Ssd Tortora: tre punti di platino contro il Diamante

COSENZA – Pronto riscatto. Le ragazze dell’Ssd Tortora, dopo lo scivolone di domenica scorsa contro l’Atletico Belvedere,

ritrovano grinta, orgoglio, motivazioni ed entusiasmo e fanno pace con la vittoria, violando il difficile parquet di Scalea e battendo, con un perentorio 7-2, le timide resistenze della Virtus Diamante, già domata all’andata (finì 4-2, ndr). Oggi, le ragazze di mister Posteraro, hanno dimostrato di aver “archiviato”, la Waterloo contro le ragazze del Belvedere, giocando una partita attenta, con ottima applicazione degli schemi tattici e con la giusta concentrazione dal 1′ fino al triplice fischio finale. Sin dall’avvio di gara, l’Ssd ha mantenuto saldamente in mano il canovaccio tattico della partita, controllando le avversarie e spingendosi in avanti con veloci ripartenze. Scambi di prima, ottime triangolazioni, fluidità nella corsa, applicazione quasi maniacale nella marcatura delle avversarie, sono state le mosse tattiche di una gara, preparata bene in settimana, e giocata con l’astuzia di un esperto scacchista. Il predominio territoriale della formazione di calcio a cinque tortorese, s’è concretizzato con il passare dei minuti, grazie agli acuti di Caterina Bruzzese, indomabile e autrice di ben quattro reti. Il suo è stato un poker servito di ottima fattura. Ad irrobustire lo score, c’hanno pensato Veruska Limongi, Marzia Quercia e Alina Stefana Vieru, protagoniste di una gara perfetta. Ma è stata perfetta anche la concentrazione altissima mantenuta dal resto della squadra che non ha perso, nemmeno per un secondo, di mantenere saldamente in mano il pallino del gioco, rintuzzando a dovere le avversarie, contenendole nella loro retroguardia e frantumando sul nascere ogni tentativo della Virtus Diamante di “affacciarsi” dalle parti del pipelet Katia Grosso. E’ stata, ancora una volta, una vittoria del collettivo, la vittoria della determinazione e della grinta. Tre punti d’oro che, fanno classifica ma, soprattutto, morale. Quel morale che, dopo la sconfitta di domenica scorsa, aveva un pò abbassato l’entusiasmo dei decibel all’interno dello spogliatoio dell’Ssd. Ma queste ragazze, ripeto un collettivo ben assortito di qualità caratteriali, tecnica individuale, meccanismi tattici mandati giù a memoria, in ore e ore di allenamento e sacrifici, hanno dimostrato, anche oggi, di potersela giocare alla pari, contro tutto e tutti. Finita la partita nello spogliatoio è esplosa la grande festa. Tre punti d’oro, una salutare boccata d’ossigeno che “premia” l’Ssd, sempre più squadra rivelazione di questo entusiasmante torneo. Ora la concentrazione è alta. Il giorno di ritorno è cominciato nel migliore dei modi. E come recita il vecchio adagio, chi ben comincia…. In bocca al lupo ragazze.