(AUDIO) Roselli durissimo: ’Il gioco del Cosenza non è come quello del Real Madrid? Chi non sa le cose meglio che stia zitto”

Il tecnico rossoblu si sfoga prima della partenza per Pagani: “Ho letto delle cose fuori dal mondo. Non si può fare il giornalista chiedendo in giro o per sentito dire. Le notizie devono essere suffragate dai fatti ed è una questione di correttezza. Questo disfattismo generale non giova a nessuno”

COSENZA – Rossoblu contro la Paganese per confermare i progressi di gioco mostrati nelle ultime apparizioni, dare continuità alla serie di risultati utili consecutivi e magari centrare anche il primo successo esterno stagionale che significherebbe effettuare quel salto di qualità che ancora manca alla squadra se vuole davvero ambire alle posizioni di vertice. Questi gli obbiettivi della truppa rossoblu che al termine della rifinitura effettuata questa mattina sul sintetico del MARCA, è partita un bus alla volta di Pagani, dove domani pomeriggio alle 17.30 scenderà in campo al Marcello Torre per la 9′ giornata di campionato. Nell’ultimo allenamento mister Roselli ha approfondito alcune situazioni di gioco che potrebbero presentarsi durante la partita di domani. Non hanno preso parte alla seduta sia Ciancio, ancora a riposo, che Caccetta rimasto sul terreno del Marulla a svolgere lavoro sulla resistenza con Pincente. Per quanto riguarda la formazione da schierare, dovrebbero esserci pochissime novità rispetto alle ultime due partite. L’unico dubbio riguarda l’attacco: saranno in 3 a giocarsi due maglie da titolari, con Raimondi in pole ed uno tra Arrighini e La Mantia a contendersi l’altra.

Il capitano Caccetta si allena sul terreno del Marulla. Foto Cosenza Calcio
Il capitano Caccetta si allena sul terreno del Marulla. Foto Cosenza Calcio

Il tecnico del Cosenza si è poi fermato con i giornalisti nella consueta conferenza stampa pregara. Ma prima di parlare dell’avversario, Roselli, foglietto alla mano, non le ha mandate a dire per alcuni articoli di stampa sulla squadra non proprio forieri di verità e si è sfogato così: “di solito sono uno sempre con il sorriso e mi vedete ridere… ma non sono stupido. Ho letto molte, troppe cose sul Cosenza e sul fatto che il gioco della squadra non sia spumeggiate, che non facciamo il calcio in stile Real Madrid ecc… ma per amore di verità è giusto dire le cose come stanno senza prenderci in giro e chi non le sa è meglio che stia zitto. Il gioco spumeggiante lo fai quando hai i calciatori che te lo fanno fare ed un modulo di gioco che sia equilibrato, razionale ed elastico. Tutto il resto non ha senso… dobbiamo parlare di calcio non di cose che non esistono. Non voglio rubare il mestiere a nessuno, io faccio l’allenatore e voi i giornalisti ed è giusto che si scriva quando il Cosenza perde, vince o giochi male. Però, fare il giornalista chiedendo le cose in giro o per sentito dire non è bello anzi, non è da giornalisti. Per me non è un problema se uno scrive delle cose non vere o totalmente errate. Ma se lo fa, deve avere le prove per scriverlo e dimostrarlo con i fatti. E’ una questione di correttezza, di persone per bene, altrimenti ognuno si sente libero di scrivere quello che vuole e a me non va di fare il controllore di nessuno. Non è che se uno dice Roselli è un asino, io sono un asino. Deve avere le prove dei fatti per dirlo. Poi per carità, ci sono persone che sbagliano ma lo fanno con coscienza e persone che questa coscienza non ce l’hanno per nulla e per me non esiste. Ho letto delle cose che sono fuori dal mondo, compreso il dopo partita contro il Matera. Io poi ho rivisto la partita e il mio giudizio è addirittura molto più positivo di quello che abbiamo visto tutti. rispetto a quello che abbiamo detto e sentito. Il Matera è superiore a tutte tranne che alle prime quattro, ma ognuno ha le sue caratteristiche. Perché io dicevo che loro sapevano tenere più la palla? Semplicemente perché è vero, visto che hanno giocatori che sanno tenere la palla, ho detto cose vere e logiche che vanno rispettate. Addirittura ho letto contestazione a Roselli al MARCA dopo Messina. Erano 3 persone che parlavano di tutt’altro. Correttezza ragazzi altrimenti non si va da nessuna parte. Giochi male e perdi sei attaccato da tutti, se fai risultato non va bene perché hai giocato così così, se vicini 1 a 0 era meglio far due goal perché si soffre di meno. Io sono molto arrabbiato per questo disfattismo generale che non giova a nessuno. Ditemi chi è il presidente che non direbbe voglio vincere il campionato se ha fatto gli investimenti superiori agli altri. Normale che lo dica anzi… Ma se il presidente Guarascio, che fortunatamente è persona di una certa intelligenza, Meluso e Roselli dicono delle cose all’inizio del campionato, non è che poi possiamo cambiarle per mezzo risultato. Dobbiamo essere realisti e dire le cose come stanno, che non vuol dire non provare a vincere sempre e scendere in campo per giocarsela in tutte le gare, ma nemmeno inventarsi cose che non esistono o sono campate in aria. Si legge che il Cosenza è una squadra tutta difesa e contropiede, allora se è davvero così dovevamo vincere fuori casa tutte le gare. Diceva Picasso che i mediocri imitano e i geni copiano. Prendiamo esempi e miglioriamo, ma non al disfattismo generale. Sono nero, ve lo dico, arrabbiatissimo per quello che ho letto e non lo trovo giusto sopratutto per questa squadra che deve essere trattata con rispetto. 

(AUDIO) LA SQUADRA MERITA RISPETTO! ASCOLTA LO SFOGO DI MISTER ROSELLI
[audio_mp3 url=”http://www.quicosenza.it/news/wp-content/uploads/2015/10/Roselli-polemica.mp3″]

Sulla Paganese: squadra ostica che gioca con entusiasmo: “La Paganese sta bene, sta facendo punti, è stata anche in testa alla classifica ed è formata da calciatori forti che conosco bene. Sono davvero una squadra interessante. Sono attrezzati, stanno bene in campo e sono ostici da affrontare per tutti. Ma noi abbiamo entusiasmo e i ragazzi, che stanno crescendo di partita in partita, sono sicuro che daranno il 110% anche le il match è difficile anzi, per me sono molto pericolosi. Dei miei ragazzi sono “strasoddisfatto”. Stiamo recuperando tutti gli attaccanti e loro stanno facendo un ottimo lavoro in campo, applicando bene gli schemi di gioco. Arrighini? Sta migliorando molto, è il nostro attaccante più importante e penso che tra breve si esprimerà ai suoi livelli migliori. Certo, ci sono ancora delle cose che possiamo migliorare, ma credo più a livello di personalità non di qualità. Cerco sempre di aiutare i ragazzi a leggere le situazioni che possono aiutarci a fare gioco. Tra i convocatici sarà anche Ciancio: “Simone non è pronto ma ha espresso il desiderio di stare con il gruppo e questa è una bella cosa”.

I convocati di mister Roselli per la gara di domani: Arrighini, Arrigoni, Blondett,  Ciancio, Corsi, Criaco, Di Somma, Fiordilino, Guerriera, La Mantia, Minardi, Perina, Pinna,  Raimondi, Saracco, Soprano, Statella, Tedeschi, Ventre, Vutov

A Lecce si gioca domenica 15 Novembre. Nel frattempo la Lega pro ha comunicato date e orari relativi all’11 turno di campionato. Il Cosenza, dopo averlo affrontato in Coppa Italia mercoledì 11 Novembre, 4 giorni dopo affronterà nuovamente il lecce ma questa volta in campionato, domenica 15 Novembre alle ore 15.00.

Il capocannoniere ed ex rossoblu Caccavallo: il Cosenza? Verrà qui a difendersi – Un avvio di campionato da leccarsi i baffi quello dell’attaccante napoletano ella Paganese Giuseppe Caccavallo. Per l’ex rossoblu (ha vestito la maglia del Cosenza nella stagione 2009-2010 scendendo in campo in 18 occasioni e realizzando anche un goal) sono già 5 le reti messe a segno in questo avvio di campionato che lo hanno proiettato in vetta alla classifica marcatori del girone C. L’attaccante azzurostellato ha parlato in conferenza stampa del buon momento che sta vivendo la sua squadra e del prossimo incontro contro il Cosenza: “dobbiamo dare continuità alla vittoria attenuta contro il Monopoli e cercare di portare a casa più punti possibile nel match di domani contro il Cosenza. Affrontiamo la mia ex squadra della quale conservo un ottimo di ricordo. Mi sono trovato benissimo a Cosenza, vivendo un’esperienza davvero positiva ed anche con i tifosi si era creato un ottimo feeling. Ho lasciato tanti amici; lo scorso anno vennero a trovarmi in albergo. Ma ora gioco con la Paganese e da ex spero che si avveri la legge del calcio e possa tornare a segnare. Conosco bene mister Roselli perché è stato il mio allenatore per 4 mesi quando ero a Gubbio. Le sue squadre giocano tutte dietro la linea della palla per poi ripartire in contropiede. Loro verranno qui non per giocarsi la partita, ma solo a difendersi e magari sfruttare qualche contropiede.

L’ex rossoblu Caccavallo, capocannoniere con 5 reti. Foto Agostino Gemito – DarosPhoto
- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

conte e schlein

Consiglieri opposizione: «chissà se l’asticella di Conte e l’intransigenza di Schlein raggiungeranno Cosenza»

COSENZA - "La nostra asticella è molto alta, saremo sempre più prudenti”, questa l’affermazione di Conte, leader del M5S, a seguito delle inchieste giudiziarie...
una foto di scena dello spettacolo centro salute mentale montalto

A Cosenza lo spettacolo dei pazienti del Centro diurno di salute mentale di Montalto

COSENZA - Il teatro e la danza dispiegano la loro forza terapeutica. Un piccolo miracolo accaduto grazie al progetto, le cui origini risalgono a...
Consorzio-Olio-Igp-Calabria

Il ruolo dell’olio nella lotta ai tumori. Il Consorzio Olio di Calabria Igp discute...

VERONA - L'appuntamento è a Verona, nel corso di uno dei Vinitaly più atteso di sempre. Domenica, 14 aprile, alle 15, nel padiglione della...

Sport sociale, diritti e pace: a Saracena i primi 40 anni di Vivicittà

SARACENA (CS) - Vivicittà compie 40 anni (era il primo aprile 1984), la manifestazione podistica organizzata dall'Uisp che ha attraversato la storia del Paese...
viali cosenza palermo sala stampa 01

Viali «risultato ottimo per come é arrivato. Dopo il pari abbiamo provato a vincere»

COSENZA - Una vittoria che sembra ormai una chimera e che manca dalla fine di gennaio per il Cosenza, reduce dall'ennesimo pareggio contro il...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Ci pensa il solito Tutino, ma la vittoria non arriva. Cosenza-Palermo...

COSENZA - Serviva un successo al Cosenza per rispondere alla pesante vittoria della Ternana a Cremona e cercare di allontanarsi dalla zona rossa di...

Scuole aperte anche in estate. Firmato il decreto con 400 milioni...

COSENZA - Scuole aperte anche in estate. Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha firmato il decreto che stanzia 400 milioni di...

Il Cosenza rimonta due volte la Feralpisalò e Micai nel finale...

PIACENZA - Serviva un successo al Cosenza per dare uno scossone alla classifica e invertire un trend tremendamente negativo, con una sola vittoria nelle...

A Cosenza è festa Italia. Le azzurre battono 2 a 0...

COSENZA - Davanti a 4.500 spettatori in festa, un Italia travolgente batte 2 a 0 i Paesi Passi e inizia nel migliore dei modi,...

Cosenza: non basta il primo goal di Crespi, il Brescia rimonta...

COSENZA - Pasquetta amara per il Cosenza fischiato e contestato per l'ennesima sconfitta. Due punti nelle ultime cinque gare, settimo KO casalingo e una...

Terribile schianto fra tre auto, muore una bimba di 7 anni....

ROMA - Il tragico incidente è avvenuto su via Pontina vecchia nel comune di Ardea, vicino Roma. I tre veicoli si sono scontrati all'altezza...