Il Cosenza regge l'urto del Frosinone. Apre Gori su rigore, pari di Novakovich - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Sport

Il Cosenza regge l’urto del Frosinone. Apre Gori su rigore, pari di Novakovich

Partita di lotta e sofferenza per i rossoblu che passano in vantaggio con un rigore di Gori. Nella ripresa il pari di Novakovich

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Di Onorio Ferraro

Finisce in parità la sfida del Marulla, dove il Cosenza impatta per uno a uno contro una formazione ostica e di qualità come Frosinone che, soprattutto nel secondo tempo, concretizza la pressione grazie anche ai tre cambi ordinati da Grosso a inizio ripresa e trovando il goal del pareggio con Novakovich che approfitta di un errore di Vigorito per scaraventare in rete l’assist di Boloca. Nel primo tempo erano stati i rossoblu ad andare per primi in vantaggio al 20′ con il calcio di rigore trasformato da Gori dopo un netto fallo in area su Caso. Primo tempo equilibrato, ripresa tutta per gli ospiti che dopo aver sfiorato il pari con Garritano e Canotto, come detto trovano la rete dell’uno a uno con il neo entrato Novakovich. I rossoblu serrano le fila e resistono agli assalti dei gialloblu che provano fino all’ultimo ad espugnare il Marulla che resta inviolato.

La Cronaca – Poche novità nell’undici rossoblu rispetto alla sconfitta di Alessandria. Zaffaroni conferma Pirrello al centro della difesa al fianco di Rigione e Corsi sull’out di destra con Sy ancora fermo ai box. Con Millico out torna titolare Caso. Dopo 10 minuti in cui non accade praticamente nulla, improvviso, arriva un lampo del Frosinone. Imbeccata centrale di Ciano che libera davanti a Vigorito l’ex Garritano. Determinante sulla conclusione del centrocampista ciociaro la deviazione di Tiritiello. La replica del Cosenza è nella conclusione da fuori aria di Gori che trova pronto Ravaglia nella parata. La partita si alza di ritmo e al 20′ si sblocca con il vantaggio del Cosenza. Azione personale di Caso che con un doppio dribbling si libera di due avversare ed entra in area. Maiello lo aggancia e il signor Fourneau assegna il calcio di rigore che Gori trasforma, spiazzando di sinistro Ravaglia. Il Frosinone si scuote e inizia ad attaccare alzando il proprio baricentro, mentre i rossoblu serrano le fila agendo principalmente di rimessa. Possesso palla in mano agli ospiti che però non riescono a sfondare e vanno due volte alla conclusione dalla distanza con Ciano, che prima spara in curva dalla distanza, poi chiama Vigorito alla parata su calcio di punizione.

La ripresa inizia con gli stessi 22 della prima frazione e con l’inevitabile pressione del Frosinone. Al 52′ pallone sporco in area e conclusione di Garritano che Vigorito blocca in tuffo. Ma la difesa del Cosenza regge bene non concedendo spazi soprattutto centralmente. E allora Grosso effettua un triplo cambio con gli inserimenti di Lulic, Boloca e Novakovich per cercare di scardinare la retroguardia rossoblu. Al minuto 63′ Novakovich calcia a botta sicura, Palmiero si immola e in scivolata riesce a deviare in angolo. Un minuto dopo Caso perde palla in attacco e sulla ripartenza fulminea del Frosinone grande parata di Vigorito sulla conclusione in area di Canotto. È il momento migliore degli ospiti al loro massimo sforzo per ottenere il pareggio che arriva al 71′: rinvio sbagliato di Vigorito, Boloca appoggia per Novakovich che da due passi non sbaglia, nonostante il disperato tentativo i Pirrello sulla linea. Gara che torma in equilibrio anche se l’inerzia è tutta dei laziali che al 74′ sfiorano il vantaggio con la conclusione in corsa di Garritano, sulla quale è ancora una volta determinante la deviazione di Tiritiello. Il Cosenza fatica tremendamente a costruire azioni offensive, mentre gli ospiti continuano ad attaccare. Al minuti 87′ Boloca intercetta un cross dalla destra, conclusione bloccata da Vigorito. È l’ultima occasione con i rossoblu che resistono agli attacchi del Frosinone a portano a casa un pareggio comunque buono per la classifica.

