Cosenza, Serie B in stand-by. La FIGC vuole aspettare motivazioni e ricorsi al Tar - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Sport

Cosenza, Serie B in stand-by. La FIGC vuole aspettare motivazioni e ricorsi al Tar

La federazione vuole aspettare a ufficializzare gli organigrammi a attendere la decisione del Tar al quale il Chievo si è appellato

Avatar

Pubblicato

il

ROMA – L’ennesima bocciatura del Chievo, arrivata ieri sera anche dalla sentenza del consiglio di garanzia del Coni, sembrava aver spalancato definitivamente le porte della Serie B al Cosenza, che attendeva questa mattina solo la riammissione ufficiale nel campionato cadetto da parte del consiglio federale della FIGC, in Via Allegri, presieduto dal presidente Gabriele Gravina, riunito per deliberare ‘il tavolo di lavoro per la riforma dei campionati’, le domande di riammissione e di ripescaggio nei tornei professionistici 2021/2022, quelle di sostituzione nel prossimo campionato di Serie C dopo le bocciature del Collegio di Garanzia del Coni per i ricorsi di Carpi, Novara, Casertana e Samb (salva in C solo la Paganese) ma soprattutto la Figc doveva rarificherà anche l’esclusione del Chievo dalla Serie B e riammettere il Cosenza.

Ma quanto tutti i tasselli sembravano oramai sistemati al posto giusto, ecco arrivare la doccia fredda. La FIGC ha deciso di aspettare la sentenza del Tar, al quale si è appellato il Chievo Verona ed alcuni club di Serie C, prima di delineare ufficialmente gli organici che disputeranno il prossimo campionato. Questo perché si vuole evitare che, in caso di sentenza positiva per i veneti, vi siano squadre in sovrannumero, cosa che la Federazione vuole evitare a tutti i costi e nonostante la stessa federazione si era data come tempo limite proprio il 27 luglio. Dunque, per la composizione definitiva degli organici, bisognerà aspettare a dopo la sentenza del TAR del Lazio in programma il prossimo 2 agosto. Unica decisione del Consiglio Figc sugli organici arriva in Serie C, ed è la sostituzione del Gozzano, che dopo aver vinto la D aveva rinunciato, con il Picerno.

La nota della FIGC

Il Consiglio ha dato delega al presidente federale, insieme ai presidenti delle componenti, per procedere al completamento delle vacanze di organico attese le motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni e le eventuali impugnazioni al Tar con richiesta di provvedimento monocratico. In applicazione del Comunicato Ufficiale n.288/A del 14 giugno sono arrivate due domande di riammissione in Serie B da parte delle società Cosenza e Reggiana. Il Consiglio ha preso atto del parere delle Commissioni e dei criteri del Comunicato Ufficiale n.279/A del 14 giugno per l’integrazione dell’organico e ha indicato il Cosenza quale società con priorità per la riammissione al campionato di Serie B.

In applicazione del Comunicato Ufficiale n.293/A del 14 giugno sono arrivate domande di integrazione di organico dai seguenti Club: Arezzo, Alma Juventus Fano, Cavese, Fidelis Andria, Latina, Lucchese, Pistoiese e Siena. Il Bisceglie ha presentato domanda di riammissione, ma non essendosi verificata alcuna situazione prevista dall’art.49, comma 5 bis delle NOIF, la domanda è stata ritenuta inammissibile.

Preso atto del parere delle Commissioni e dei criteri fissati dal Comunicato Ufficiale 285/A del 14 giugno, il Consiglio ha votato la seguente graduatoria per l’integrazione dell’organico in Serie C: Latina, Fidelis Andria e Siena provenienti dalla Serie D e Lucchese, Alma Juventus Fano e Pistoiese dalla Lega Pro (gli eventuali ripescaggi avvengono in maniera alternata, quest’anno con priorità alle società di Interregionale).

Sport

Cuore Cosenza. Lotta, soffre e trova una vittoria preziosissima. Como battuto 2 a 0

Secondo vittoria per i rossoblu che battono il Como con le reti di Gori nel primo tempo e di Millico al 90

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Seconda gara casalinga e seconda vittoria per il Cosenza, che ritrova finalmente i suoi tifosi, tornati a trasformare il Marulla in un catino, e porta a casa un successo quanto mai sofferto ma preziosissimo in ottica salvezza contro un Como che ha veduto cara la pelle fino all’ultimo. Rossoblu subito avanti con il sinistro da incorniciare di Gori che insacca nell’angolo alto. Vigorito ci mette una pezza in un paio di occasioni e quando non il portierone rossoblu non può nulla è il palo (anzi il doppio palo) a dare una mano al Cosenza che soffre maledettamente per tutto il secondo tempo, resiste alle offensive dei lariani e proprio al 90  trova il goal del raddoppio con il neo entrato Millico che fa esplodere il Marulla. Cosenza che sale a 7 punti ed è atteso adesso dal derby contro il Crotone di sabato prossimo dove si preannuncia il pubblico delle grandi occasioni.

La Cronaca  – Un solo cambio in sqaudra per l’undici di Zaffaroni, costretto a fare a meno dello squalificato Palmiero, sostituito in mezzo al campo da Gerbo. Si gioca davanti una bellissima cornice di pubblico con gli ultras tornati ad assiepare le tribune del Marulla. Il primo squillo arriva al 6′ ed è dei lariani: incursione di Parigini sulla destra che centra in area per l’ex Gliozzi che di esterno spedisce alto da buona posizione. Decisamente più pericolosa la conclusione al 12′ di Gori che calcia dalla distanza e chiama il suo omonimo alla parata in angolo. Passa un solo minuto e lo stesso Gori trova il goal del vantaggio con una conclusione micidiale di sinistro, che questa volta non lascia scampo al portiere del Como. Pallone nel sette e rossoblu avanti. La replica degli ospiti arriva al 16′ con Bellemo, che resiste a Sy, si gira e conclude in diagonale trovando la grande parata di Vigorito. Il Cosenza cerca di sfruttare le incursioni di Caso che è sempre una minaccia per la difesa del Como che al 34′ però crea una grandissima occasione con un doppio clamoroso palo colpito da Parigini dopo l’imbucata centrale di Cerri. È questa l’ultima occasione del primo tempo che si chiude con il vantaggio dei rossoblu.

La ripresa si apre senza cambi e con il Como ancora pericoloso dopo pochi minuti con l’inzuccata di Cerri che svetta a colpire una punizione scodellata in area dalla trequarti. Vigorito è attento e respinge. Il Como attacca, il Cosenza invece cerca di colpire in contropiede con il solito Caso che però spreca un paio di ripartenze. Al 56′ nuovo pallone scodellato in area dalle trequarti con Vignali in scivolata che per poco non trova il palo lontano. Zaffaroni intuisce il momento di difficoltà e inserisce Corsi e Vallocchia per Sy e Gerbo e dieci minuto dopo Pandolfi ed Eyango per Caso e Boultam. La gara diventa bruttina con errori da una parte e dell’altra e con i rossoblu costretti a rinculare per il pressing costante dei lariani in attacco. Ma  proprio al 90′ il Cosenza chiude il match con il raddoppio firmato dal neo entrato Millico che controlla in area una rimessa con le mani, si gira e conclude sul prima palo battendo Gori. E il Marulla diventa una bolgia.

——————————————————————————-

COSENZA CALCIO (3-5-2): Vigorito, Carraro, Rigione, Boultam (69′ Eyango), Gori, Caso (69′ Pandolfi), Tiritiello, Vaisanen, Sy (59′ Corsi), Gerbo (59′ Vallocchia), Situm
Panchina: Saracco, Matosevic, Corsi, Pandolfi, Kristofferson, Venturi, Pirrello, Millico, Vallocchia, Minelli, Florenzi, Eyango.
Allenatore: Marco Zaffaroni

