Cosenza, tre sberle al Taranto. Finali assicurate

COSENZA – Cavalcata trionfale. Il Cosenza ce l’ha fatta. Doveva conquistare i tre punti a tutti i costi per superare il Brindisi e ci è riuscito

in pieno ma non è stato facile. I ragazzi di Florio sono scesi in campo comprensibilmente nervosi e contratti per l’importanza della posta in palio e per tutto il primo tempo non sono riusciti a sviluppare le consuete trame ariose di gioco. Si è andati al riposo sullo zero a zero e con il taccuino praticamente vuoto. Solo con qualche calcio piazzato la nostra Juniores ha cercato di rendersi pericolosa ma senza successo. Nella ripresa però le cose sono completamente cambiate. I ragazzi rossoblu sono scesi in campo con tutt’altro piglio e hanno chiuso il Taranto nella propria area di rigore. E’ stato Pasquale Rossi a segnare il gol più importante, quello che ha sbloccato la partita. Correva il 18′ della ripresa. Calcio di punizione dalla tre quarti e splendido intervento in spaccata del difensore, che superava senza scampo il portiere ospite. Grandi scene di gioia per il gol che in pratica vale un campionato. Nel finale il Cosenza ha arrotondato il successo con altri due gol. Al 37′ Gigi Le Piane se n’è andato via in perfetta solitudine, ha scartato anche il portiere e ha raccolto l’abbraccio di tutti i compagni e di tutti i tifosi. Al 39′ Perna lo ha imitato, superando il portiere con un beffardo pallonetto. Alla fine hanno esultato tutti: Franco Florio e Kevin Marulla, che hanno portato a termine l’opera ma naturalmente anche Francesco Candelieri, Giovanni Ciardullo, Brunello Trocini e Alessandro De Rose che sono stati i protagonisti assoluti del campionato fino al mese di febbraio. Adesso il Cosenza giocherà le finali nazionali. Bisognerà attendere prima la squadra vincitrice dei play off del Girone M e poi si formerà un triangolare con la squadra siciliana che vincerà le finali regionali. L’avventura dei lupacchiotti continua.

TABELLINO – Cosenza: Fabiano, Rossi, Pellegrino, Rino, Marchio, Rocca, Morelli E., Carbonaro, Magarò (63‘ Perna), Volpe (90’ Fiorita), Le Piane (89’ Novello). A disposizione: Puterio, Montagnese, De Luca, Pansera. All. F. Florio.

Taranto: Monopoli, Capuano, Cavallera, Capussela (75’ Giannico), Pellegrini, Recchia M., Pasquale, Alagni (67’ Recchia S.), Giudetti, Carbone, Cimino. A disposizione: Di Canio. All. M. Cazzarò.

Arbitro: Longo Federico di Paola (Cs)

Assistenti: Manes Giuseppe e Pate Giuseppe di Paola (Cs)

Marcatori: 63’ Rossi, 82’ Le Piane, 84’ Perna

NOTE – giornata di sole con oltre 20 gradi. Terreno di gioco in pessime condizioni. Spettatori 200 circa. In tribuna lo staff dimissionario al completo con Francesco Candelieri, Giovanni Ciardullo, Brunello Trocini ed Alessandro De Rose. Cosenza in completo bianco, Taranto nella classica divisa rossoblu con pantaloncini blu. Il Taranto si è presentato con soli 14 giocatori in distinta. Ammoniti: 44’ Marchio (C), 45’ Carbonaro (C), 47’ Alagni (T), 66’ Giudetti (T). Calci d’angolo 4-4 (p.t.: 2-2). Tempo recuperato: p.t.: 2′; s.t.: 4′.