 


COSENZA CALCIO (3-5-2): Vigorito, Corsi, Carraro, Rigione, Boultam (76′ Florenzi), Gori, Caso (66′ Caso), Tiritiello, Pirrello, Palmiero (76′ Vallocchia), Situm
Panchina: Saracco, Matosevic, Panico, Kristoffersen, Venturi, Vallocchia, Minelli, Gerbo, Bittante, Florenzi, Sueva, Eyango
Allenatore: Marco Zaffaroni

FROSINONE CALCIO (4-3-3): Ravaglia, Gatti, Rohden (66′ Charpentier), Maiello (56′ Lulic), Zampano, Garritano, Canotto (86′ Tribuzzi), Ciano (56′ Novakocich), Cotali, Ricci (56′ Boloca), Casasola
Panchina: De Lucia, Minelli, Gori, Charpentier, Cicerelli, Novakovich, Tribuzzi, Boloca, Zerbin, Szyminski, Lulic, Bevilacqua
Allenatore: Fabio Grosso

Arbitro: Signor Francesco Fourneau di Roma 1
Assistenti: Signori Robert Avalos di Legnano e Marco D’Ascanio di Ancona
IV Uomo: Signor Enrico Gemelli di Messina
SALA VAR: Signori Antonio Rapuano di Rimini e Pasquale Capaldo di Napoli

Ammoniti: Caso (C), Ricci (F), Ciano (F), Palmiero (C), Corsi (C), Lulic (F)
Espulsi:

Angoli: 1-8
Recupero: 0′ p.t. –

Note: Pomeriggio soleggiato ma dal clima autunnale a Cosenza, con una temperatura di circa 20 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni, presenti poco più di 5.000 spettatori

 

Foto Copertina Frosinone Calcio

Sport

Avviamento al ciclismo: apre a Tarsia il Parco didattico sportivo “Il Riccio”

La struttura ha anche un circuito di Ciclocross per consentire ai ragazzi di scoprire, in piena sicurezza, i segreti delle due ruote e alimentare la passione per la bicicletta

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

TARSIA (CS) – “Sport e ragazzi” è il binomio indissolubile che caratterizza il Parco didattico sportivo “Il Riccio” che il Comitato Regionale Calabria della Federazione ciclistica italiana inaugurerà domani, domenica 28 novembre, in contrada Conia di Tarsia. Un impianto regionale di avviamento al Ciclismo, primo in Calabria, realizzato dal Settore tecnico giovanile. Una struttura di qualità dotata di tutto il necessario, a cominciare da un circuito di Ciclocross di quasi tre chilometri, affinché ragazze e ragazzi possano scoprire, in piena sicurezza, i segreti delle due ruote o alimentare la passione per la bicicletta.

Il delegato del Comitato Regionale Calabria, Francesco Corrado, saluta con soddisfazione e un pizzico di comprensibile orgoglio il traguardo ormai dietro l’angolo, al quale ha lavorato assieme a tutta la squadra della Federciclismo calabrese per favorire, attraverso lo sport, la socializzazione e l’inclusione sociale, implementare l’attività motoria per il benessere dei partecipanti, aumentare la conoscenza di corretti stili di vita, favorire il confronto comunitario.

Il programma della giornata prevede, alle 9:30, l’inaugurazione dell’impianto regionale di avviamento al Ciclismo e alle 10 il taglio del nastro del Campo gioco ciclismo a cura della Struttura tecnica regionale. Sarà aperto ai bambini dai 4 ai 12 anni. A seguire le gare riservate ai Giovanissimi “Team Relay” con il XVIII Memorial “Armando Gatto” e il Campionato regionale Ciclocross “1° Ciclocross dei Due laghi Esaro-Tarsia”.
Alle 13 la consegna delle medaglie della Federazione ciclistica italiana per meriti sportivi.

Continua a leggere

Sport

Cosenza brutto tonfo. Rossoblu sconfitti in casa dalla Spal e contestati dai tifosi

Decide un colpo di testa di “Pepito” Rossi a inizio secondo tempo. Rossoblu mai pericolosi e contestati dai tifosi

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Doppio pesantissimo passo indietro per il Cosenza, sconfitto in casa dalla Spal che trova linfa vitale per la sua classifica e ringrazia Giuseppe Rossi che spezza un incubo e torna al goal con un colpo di testa a inizio secondo tempo che sotterra le velleità di un Cosenza spuntato e mai veramente pericoloso, nonostante l’enorme possesso palla, ingresso di tutti gli attaccanti e persino la superiorità numerica negli ultimi 10 minuti dopo l’espulsione di Vicari. E per la prima volta i tifosi hanno contestato i giocatori a fine gara chiamandoli sotto la Nord e chiedendo rispetto, massima impegno e dedizione alla maglia. Sconfitta pesante anche per la classifica che ora preoccupa e non poco.

Una sola novità nell’undici scelto da Zaffaroni, con il ritorno a centrocampo di Boultam al posto di Vallocchia partito titolare a Parma. Caso e Gori è la coppia d’attacco mentre sull’out di destra conferma per Anderson. Si gioca in un pomeriggio praticamente invernale, davanti a poco più di 3mila tifosi, con pioggia battente e terreno del Marulla ovviamente appesantito, anche se in buone condizioni. Primo tempo bruttino e avaro di occasioni, con il Cosenza a gestire un maggior possesso palla ma mai veramente pericoloso. Dopo una conclusione alta di Seck dopo un errore in disimpegno dei difensori del Cosenza, i rossoblu ci provano con Situm, al tiro con due conclusioni dalla distanza (sbilenca la prima, debole la seconda) che non creano pericolo alla porta di Seculin che si limita all’ordinaria amministrazione. Dall’altra parte l’occasione più pericolosa la crea Mancosu al 35′, che scodella in area per il colpo di testa di Seck che colpisce da ottima posizione  ma debolmente trovando la respinta di Vigorito. Boultam calcia tra le braccia di Seculin al termine di un’azione insistita e chiude un primo tempo sonnacchioso sullo zero a zero.

La ripresa si apre ancora sotto la pioggia e con un doppio cambio nella Spal dove c’è l’esordio stagionale di Giuseppe Rossi. Proprio “pepito” Rossi al 50′ offre un assist perfetto per l’inserimento in area di Mancosu che scarica un destro potente respinto da Vigorito con un grande intervento. La replica del Cosenza al 49′ con una conclusione di Palmiero da fuori area. Il centrocampista vede Thiam lontano dai pali e prova a uccellarlo. Conclusione che termina sull’esterno della rete. Al 53′ la gara si sblocca con il vantaggio degli ospiti. Angolo battuto dalla sinistra proprio dalle parti di Rossi che fa secco Vigorito insaccando di testa dall’area piccola. Zaffaroni inserisce Millico e Florenzi per avere maggiore spinta offensiva mentre la Spal si copre a difesa del vantaggio. Al 63′ imbucata per Gori anticipato d’un soffio dall’uscita disperata di Thiam. Il Cosenza attacca a testa bassa con la Spal tutta chiusa nella proprio metà campo. Al 75′ pallone respinto e conclusione dal limite di Venturi che esce di poco. Nel finale Vicari prova a colpire con una testata Palmiero e rimedia il cartellino rosso. Ma nennemo la superiorità numerica permette ai rossobli di risalire la china e dopo 4′ di recupero arriva il secondo ko consecutivo al Marulla che fa malissimo ad una classifica precaria.

——————————————————————————

COSENZA CALCIO (3-5-2): Vigorito; Venturi, Tiritiello, Rigione; Situm, Carraro, Palmiero (85′ Pandolfi), Boultam (62′ Florenzi), Anderson (62′ Millico); Gori (74′ Kristoffersen), Caso
Panchina: Saracco, Matosevic, Corsi, Panico, Pandolfi, Kristoffersen, Pirrello, Vallocchia, Millico, Minelli, Gerbo, Florenzi
Allenatore: Marco Zaffaroni

SPAL (4-3-1-2): Seculin (46′ Thiam), Esposito, Mancosu, Colombo (46′ Rossi), Melchiorri (65′ Peda), Caprodossi, Seck (76′ Zuculini), Vicari, Dickmann, Da Riva (76′ Mora) , Celia
Panchina: Pomini, Thiam, Tripardelli, Crociata, Zuculini, Mora, Ellertssson, Peda, Coccolo, Rossi, Heidenreich, D’Orazio
Allenatore: Josep Ruiz

Arbitro: Signor Fabio Maresca di Napoli
Assistenti: Signori Davide Miele di Torino e Claudio Gualtieri di Asti
IV Uomo: Signor Claudio Panettella di Gallarate
SALA VAR: Signori Eugenio Abbattista di Molfetta e Luigi Lanotte di Barletta

Ammoniti: Tiritiello (C), Da Riva (S), Florenzi (C), Thiam (S), Mora(S)
Espulsi: Vicari (S)

Angoli: 10-4
Recupero: 2′ p.t. – 4′ s.t.

