Paola, una strada lo ricorderà per sempre il maggiore dei carabinieri Antonio Carbone - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Paola, una strada lo ricorderà per sempre il maggiore dei carabinieri Antonio Carbone

Antonio Carbone morì il16 agosto per un improvviso malore dopo un diverbio con alcuni bagnanti, sorpresi a gettare rifiuti in mare

Avatar

Pubblicato

il

PAOLA (CS) – Una strada per ricordare il Maresciallo Maggiore dei Carabinieri Antonio Carbone, deceduto prematuramente il 16 agosto scorso per un improvviso e tragico malore avvenuto in un lido Balneare a Paola, dopo un diverbio con alcuni bagnanti, sorpresi a gettare rifiuti in mare. Questa mattina a Paola la cerimonia di intitolazione alla quale hanno partecipato il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Cosenza, Colonnello Agatino Saverio Spoto, Padre Francesco Trebisonda, Correttore Provinciale dell’Ordine dei Minimi di San Francesco di Paola e il Sindaco di Paola Roberto Perrotta, che si sono stretti ai due figli maggiori del Maresciallo Carbone, Valentina ed Andrea, giunti da Torino per potersi riunire dopo un lungo viaggio, agli altri familiari presenti ed a tutta la comunità nel pensiero per il proprio padre e per il gesto compiuto: esemplare, genuino e rispettoso della civile convivenza.

Il Comune di Paola ha voluto con forza questa intitolazione per celebrare il rispetto della legalità e del territorio alla memoria del militare descritto come: “un esempio di coraggio e passione nel trasmettere, con gentilezza, il rispetto per l’ambiente dovuto da ogni essere umano. Martire dell’odio di chi inquina il mare della nostra bellissima terra di Calabria”.

Il Maresciallo, originario di Paola ed in licenza nella sua terra d’origine, era in servizio alla Tenenza di Cirié, in Piemonte, comunità che lo aveva accolto e dove aveva svolto buona parte del proprio servizio come Sottordine e Comandante della Stazione dei Carabinieri a Rivoli, Cantoria Chialamberto, Lanzo Torinese e Venaria, benvoluto e stimato dai propri colleghi e Comandanti.  Il militare ha compiuto il proprio dovere sino all’ultimo, nel profondo convincimento che il rispetto della legalità dovesse tradursi necessariamente in un concreto e quotidiano impegno a tutela della collettività, dell’ambiente e della sanità pubblica. Il Maresciallo Maggiore Antonio Carbone ha saputo vivere in pienezza il suo essere Carabiniere, con umiltà e determinazione, non limitandosi ad intervenire in contesti, orari e frangenti legati al servizio in senso stretto, ma proponendosi a tutela di interessi collettivi anche libero dal servizio ed in vacanza con i propri familiari, per amore della sua terra. È stato un esempio da seguire ed imitare.

Provincia

Partono gli eventi estivi a Rovito. Ecco il cartellone tra arte, cultura e incontri

La Pro Loco riparte con una serie di eventi per questa estate 2022, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le eccellenze del territorio

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ROVITO (CS) – Dopo due anni di pandemia da Covi-19, la Pro Loco di Rovito riparte con una serie di eventi artistico/culturali per questa estate 2022, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le eccellenze del territorio rovitese. Inseriti nel cartellone unico dell’Amministrazione Comunale, in collaborazione con tutte le associazioni operanti a Rovito, le iniziative Pro Loco partiranno il prossimo 10 luglio, in occasione della Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, con il ciclo “Incontri d’Autore” che avrà per protagonista Giancarlo Cauteruccio, regista, scenografo ed attore tra i più apprezzati nel panorama nazionale ed internazionale. Fondatore della compagnia teatrale Krypton, che ha la sua sede legale al Teatro Studio di Scandicci alla porte di Firenze, il maestro Cauteruccio  incontrerà l’altro protagonista della serata, l’associazione Rubetum di Rovito che negli ultimi anni si è caratterizzata per le straordinarie performance teatrali a cui ha dato vita e che può essere considerata a tutti gli effetti come una compagnia teatrale amatoriale rappresentando una eccellenza di Rovito, da promuovere e valorizzare con determinazione.

Seguirà il 17 e 18 luglio il primo evento fieristico di Rovito la “Fiera del Vintage”, in collaborazione con l’associazione di Cosenza “Chi cerca…trova” prevista a Pianette, nell’ampio spazio antistante la palestra comunale. Il bellissimo chiostro della sede municipale, inoltre, ospiterà le opere di Sandro Nucci, artista poliedrico, i cui dipinti si caratterizzano per la grande intensità espressiva, e che in passato ha realizzato anche importanti opere per le chiese della città di Rende. Sono sue, inoltre, le 14 tavole, olio su vetro, della Via Crucis custodite nella Chiesa di Monserrato. L’inaugurazione della mostra “I colori nei miei sogni dipinti” è prevista per venerdì 5 agosto prossimo. Infine, il 12 agosto sarà di scena la “Notte delle stelle” di cui saranno protagonisti altre eccellenze rovitesi.

