primo cittadino di Cosenza, Mario Occhiuto, che con il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, ”affinche’, prima di guardare ad altri atenei e promettere la disponibilita’ di strutture, vengano individuate dei validi locali, dove tenere i corsi di infermieristica della Magna Graecia, da anni ospitati nei locali dell’ex Cud dell’Unical”. I giovani studenti, attraverso un ulteriore petizione, firmata gia’ nella giornata di oggi da 150 studenti, seriamente preoccupati per le polemiche sollevate in questi giorni, relative alla richiesta di istituire nuovi corsi delle professioni sanitarie su Cosenza, affidati e gestite da Universita’ extra regionali, chiedono al Presidente della giunta regionale on. Scopelliti, ”di avviare le procedura politiche e amministrative per giungere alla revoca del decreto 77 del 1 giugno 2012 con il quale la Regione ha approvato un protocollo d’intesa con l’Universita’ ”La Sapienza” di Roma per istituire i tirocini nell’Asp di Cosenza. Organizzare un parallelo tirocinio formativo all’interno dell’azienda ospedaliera di Cosenza, significherebbe sovrapporre un peso recettivo insopportabile per la medesima struttura sanitaria, con il rischio reale di espellere i tirocinanti cosentini dal contesto locale, con gravi ricadute negative sulla professionalita’ e formazione dei singoli, e sulla economia organizzativa dello studente. Gli studenti si vedrebbero costretti ad effettuare altrove il proprio tirocinio formativo previsto dal corso di laurea”.

Gli studenti sono fiduciosi che quanto avanzato verra’ valutato dai rappresentanti delle istituzioni locali, chiamati a rispondere alle esigenze manifestate dal mondo studentesco universitario del polo di infermieristica di Cosenza. ”Le rivendicazioni portate avanti, non si richiamano a logiche campanilistiche o di difesa corporativa.

Tutt’altro – rammenta Vincenzo Bosco in qualita’ di referente del Polo di infermieristica di Cosenza. La base degli studenti e’ infatti costituita da residenti sul territorio della provincia di Cosenza i quali intravedono nel potenziamento della proposta formativa sanitaria della Magna Graecia, la strada maestra per giungere agli stessi obiettivi senza ricorrere ad altre universita’ estranee per cultura, esperienza e storia al nostro territorio calabrese”.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza