ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cosenza, lo stadio intitolato a Marulla e a pochi metri una piazza porterà il nome di Bergamini

La notizia è ufficiale: la giunta comunale ha approvato la proposta di delibera per l’intitolazione di una piazza a Bergamini situata a cinquanta metri oltre la curva sud dello stadio San Vito che porterà il nome del compianto Gigi Marulla.

COSENZA – La giunta comunale di Cosenza ha approvato la proposta di delibera per ricordare e onorare la memoria di due grandi rappresentanti del calcio cosentino: Donato “Denis” Bergamini morto a soli 27 anni e Gigi Marulla, scomparso recentemente. La notizia a pochi giorni dalla data, 18 settembre, in cui Denis avrebbe festeggiato il suo 53esimo compleanno. Un’area di circolazione in via degli Stadi, attualmente priva di toponimo, precisamente sul lato sinistro in direzione Castrolibero, cinquanta metri oltre la curva Sud dello stadio ‘San Vito Gigi Marulla’, si chiamerà piazza Denis Bergamini. La Giunta comunale presieduta dal sindaco Mario Occhiuto ha approvato oggi la proposta di delibera. È infatti ancora drammatico, nei cuori di tanti sportivi cosentini, il ricordo di Donato Bergamini detto Denis, con la sua storia di ragazzo bene amato sul campo e fuori, terminata in una tragica quanto inaccettabile fine. Denis, all’epoca calciatore del Cosenza calcio 1914 morì sulla Statale 106 Jonica. Intento dell’Amministrazione comunale è quello di onorare in maniera tangibile, con un luogo che sia presidio di memoria e vicinanza alla famiglia, quel giovane scomparso prematuramente che, oltre ad aver dato prova di doti calcistiche notevoli, ha lasciato un ricordo umano indelebile in tutti i tifosi, e non solo, della maglia rossoblù.

Lo stesso vale per l’indimentico bomber Gigi Marulla, che durante la sua vita si è sempre contraddistinto per umanità, grande passione per lo sport e trasmissione dei suoi valori alle giovani generazioni, nonché per il suo attaccamento ai colori della principale squadra calcistica cosentina e, in definitiva, per l’attaccamento alla città di Cosenza dove sono nati e vivono sua moglie e i suoi figli. Le doti umane e sociali, ma soprattutto il contributo offerto nell’ambito sportivo locale e nazionale da Gigi Marulla, beniamino della tifoseria calcistica cittadina, sono tali da intitolare con il suo nome lo stadio dove tante volte ha ricevuto l’abbraccio dei supporter rossoblù e dove ora continuerà a vivere con una targa in suo onore.