Note: Pomeriggio autunnale e piovoso a Cosenza con una temperatura di circa 12 gradi. Terreno del Marulla in buone condizioni nonostante la pioggia delle ultime 48 ore. Presenti poco più di 3.000 spettatori con una ventina di tifosi ospiti

Continua a leggere

Sport

Cosenza-Spal 0-1 Finale di Gara, sconfitta pesante per i rossoblu

Dopo la bella prova di Parma il Cosenza affronta al Marulla la Spal nel match valido per la 14 giornata del campionato di Serie B

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA CALCIO (3-5-2): Vigorito; Venturi, Tiritiello, Rigione; Situm, Carraro, Palmiero, Boultam, Anderson; Gori, Caso
Panchina: Saracco, Matosevic, Corsi, Panico, Pandolfi, Kristoffersen, Pirrello, Vallocchia, Millico, Minelli, Gerbo, Florenzi
Allenatore: Marco Zaffaroni

SPAL (4-3-1-2): Seculin, Esposito, Mancosu, Colombo, Melchiorri, Caprodossi, Seck, Vicari, Dickmann, Da Riva, Celia
Panchina: Pomini, Thiam, Tripardelli, Crociata, Zuculini, Mora, Ellertssson, Peda, Coccolo, Rossi, Heidenreich, D’Orazio
Allenatore: Josep Ruiz

Arbitro: Signor Fabio Maresca di Napoli
Assistenti: Signori Davide Miele di Torino e Claudio Gualtieri di Asti
IV Uomo: Signor Claudio Panettella di Gallarate
SALA VAR: Signori Eugenio Abbattista di Molfetta e Luigi Lanotte di Barletta

Note: Pomeriggio autunnale e piovoso a Cosenza con una temperatura di circa 12 gradi. Terreno del Marulla in buone condizioni nonostante la pioggia delle ultime 48 ore. Presenti poco più di 3.000 spettatori con una ventina di tifosi ospiti

QUI LA DIRETTA DEL MATCH

Cosenza
0
Spal
1
94'
FINALE DI GARA
85'
Fuori Palmiero e dentro Pandolfi
77'
Vicari
76'
Doppio cambio nella Spal. Fuori Seck e Da Riva, dentro Zuculini e Mora
75'
Conclusione di Venturi dal limite, pallone fuori di poco
75'
Thiam
74'
Fuori Gori e dentro Kristoffersen
72'
Percussione di Gori che palla al piede entra in area. L'attaccante non serve Caso e tira ma spedisce alto
70'
Florenzi
68'
Da Riva
65'
Fuori Melchiorri e dentro Peda
63'
Pallone in profondità per Gori anticipato dall'uscita di Thiam
62'
Fuori Anderson e Boultam e dentro Millico e Florenzi
58'
Il GOAL: Rossi, dimenticato in area, raccoglie e insacca di testa un corner dalla sinistra
58'
Rossi
54'
Palmiero calcia con Thiam lontano dai pali. Fuori di poco
50'
Filtrate di Rossi per Mancosu, conclusione e grande parata di Vigorito
46'
Doppio cambio nella Spal. Fuori Seculin e Colombo, dentro Thiam e Rossi
46'
Secondo tempo
45'
Dopo 2 minuti di Recupero. FINALE DI PRIMO TEMPO
45'
Concessi 2' di recupero
44'
Tiritiello
35'
Mancosu in area per il solito Seck, Colpo di testa debole respinto da Vigorito
32'
Azione avvolgente dei rossoblu conclusa con un tiro debole di Boultam dal limite. Seculin blocca a terra
30'
È il Cosenza a fare la partita ma i rossoblu per ora faticano a sfondare e rendersi realmente pericolosi
26'
Ci prova ancora Situm, questa volta la conclusione è in porta ma Seculin blocca in due tempi
23'
Situm riceve sulla sinistra, si accentra e conclude a giro. Pallone alto sulla traversa
17'
Azione insistita di Seck, uno/due in area e conclusione debole che si perde sul fondo
15'
Tempo da lupi al Marulla dove riprende a piovere con insistenza. Accesi anche i riflettori
12'
Errore in disimpegno del Cosenza. Pallone che finisce tra i piedi di Seck in area di rigore. Controllo e conclusione alta
1'
Iniziato il match tra Cosenza e Spal

Continua a leggere

Di tendenza