Due goal in due minuti. Vince il Modena, Cosenza a picco e crollato nel finale

Dopo un buon primo tempo e una doppia clamorosa occasione con Meroni, il Cosenza si spegne e il Modena passa nel finale con Gerli e Giovannini

MODENA – Un terrificante uno/due, maturato nel giro di due minuti nel finale di gara, spegne le speranze di un Cosenza buono per quasi 70′ minuti, che aveva avuto anche una doppia clamorosa occasione con Meroni per mettere il naso avanti, ma crollato inspiegamilmente (fisicamente e mentalmente) nella seconda metà della ripresa sotto i colpi del Modena, bravo a crederci fino all’ultimo e trovate il doppio vantaggio con il destro sul primo palo di Gerli al minuto 83′ e la conclusione di Giovannini, sporcata da Vaisanen, appena due minuti dopo. Per il Cosenza, che resta tristemente in fondo alla classifica con 18 miseri punticini, un’altra sconfitta da digerire.

Messa per il momento da parte la contestazione contro il presidente Guarascio, in 700 avevano raggiunto il Braglia per spingere i lupi. Difronte le due peggiori difese del campionato anche se nel primo terrmpo, nonostante un match combattuto ed equilibrato, di grosse occasioni nemmeno l’ombra. Modena pericoloso solo in apertura con una conclusione stroizzata di Armellino, Cosenza minaccioso al 28′ con un tiro alto del nuovo arrivato Finotto che due minuti dopo arriva in ritardo sul suggerimento in area di Florenzi, di gran lunga il più vivace dei rossloblu. Nel secondo tempo è tutta un’altra gara. Finotto non riesce a correggere di testa, da due passi, il cross al bacio di Rispoli mentre, sul capovolgimento di fronte, l’inzuccata di Diaw colpisce la parte alta della traversa. Al 60′ Meroni si vede negare la rete da una doppia clamorosa parata di Gagno. Ma anche il Modena può recriminare per l’incredibile errore di Bonfanti al 60′ che calcia fuori il pallone servitogli in area da Bonanni. Qui il Cosenza crolla e si spegne. A nulla servono i cambi di Viali che prova a dare vivacità e nuova linfa alla squadra. Martino ci mette una gamba sulla conclusione a botta sicura di Armellino, Bonfanti chiama alla parata Micai. Il Cosenza non c’è più, mentre il Modena trova spazi e attacca da tutte le parti. Alla fine trova la doppia rete tra il minuto 83′ e l’85’ con la difesa roissoblu inerme. Un uno/due che condanna i lupi ad una nuova sconfitta esterna e ad un’altra settimana amara.

 

 

Modena e Cosenza non si fanno male: è zero a zero nel primo tempo

Viali rivoluziona subito l’undici iniziale, lanciando nella mischia dal primo minuto i nuovi arrivati Cortinovis e Finotto. L’ex Spal in coppia con Zilli forma il reparto offensivo. Occasione anche per La Vardera che parte titolare sulla corsia di sinistra. Gara subito equilibrata e squadre che si affrontano a viso aperto. La prima occasione la costruiscono i padroni di casa al 7′: cross di Gargiulo dalla destra che pesca al centro dell’area Armellino. Conclusione al volo di destro, ma tiro strozzato con la palla si perde alta sulla travera. I rossoblu tengono bene il campo creando anche qualche minaccia in area di rigore, sopratutto sulla corsia di sinistra dove Florenzi trova sempre il tempo giusto per gli inserimenti. Al 28′ Finotto conclude su sponda di Zilli, ma il suo destro non inquadra la porta. Alla mezz’ora esatta Florenzi sfonda ancora a sinistra e centra in area proprio per l’ex attaccante della Spal che arriva con un attimo di ritardo. I rossoblu quando attaccano lo fanno finalmente con un numero cosistente di uomini, creando pressione costante alla retroguardia del Modena. Al 36′ Finotto sfrutta un rimpallo in area e conclude in diagonale. Il suo rasoterra è bloccato a terra da Gagno. Al 40′ si rivede il Modena con una conclusione dalla distanza dell’ex Tremolada che non impesierisce Micai. Si va al riposto sul risultato di zero a zero.