COMO 1907 (4-4-2): Gori, Solini, Iovine (55′ Chajia), Parigini (81′ Luvumbo), Bellemo (70′ Arrigoni), Hmaidat, Scaglia, Cerri (81′ Gabrielloni), Vignali, Ioannau, Gliozzi (70′ La Gumina)
Panchina: Facchin, Bolchini, Bertoncini, Chajia, Kabashi, Gabrielloni, La Gumina, Arrigoni, Varnier, Cagnano, Peli, Luvumbo
Allenatore: Giacomo Gattuso

Arbitro: Signor Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Signori Damiano Di Iorio di Verbania Cusio Ossola e Claudio Gualtieri di Asti
IV Uomo: Signor Gianluca Grasso di Ariano Irpino
SALA VAR: Signori Luigi Nasca di Bari e signor Vito Mastrodonato di Molfetta

Ammoniti: Bellemo (CO), Scaglia (CO), Gerbo (CS), Caso (CS), Solini (CO), La Gumina (CO), Millico (CS) Gabrielloni (CO)
Espulsi:

Angoli: 1-7
Recupero: 1′ p.t. – 3′ s,t.

Note: serata gradevole a Cosenza con una temperatura di 20 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti poco più di 5mila spettatori. Prima del fischio di inizio le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio per commemorare l’ex segretario del Cosenza Massimo Bandiera recentemente scomparso.

 

Foto Copertina Como 1097

 

 

————————————————————————————————

COSENZA CALCIO (3-5-2): Vigorito, Carraro, Rigione, Boultam, Gori, Caso, Tiritiello, Vaisanen, Sy, Gerbo, Situm
Panchina: Saracco, Matosevic, Corsi, Pandolfi, Kristofferson, Venturi, Pirrello, Millico, Vallocchia, Minelli, Florenzi, Eyango.
Allenatore: Marco Zaffaroni

COMO 1907 (4-4-2): Gori, Solini, Iovine, Parigini, Bellemo, Hmaidat, Scaglia, Cerri, Vignali, Ioannau, Gliozzi.
Panchina: Facchin, Bolchini, Bertoncini, Chajia, Kabashi, Gabrielloni, La Gumina, Arrigoni, Varnier, Cagnano, Peli, Luvumbo.
Allenatore: Giacomo Gattuso

Arbitro: Signor Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Signori Damiano Di Iorio di Verbania Cusio Ossola e Claudio Gualtieri di Asti
IV Uomo: Signor Gianluca Grasso di Ariano Irpino
SALA VAR: Signori Luigi Nasca di Bari e signor Vito Mastrodonato di Molfetta

Ammoniti:
Espulsi:

Angoli:
Recupero:

Note: serata gradevole a Cosenza con una temperatura di 20 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti poco più di 5mila spettatori. Prima del fischio d’inizio le due squadre hanno osservato un minuto di silenzio in memoria dell’ex segretario del Cosenza Massimo Bandiera, deceduto pochi giorni fa.

Continua a leggere

Sport

(Live) Cosenza-Como 2-0 Finale di gara

Turno inframettimele per il Cosenza che affronta al Marulla il Como. Match valido per la 5′ giornata di Serie B

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA CALCIO (3-5-2): Vigorito, Carraro, Rigione, Boultam, Gori, Caso, Tiritiello, Vaisanen, Sy, Gerbo, Situm
Panchina: Saracco, Matosevic, Corsi, Pandolfi, Kristofferson, Venturi, Pirrello, Millico, Vallocchia, Minelli, Florenzi, Eyango
Allenatore: Marco Zaffaroni

COMO 1907 (4-4-2): Gori, Solini, Iovine, Parigini, Bellemo, Hmaidat, Scaglia, Cerri, Vignali, Ioannau, Gliozzi.
Panchina: Facchin, Bolchini, Bertoncini, Chajia, Kabashi, Gabrielloni, La Gumina, Arrigoni, Varnier, Cagnano, Peli, Luvumbo.
Allenatore: Giacomo Gattuso

Arbitro: Signor Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Signori Damiano Di Iorio di Verbania Cusio Ossola e Claudio Gualtieri di Asti
IV Uomo: Signor Gianluca Grasso di Ariano Irpino
SALA VAR: Signori Luigi Nasca di Bari e signor Vito Mastrodonato di Molfetta

Note: serata gradevole a Cosenza con una temperatura di 20 gradi. Terreno del Marulla in ottime condizioni. Presenti poco più di 5mila spettatori.

