Una zampata di La Mantia stende in zona cesarini il Matera. Per il Cosenza 3 punti pesantissimi

Ancora una volta mister Roselli indovina i cambi e nel finale, dopo una bella gara disputata a viso aperto, La Mantia regala la vittoria al Cosenza che vola in classifica. Ancora un pesante ko per i lucani

COSENZA – Proprio come avvenuto contro la Casertana due settimane fa, il Cosenza ha trovato la zampata vincente ancora una volta con Andrea La Mantia e ancora una volta in zona cesarini. L’attaccante rossoblu è stato bravo a concretizzare un micidiale contropiede del giovane Vutov nell’unica vera azione pericolosa del secondo tempo dopo che per quasi tutta la partita Il Matera non aveva affatto demeritato giocando un’ottima gara ma che ancora una volta ha evidenziato le difficoltà in zona goal dei lucani che con appena 3 goal all’attivo restano il peggior attacco dell’intero girone C della Lega pro. Di contro la squadra di Roselli ha messo in evidenza una difesa di ferro ed un attacco cinico che ha saputo sfruttare al meglio l’unica vera occasione da rete del secondo tempo.

La gara è stata giocata su ottimo ritmi soprattutto nella prima frazione, quando le due squadre si sono affrontate a viso aperto e con continui capovolgimenti di fronte. Due le occasioni degne di nota da ambo le parti. Al 29’ una perfetta verticalizzazione di Raimondi smarca Arrighini solo in aera. L’attaccante toscano batte Biufulco con un tocco preciso di destro, ma sulla linea di porta il difensore Ingrosso, con un miracolo, salva la sua porta togliendo letteralmente il pallone dalla rete. Passano 10 minuti ed è il Matera a recriminare: Tomi dai 30 metri lascia partire un bolide che appena sfiorato da Perina, va a stamparsi sul palo.

Nella ripresa il Cosenza non riesce quasi mai a rendersi pericoloso, mentre il Matera fa la partita e controlla agevolmente la gara che sembra avviata sul risultato di parità. Poi, arrivano i cambi di mister Roselli che permettono ai rossoblu di vincere la gara. Corre il minuto 89’, Vutov palla la piede si fa quasi tutto il campo prima di offrire un assit perfetto a La Mantia che in diagonale batte Bifulco facendo esplodere il Marulla. Per il Cosenza è il 5 risultato utile consecutivo che significa 5’ posto in classifica con 13 punti e zona play off raggiunta con merito. Rossoblu attesi adesso dall’insidiosa trasferta di sabato contro la Paganese

 

  MateraCalcio logo

                                    Cosenza   –     Matera 

                                                1 – 0 

                                                   Marcatori: 86′ La Mantia

 

Primo Tempo
Le due squadre fanno solo ora il loro ingresso in campo. Le due squadre osserveranno un minuto di silenzio per ricordare un giovane tifoso del Cosenza Francesco De Luca prematuramente scomparso.

1′ – Il signor Rossi da il via al match. Il Cosenza in questa prima frazione attaccherà verso la Curva nord. Cosenza nella classica divisa rossoblu. Matera in completa tenuta bianca
1′ – Matera subito pericoloso dopo nemmeno 30 secondi, con una sventola da fuori area di Letizia deviata in angolo da un volo plastico di Perina
4′ – Buona replica del Cosenza con Corsi che scodella dalla destra un pallone al centro sul quale Statella non arriva per un soffio
7′ – Ritmi alti in questo avvio. Le due squadre si fronteggiano a viso aperto con continui capovolgimenti di fronte
14′ – Si rivede il Matera in attacco con un tiro dalla distanza di Tomi che non inquadra lo specchio della porta
16′ – Arrighini fermato solo davanti a Bifulco da un fuorigioco millimetrico. Sul capovolgimento di fronte ci prova Carretta dal limite, con Pinna che ci mette il gambone e devia in angolo
20′ – Criaco dalla destra mette un bel pallone al centro dell’area per Raimondi che appoggia dietro per l’accorrente Arrigoni che prova la sventola dalla distanza. Pallone alto sulla traversa
26′ – Errore in disimpegno del Cosenza. Ne approfitta Letizia che prende palla, avanza e prova la conclusione dal limite verso il palo sinistro, palla fuori di poco
29′ – Cosenza vicinissimo al goal. Verticalizzazione perfetta di Raimondi per Arrighini che entra in aera e batte Biufulco con un tocco di destro, ma sulla linea è miracoloso l’intervento di Ingrosso che salva la sua porta togliendo il pallone dalla rete
Ammonizione30′ – Ammonito Corsi per un fallo da dietro su Letizia
39′ – Matera pericolosissimo con un sinistro improvviso quanto violento di Tomi dai 30 metri. Perina si tuffa ma riesce solo a sfiorare la palla che colpisce in pieno il palo alla sinistra del portiere rossoblu
Ammonizione42′ – Ammonito Carretta del Matera per proteste
45′ – Non c’è recupero e il signor Rossi manda le due squadre negli spogliatoi. Alla fine del primo tempo è perfetta parità tra Cosenza e Matera

Secondo Tempo
45′ – Riparte il secondo tempo. Nessun cambio negli spogliatoi e stessi 22 del primo tempo
50′ – Dopo una veloce ripartenza dei rossoblu, Criaco serve Arrigoni che crossa dalla destra di per la testa di Arrighini, pallone al lato di poco
58′ – Incursione dalla sinistra di Tomi che serve il solito Letizia. L’attacante lucano non ci pensa due volte e spara verso la porta rossoblu nonostante la posizione defilata, chiamando al grande intervento Perina
60′ – Ancora Matera pericoloso con un tiro di Carretta dalla distanza deviato in angolo. Sulla battuta del corner ci prova Piccinni con il pallone che danza pericolosamente vicino la linea di porta prima di essere allontanato dalla difesa rossoblu
Sostituzione66′ – Primo cambio per il Cosenza. In campo a sorpresa La Mantia prende il posto di Arrighini che non gradisce e non le manda a dire al tecnico Roselli
70′ – Tiraccio dalla distanza di Pinna e pallone che finisce in curva Sud Bergamini
Sostituzione71′ – Primo cambio obbligato per il Matera. Padalino richiama in panchina l’ex Ciccio De Rose che esce per infortunio tra gli applausi dei suoi ex tifosi. Al suo posto il numero 17 Armellino
74′ – Grandissima percussione sulla destra di Criaco che entra in aera e pennella al centro per Raimondi che prova una mezza sforbiciata al volo chiamando Bifulco alla grande parata in angolo. Sul corner colpo di testa centrale di Tedeschi bloccato senza problemi dal portiere del Matera
Sostituzione76′ – Secondo cambio per il Cosenza. In campo il giovane bulgaro Vutov che rileva Raimondi
78′ – Punizione dai 35 metri per il Matera. Batte Tomi con un destro a giro, pallone altissimo sulla traversa
Sostituzione79′ – Secondo cambio per i biancazzurri Lucani. Entra Kurtisi, che rileva l’attaccante Regolanti
84′ – Ritmi calati in questo finale di partita e squadre che lottano per lo più a centrocampo. Gara spezzettata anche dai continui falli
Sostituzione85′ – Terzo e ultimo cambio per il Matera. Zanchi rileva un ottimo Tomi, il, migliore dei suoi insieme a Letizia
Goal286′ – GOOALLLLLL COSENZA La Mantiaaa. La rete: Vutov palla al piede percorre 60 metri prima di imbeccare con un cross perfetto La Mantia che stoppa poco dentro l’area e con un tocco morbido in diagonale batte Bufulco facendo esplodere il Marulla
90′ –
Ci saranno 4 minuti di recupero
94′ – FINITAAAAAAA. La Mantia in zona cesarini regala 3 punti pesantissimi al Cosenza

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Cosenza Calcio (4 4 2): Perina, Corsi, Pinna, Arrigoni, Tedeschi, Blondett, Criaco, Fiordilino, Arrighini (66′ La Mantia), Raimondi (76′ Vutov), Statella
Panchina: Saracco, Soprano, Di Somma, Guerriera, Vutov, Minardi,La Mantia, Ventre
Allenatore: Giorgio Roselli

Matera Calcio (3 4 3): Bifulco, Di Lorenzo, Piccinni, De Rose (71′ Armellino), Zaffagnini, Ingrosso, Tomi, (85′ Zanchi) Iannini, Regolanti (79′ Kurtisi), Carretta, Letizia
Panchina: Biscarini, Meola, Scognamillo, De Franco, Zanchi, Armellino, D’Angelo, Pagliarini, Kurtisi, D’Agostino
Allenatore
Pasquale Padalino

Arbitro: Signor Luigi Rossi di Rovigo
Guardalinee: Signor Domenico Palermo di Bari e signor Michele Falco di Bari

Ammoniti: Corsi (C), Carretta (M)

Espulsi:

Angoli: 3-6

Note: Serata fresca e stadio Marulla illuminato dai riflettori. Terreno in buone condizioni. Presenti circa 2.000 spettatori con una cinquantina di supporters lucani sistemati nel settore di curva Nord. Le due formazioni prima del via hanno osservato un minuto di silenzio in ricordo del giovane tifoso rossoblu Francesco De Luca recentemente scomparso

Cos_Matera10

Cos_Matera01

IMG_7763

Cos_Matera03

Cos_Matera05

Cos_Matera06

Cos_Matera02