Doppia clamorosa occasione per Meroni, poi il crollo

Nessun cambio nella ripresa che si apre con un altro ritmo e con un’occasionissima per il Cosenza. Cross di Rispoli dalla destra per la testa di Finotto dimenticato in area a non più di due metri dalla porta. L’attaccante però riesce solo a sfiorare la sfera che si perde sul fondo. Dall’altra parte è Diaw a staccare di testa intercettando un cross dalla sinistra. Pallone che spizzica la traversa e brivido per la retroguardia rossoblu. Al 59′ Tesser cambia tutto il fronte offenivo con tre sostituzioni (si riveleranno azzeccate) ma è il Cosenza ad avere una gigantesca doppia occasione con Meroni al 60′. Il difensore raccoglie un una sponda di Brescinini ma spara addosso a Gagno, sulla ribattuta sembra fatta, ma Gagno compie un nuovo autentico miracolo respingendo anche la seconda conclusione a botta sicura di Meroni. Incredibile! Al 66′ Martino prende il posto di La Vardera, mentre Zilli accusa un fastidio e viene sostituto da Larrivey. Al 68′ è il Modena a divorarsi il vantaggio con Bonfanti che calcia incredibilmente fuori l’assist perfetto servito in area da Giovannini. Il Cosenza sembra accusare un pò di stanchezza mentre il Modena è al suo massimo sforzo. Entrano anche D’Urso e Brignola. Ma dopo la doppia occasione di Meroni il Cosenza sembra improvvisamente a corto di fiato e di idee. Al 73′ girata in area di Gerli che finisce in curva, mentre al 78′ è provvideziale l’interevento di Martino che rieswce a deviare in angolo il diagonale di Armellino. Prova e riprova alla fine il Modena viene premiato trovando il goal del vantaggio al minuto 83′ con Gerli. Il centrocampista entra in area palla al piede non trovando praticamente opposizione e battendo Micai con un destro fulmineo sul primo palo. Passano due minuti e il Modena mette in ghiaccio la pratica siglando il raddoppio con Giovannini, che recupa un pallone sporco entra in area e batte Micai spiazzato anche dalla deviazione di Vaisanen. Un colpo terribile per il Cosenza che lascia il Braglia con una nuova pesante sconfitta.

 

———————————————————————————————-

MODENA FC (4-3-1-2): Gagno; Oukhadda, Pergreffi, Cittadini, Renzetti (93′ Coppolaro); Armellino (80′ Magnino), Gerli, Gargiulo; Tremolada (59′ Giovannini); Falcinelli (59′ Strizzolo), Diaw (59′ Strizzolo)
Panchina: Seculin, Magnino, Duca, Mosti, Bonfanti, Silvestri, Giovannini, Poli, De Maio, Strizzolo, Panada, Coppolaro
Allenatore: Attilio Tesser

COSENZA CALCIO (4-3-1-2): Micai; Rispoli (80′ Rigione), Vaisanen, Meroni, La Vardera (66′ Martino); Brescianini, Voca, Florenzi; Cortinovis (72′ Brignola); Zilli (66′ Larrivey, Finotto (72′ D’Urso)
Panchina: Marson, Lai, Rigione, Venturi, Martino, Prestianni, Kornvig, Brignola, Marras, Merola, D’Urso, Larrivey
Allenatore: Wiliam Viali

Arbitro: Signor Ermano Feliciani di Teramo
Assistenti: Signori Fabio Schirru di Nichelino e Marco Ricci di Firenze
IV Uomo: Signor Mattia Pascarella di Nocera Inferiore
SALA VAR: Signori GianlucaManganiello di Pinerolo e Stefano Liberti di Pisa

Ammoniti: Diaw (M), Renzetti (M), La Vardera (C), Martino (C), Voca (C)
Espulsi: 

Angoli: 7-6
Recupero: 0′ p.t. – 5′ s.t.