QUI LA DIRETTA DEL MATCH

Cosenza
2
Como
0
94'
FINALE DI GARA
93'
Gabrielloni
91'
Millico
90'
Concessi 3' minuti di recupero
90'
IL GOAL: lampo di Millico appena entrato che da dentro l'area su una rimessa lunghissima di Situm batte Gori
90'
Millico
89'
Fuori Gori e dentro Millico
88'
La Gumina
88'
Si accende una piccola rissa nell'area dei rossoblu
81'
Doppio cambio: fuori Parigini e Cerri e Luvumbo e Gabrielloni
71'
Doppio cambio: Fuori Bellemo e Gliozzi e dentro Arrigoni e La Gumina
70'
Doppio cambio: fuori Caso e Boultam e dentro Pandolfi ed Eyango
67'
Gori vede il portiere fuori dai pali e prova la conclusione dal centrocampo. Palla non pericolosa per l'estremo difensore del Como
65'
Solini
59'
Doppio cambio: Fuori Sy e Gerbo e dentro Corsi e Vallocchia
56'
Fuori Iovine e dentro Chajia
55'
Traversone dalla sinistra, sul secondo palo arriva Vignali che di poco chiude al lato
52'
Caso
51'
Colpo di testa di Cerri. Risponde bene Vigorito che mura la porta dei lupi
50'
Gerbo
46'
Si riparte! Stessi 22 in campo
45'
FINE PRIMO TEMPO
45'
Scaglia
45'
Concesso un minuto di recupero
39'
Bellemo
34'
Conclusione di Parigini: palla che prende il doppio pallo, poi spazzata in angolo
25'
Cerri prova a tenere palla ma non trova nessuno, poi prova la conclusione che si spegne alta sopra la traversa
16'
Conclusione di Bellemo, Vigorito si impone e manda fuori
14'
IL GOAL: altra conclusione dalla distanza di Gori. Sinistro glaciale che si insacca alle spalle dell'estremo difensore
14'
Gori
13'
Conclusione dalla distanza di Gabriele Gori. Si impone Gori Stefano che con i pugni manda in angolo
10'
Gara a ritmi alti. Squadre che si studiano
1'
Si parte al "San Vito-Gigi Marulla"

 

Continua a leggere

Sport

Cosenza-Como. La società ai tifosi “arrivare in anticipo allo stadio per evitare code”

L’orario di apertura dei cancelli è previsto intorno alle ore 18:30. Consentito l’accesso solo ai possessori del green pass

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Per evitare code e assembramenti (cosa per altro avvenuta in occasione della prima gara al Marulla contro il Vicenza), in vista della sfida di questa sera allo stadio “San Vito Marulla” tra Cosenza e Como, la società rossoblu raccomanda ai tifosi, in possesso del biglietto per assistere alla gara in programma oggi alle ore 20:30, di giungere allo stadio “San Vito – Gigi Marulla” con largo anticipo al fine di evitare code dovute ai controlli all’ingresso. L’orario di apertura dei cancelli è previsto intorno alle ore 18:30.

La società ricorda, inoltre, che ogni utilizzatore dovrà presentarsi all’ingresso con:

1) Stampa del titolo cartaceo
2) Documento d’identità valido (non sono utili le patenti prive di indicazione della residenza).
3) Green Pass
4) Mascherina FFP2 o chirurgica

“L’accesso a questo evento – viene spiegato nella nota -, per i cittadini di età superiore ai 12 anni, è consentito solo se possessori di Green Pass (QR code ottenuto con vaccinazione, guarigione o tampone negativo – valido per 48 ore). Chi non ne è in possesso non potrà accedere al luogo dell’evento anche se ha acquistato il biglietto che, nel caso, non potrà essere rimborsato. Inoltre, al prefiltraggio sarà misurata la temperatura corporea. Gli steward saranno muniti di smartphone per il controllo del Green Pass attraverso l’app “verifica C19”.

Continua a leggere

Di tendenza