“La ripartenza non è stata e non è facile – afferma il direttivo della Pro Loco di Rovito, presieduto da Brunella Valente – ma siamo animati da un grande, profondo amore verso il nostro territorio e la comunità rovitese tutta che è bella, dinamica, sensibile. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare il nostro straordinario patrimonio artistico/culturale ed ambientale, le professionalità e gli artisti rovitesi, che meritano attenzione e sostegno. In questa ottica portiamo avanti la nostra attività con passione e determinazione, sperando di poter contribuire fattivamente alla crescita di Rovito, che rappresenta la porta naturale della città di Cosenza sul meraviglioso Altopiano silano. Noi ce la metteremo tutta!”.

Continua a leggere

Provincia

Videosorveglianza e wifi gratuita a Marano Marchesato. Il sindaco “sicurezza ed efficienza”

Il progetto, partito in via sperimentale da circa 20 giorni, è in fase di perfezionamento “verso nuove e migliori performance”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MARANO MARCHESATO (CS) – Attivato a Marano Marchesato il servizio di videosorveglianza delle strade cittadine. “Con questo progetto, su impulso del consigliere con delega allo Spettacolo, Ivan Greco e il sostegno dell’intera Amministrazione – ha dichiarato il sindaco Eduardo Vivacqua – abbiamo inteso potenziare la sicurezza e il controllo del nostro territorio attraverso l’installazione di un impianto di videosorveglianza mirato a controllare i punti di accesso principali e secondari al territorio comunale”.

Il progetto, partito in via sperimentale da circa 20 giorni, è in fase di perfezionamento. “In linea – chiosa ancora il primo cittadino -con i principi di buona gestione amministrativa e al contempo per ottenere la migliore soluzione tecnica possibile, al fine di fungere da efficace deterrente contro i malintenzionati.”

Dopo la necessaria fase burocratica che ha previsto la richiesta e l’ottenimento delle autorizzazioni da parte delle autorità competenti, si è passati alla progettazione e realizzazione pratica del sistema, che sono state affidate alla Link Telecomunicazioni Srl, azienda con decennale esperienza nel settore delle telecomunicazioni e di servizi IT. “La scelta di un partner locale è stata operata, dopo aver vagliato varie opzioni – spiega Vivacqua – in base al criterio della massima efficienza e soprattutto assistenza tecnica sul territorio, per consentire all’amministrazione di mantenere inalterate la performance degli impianti negli anni e soprattutto non avere costi aggiuntivi imprevisti”.

L’installazione degli impianti di videosorveglianza, opportunamente pianificata, ha permesso anche che il territorio comunale diventasse free-wifi. Questo è un altro obiettivo realizzato dall’amministrazione comunale, voluto per fornire un utile servizio alla cittadinanza. Attraverso il montaggio degli apparati per la realizzazione del servizio, infatti, che ha previsto l’installazione di Telecamere IP Full-HD e la realizzazione di tutta l’infrastruttura di rete radio necessaria al convogliamento delle immagini presso la sede comunale, è stato possibile realizzazione alcuni Hot Spot Wi-Fi nei principali luoghi di aggregazione pubblica e questo permetterà non solo ai cittadini di Marano Marchesato, ma anche ai visitatori di passaggio, di connettersi alla rete internet con i propri dispositivi mobili in forma totalmente gratuita e sicura.

Continua a leggere

Provincia

L’emergenza criminalità nella Sibaritide-Pollino approda in Commissione anti ‘ndrangheta

Nel corso della seduta saranno auditi i sindaci di Castrovillari e Cassano Jonio oltre a tre rappresentanti dei sindacati di polizia Siulp ed Fsp

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

REGGIO CALABRIA – L’emergenza legata al diffondersi della criminalità sul territorio della Sibaritide e del Pollino approda per la prima volta in Commissione anti ‘ndrangheta. Su iniziativa del capogruppo di “De Magistris Presidente” in Consiglio regionale,  Ferdinando Laghi, che è anche membro della Commissione stessa, , è stata infatti inserita all’ordine del giorno della prossima seduta – convocata il primo luglio alle 11 – una serie di audizioni connesse alla problematica dell’illegalità diffusa nell’area nord della Calabria.

In quell’occasione saranno auditi: i sindaci di Castrovillari e Cassano Jonio, Lo Polito e Papasso, il segretario generale provinciale del Siulp, Scaglione; Ruggero Altimari, componente della segreteria provinciale del Siulp; il segretario provinciale dell’Fsp Cosenza, Perrelli. Un momento fortemente voluto dal capogruppo Laghi, anche a seguito dei reiterati appelli da parte delle Forze dell’Ordine e del Sindacato di polizia di essere messi pienamente in grado di intensificare l’azione di contrasto alla criminalità  e di rafforzare i locali presìdi di sicurezza. Cose che richiedono un superamento delle attuali difficoltà legate al personale.

«Questo vuol essere un segnale tangibile della vicinanza e dell’impegno volto a fronteggiare concretamente la problematica della criminalità – afferma Laghi -;  le istanze di quei territori saranno approfondite e discusse adeguatamente in Commissione e questo è già un primo risultato positivo. La domanda di legalità da parte dei cittadini della Sibaritide e del Pollino non deve rimanere inascoltata, anche perché essa rappresenta la pietra angolare per costruire una Comunità libera e progredita».

Continua a leggere

Di tendenza