Il Cosenza presenta Dionigi "arrivo in punta di piedi". Il DS Gemmi "vi stupiremo" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Sport

Il Cosenza presenta Dionigi “arrivo in punta di piedi”. Il DS Gemmi “vi stupiremo”

Il nuovo tecnico ha posto l’accento sui tifosi definendoli “eccezionali. Non mi nascondo e so bene che sono figlio dei risultati ma vengo in punta di piedi”. Gemmi “faremo la migliore squadra possibile”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Davide Dionigi, ex tecnico di Brescia e Ascoli ed ex calciatore della Reggina è il nuovo allenatore del Cosenza calcio e questa mattina è stato presentato nella sala stampa dello stadio Marulla, accompagnato dal direttore sportivo Roberto Gemmi. Dionigi, che ha firmato un contratto di un anno, ha subito ringraziato la società, il presidente Guarascio e il DS per averlo scelto ma anche chi lo ha preceduto, ovvero Bisoli, per il bellissimo lavoro fatto “se sono qui – ha detto – é anche per quello che ha saputo fare. Io arrivo in punta di piedi, con tantissima umiltà e in una terra che mi ha dato tantissimo. Sarebbe troppo semplice per me pronunciare frasi ad effetto per accaparrarmi la simpatia di tifosi che sono unici. Ho visto in TV le ultime gare e la finale play-out e lo stadio era incredibile. Non mi aspetto nulla se non l’amore e l’aiuto della città di Cosenza e della provincia”. Il nuovo allenatore ha posto l’accento proprio sui tifosi definendoli “eccezionali, che ho conosciuto e apprezzato non solo da allenatore ma anche da calciatore. Non mi nascondo – ha aggiunto Dionigi – e so bene che sono figlio dei risultati”.

Foto Donato. Clicca sull’immagine per vedere la fotogallery

Il no della passata stagione

Spiega Dionigi “lo scorso anno non solo il Cosenza ma tante squadre in lotta per la salvezza mi hanno cercato. Ho rifiutato semplicemente perchè avevo un contratto con il Brescia difficile da risolvere per svariate condizioni, cosa che ha portato il Cosenza come altre società a non procedere. Dopo il miracolo di Ascoli e l’esperienza di Brescia, la mia priorità era cominciare da inizio campionato e sono pronto”.

A Cosenza solo calciatori motivati

Chi verrà a Cosenza – ha detto ancora – dovrà volerlo perché consapevole che sarà un onore giocare in una squadra dove sono passati fior di calciatori e allenatori. I risultati fanno parte del nostro mestiere, capisco lo scetticismo della gente – ha aggiunto – e so che mi aspetta un compito difficile ma al tempo stesso intrigante perché mi piacciono le sfide. Sono un allenatore che parla poco dei numeri e cerco di proporre un calcio offensivo. Abbiamo una buona base di partenza, ma di sicuro qui dovranno arrivare calciatori motivati e se scelgono Cosenza dovranno essere pronti a dare tutto. Dobbiamo alzare l’asticella certo, perché negli ultimi anni la squadra ha sempre sofferto e per me sarebbe il massimo regalare qualcosa di più. Fatemi dire una cosa, a Cosenza c’è tanto e ci sono tanti basi. Basta con questo sentito dire che non ci sono campi d’allenamento o che non c’è palestra. Ci sono cose da migliorare, certo, e si miglioreranno”.

Il DS Gemmi: “obiettivo è quello di stupirvi”

Il direttore sportivo Roberto Gemmi invece, nel suo intervento, ha posto l’accento sul futuro della compagine rossoblu: ” faremo la migliore squadra possibile. Obiettivo principale é quello di stupirvi. Ci sarà da lavorare duro e il campionato quest’anno sarà molto più difficile. Perciò parlare poco e lavorare tanto. Dare dei riferimenti è sbagliato. C’è un giudice supremo, il campo, insieme ai tifosi, che ci diranno se la squadra è forte e ha raggiunto l’obiettivo che meritava”.

Dionigi? “Scelta mia figlia di diverse valutazioni”

La scelta di Dionigi? “É figlia di tante valutazioni ma è una mia scelta. Siamo andati a scegliere un allenatore propositivo ed ho ritenuto, in questo momento e nei vari colloqui che ho fatto, come mister Dionigi fosse il più determinato e che si sposasse con le caratteristiche del calcio che piace a me: un calcio propositivo, d’attacco. Soldi e budget? Quando un professionista sceglie, sa benissimo il quadro societario. Quindi parlare di budget non mi va, perché sarebbe un alibi. Certamente sarà superiore allo scorso anno anche per le difficoltà del campionato livellato verso l’alto. Qui c’è una grande base ma anche cose da migliorare. Dobbiamo continuare sulla scia di quanto fatto nel finale di stagione e continuare ad alimentare l’amore dei tifosi che abbiamo visto tutti”. Il ritiro della squadra, ha evidenziato il DS, si svolgerà i primi di luglio e il Cosenza andrà ad allenarsi nelle Marche. 

Sport

Nuoto, oggi e domani la III edizione del Trofeo Isola di Cirella

Sarà una due giorni di sport e divertimento con la terza edizione “Trofeo Isola di Cirella” mezzofondo acque libere

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

DIAMANE (CS) – Oggi e domani la terza edizione “Trofeo Isola di Cirella” mezzofondo acque libere, in collaborazione con la FIN e il patrocinio della Regione Calabria – Calabria straordinaria. L’evento di nuoto in acque libere con la colorata scia di boe, è ideato e promosso dagli Anzianotti Nuoto Master. Un’esperienza straordinaria, capace di attirare, ad ogni nuova edizione, tantissimi nuotatori provenienti da diverse regioni. Tante le collaborazioni messe in atto dal team Anzianotti con un ricco pacco gara per tutti gli iscritti contenente prodotti tipici calabresi offerti dai partner.