Note: Pomeriggio nuvoloso e freddo a Modena, con una temperatura di circa 5 gradi. Terreno del Braglia in buone condizioni. Presenti poco più di 8mila spettatori, compresi i 670 dtifosi del Cosenza sistemati nel settore di curva ospiti.

 

- Pubblicità -

Correlati

Assolto l’ex calciatore rossoblu Michele Padovano: era accusato di traffico di droga

TORINO - Michele Padovano, ex bandiera rossoblu, è stato assolto dall’accusa di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti nell'ambito del processo d’appello bis celebrato...

El Bati Larrivey lascia il Cosenza. L’attaccante rescinde il contratto

COSENZA - L'artefice della vittoria nei play-out contro il Vicenza, grazie alla doppietta nella gara di ritorno che ha permesso al Cosenza di ribaltare...
Ivan Delic

Cosenza, per il reparto d’attacco ufficiale l’arrivo del 24enne croato Ivan Delic

COSENZA - Un 24enne croato per rinforzare l'attacco. Il Cosenza calcio ha uffilizzato l'arrivo in presito di Ivan Delic dall'HNK Sibenik. Questo il comunicato...
Cosenza Pama

Il Cosenza è ancora vivo. Batte il Parma soffrendo in dieci e continua a...

Il Cosenza torna al successo dopo oltre due mesi. Battuto 1 a 0 il Parma al Marulla grazie alla rete in aperura di Florenzi
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

Mendicino fiamme

Mendicino, a fuoco un intero appartemento. Dichiarato inagibile

COSENZA - Questa mattina i vigili del fuoco di Cosenza, sono intervenuti a Mendicino nella frazione Basso La Motta per domare le fiamme divampate...

Cosenza, inchiesta Reset: il sindacalista Gianluca Campolongo lascia i domiciliari

COSENZA - La seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha accolto ieri, 31 gennaio 2023, il ricorso proposto da Gianluca Campolongo, difeso dall'Avvocato...

‘Ndrangheta, evaso dai domiciliari killer ergastolano: uccise anche un carabiniere

MILANO - Massimiliano Sestito, ritenuto affiliato alla 'ndrangheta catanzarese e condannato per mafia, è evaso nella serata del 30 gennaio dall'abitazione dove stava scontando...

Cosenza, una Consulta Intercultura per la cooperazione sociale e culturale in città

COSENZA - E' stato approvato questa mattina in Commissione servizi al cittadino di Palazzo dei Bruzi il regolamento della Consulta Intercultura Cosenza. "Finalmente il...

A2, chiusura di un tratto di autostrada per lavori alle condutture elettriche

VIBO VALENTIA - Per consentire alla Società E-distribuzione S.p.A. i lavori di eliminazione delle condutture elettriche interferenti, in corrispondenza del km 340,605 - in...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

Polis, gli uffici postali diventano sportelli digitali per i servizi. Cetraro...

Presentato a Roma il progetto per i comuni sotto i 15mila abitanti dove cittadini potranno richiedere documenti della PA. Presenti quasi 300 sindaci calabresi

Il Cosenza è ancora vivo. Batte il Parma soffrendo in dieci...

Il Cosenza torna al successo dopo oltre due mesi. Battuto 1 a 0 il Parma al Marulla grazie alla rete in aperura di Florenzi

Finisce l’avventura di Brignola al Cosenza. È già a Catanzaro

Enrico Brignola ha lasciato il Cosenza e si è accasato a Catanzaro. L'attaccante lascia i rossoblu dopo aver collezionato 19 presenze e due reti

Svolta meteo, arriva il ciclone polare. Freddo e copiose nevicate anche...

L'aria gelida darà vita a un insidioso ciclone polare che porterà la neve a quote basse anche in Calabria nella seconda parte della settimana

L’amarezza di Caruso «Il Marulla senza tifosi fa male alla città...

Il Sindaco Franz Caruso si fa promotore di un incontro tra tifoseria e società rossoblu «il Cosenza non può perdere la categoria»

Vaisanen al 90′ salva il Cosenza dalla sconfitta. Pari col Benevento...

Benevento avanti con il calcio di rigore trasformato da Ciano. Nel secondo tempo Vaisanen trova il guizzo vincente al 90'