Ci saranno prestigiosi premi per i vincitori per tutti coloro che concludono la prova. Sono in molti ad attendere questi eccezionali sportivi al loro arrivo, pronti a complimentarsi per l’impresa ed a festeggiare i primi classificati. Le registrazioni degli iscritti e la partenza degli atleti si svolgerà al lido Monnalisa 3.0 beach club a Diamante di fronte alla suggestiva Isola di Cirella.

Oggi, sabato 25 giugno alle 13 è fissato il ritrovo dei partecipanti ai quali verrà assegnato un numero identificativo e si partirà alle 15 con la staffetta 4 X 1,25 Km, valido per il campionato nazionale. La giornata si concluderà con un ricco aperitivo insieme agli anzianotti. Domani, domenica 26 giugno alle ore si partirà alle ore 10.00 con la punzonatura atleti per poi prepararsi al mezzofondo 3,0 Km, valido per il campionato italiano acquelibere. La distanza che, come da tradizione, porterà a circumnavigare bracciata dopo bracciata la splendida isola di Cirella.

Continua a leggere

Sport

Cosenza, scelte data e location del ritiro. Sarà nelle Marche in provincia di Macerata

Sarà Sarnano in provincia di Macerata la sede del ritiro del Cosenza Calcio in vista della nuova stagione di Serie B. Raduno in programma l’8 luglio

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – I lupi ripartono dalla provincia di Macerata, precisamente da Sarnano, dove si aprirà il lungo percorso che successivamente porterà alla stagione 2022/2023. La notizie era stata anticipata dal DS Gemmi nella conferenza stampa di venerdì ed ora la società rossoblu l’ha resa ufficiale con un comunicato nel quale spiega le tempistiche. “Il primissimo ritiro dei rossoblù sotto la guida del neo allenatore Davide Dionigi – si legge – si terrà nello splendido scenario del Parco dei Monti Sibillini. L’iniziativa è stata possibile grazie alla coordinazione con Media Sport Event, società che negli anni ha maturato diversa esperienza nel campo dell’organizzazione di eventi sportivi. L’Hotel Eden ospiterà i lupi e il gruppo squadra svolgerà le sedute di allenamento presso lo Stadio Maurelli. Il programma prevede l’inizio del raduno l’ 8 luglio, i bruzi si fermeranno nelle marche fino a domenica 24 luglio.

Continua a leggere

Sport

Nazionale di calcio di “Poste italiane”. In squadra arrivano due calciatori calabresi

La nazionale di calcio di Poste Italiane, guidata dall’ex difensore Gigi di Livio, aggiunge al gruppo squadra due ex calciatori reggini

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Reggio Calabria- La nazionale di calcio di Poste Italiane, guidata dall’ex calciatore Gigi di Livio ha aggiunto al proprio scacchiere due calciatori calabresi, Leo Versaci di Africo e Giuseppe Toscano di Reggio Calabria. Toscano tra le altre esperienze maturate, annovera l’esperienza tra le fila della Reggina Calcio.

Torna in campo la Nazionale di Poste Italiane, la squadra di calcio che rappresenta l’Azienda nelle iniziative e nei tornei a fini benefici. Dopo lo stop dovuto alla pandemia e in occasione dell’importante anniversario dei 160 anni, Poste Italiane ha deciso di prosegue il suo cammino di vicinanza alle comunità e di presenza sul territorio, favorendo lo sport e l’inclusione.

Per Giuseppe Toscano la chiamata in Poste Italiane arriva quasi inaspettatamente, la prima esperienza lavorativa è stata a Limone Piemote (Cn) come portalettere. Toscano si racconta, commentando:  “Ricordo ancora la mia prima volta a consegnare la posta – spiega Giuseppe – con tanto di transumanza in corso, e con tanta neve. Per un ragazzo abituato alla Calabria e al mare è stata un’esperienza davvero significativa e divertente”. Attualmente Giuseppe Toscano ricopre il ruolo di responsabile di un centro di distribuzione a Busca, in provincia di Cuneo.

“La mia carriera calcistica inizia in una squadra dilettante di Reggio Calabria – aggiunge il giovane dipendente di Poste – per poi passare alla Reggina Calcio nel settore giovanile dove spesso vengo aggregato alla prima squadra”. E anche qui non mancano le soddisfazioni. Giuseppe, infatti, ha esordito in prima squadra giocando a San Siro, nella gara di Coppa Italia contro l’Inter, poi contro il Cagliari e contro l’Udinese. “Successivamente è stato un girovagare per l’Italia – ricorda Giuseppe – con esperienze in Puglia (Barletta SERIE C2) Toscana (Lucchese C2), Latina (C2 e C1) e altre esperienze nei professionisti”.

“Giocare oggi nella Nazionale di Poste – continua– è per me motivo di grande orgoglio. Come è stato sottolineato dall’amministratore delegato, Del Fante, e dal condirettore Lasco, questo è un progetto importante che ha lo scopo di sostenere iniziative a scopo benefico che anche sotto altri aspetti. L’essere riusciti a formare una vera e propria squadra di calcio nella più grande azienda di servizi del Paese, inoltre, ha il valore aggiunto di aggregare nel nome dello sport e della sana competizione dipendenti che provengono un po’ da ogni parte d’Italia”.

Continua a leggere

Di tendenza