Cosenza, lunedì sarà restituito alla città il Campo Scuola Coni - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Sport

Cosenza, lunedì sarà restituito alla città il Campo Scuola Coni

La pista di atletica completamente rinnovata e tanti servizi. Occhiuto. “E’ un piccolo gioiello con pochi eguali in tutto il Centro Sud”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – “Un’altra opera pubblica viene restituita alla città rispettando una tappa importante che rientra nel progetto, che stiamo portando avanti con decisione e grande convinzione, quello, cioè, di Cosenza città della salute e del benessere che ci ha consentito di ricevere significativi riconoscimenti in campo nazionale come l’Urbes Award assegnatoci da poco a Roma dalla rivista specializzata “Urbes” e dall’Healt City Institute”. Lo ha detto il sindaco Mario Occhiuto in visita, insieme all’assessore allo sport Carmine Vizza, al campo scuola Coni.

La struttura sarà riaperta al pubblico lunedì 26 luglio, dopo i lavori di ripristino che hanno riguardato la pista di atletica leggera e la realizzazione di tutte le altre opere accessorie.

“Restituiamo alla fruizione degli atleti impegnati in gare agonistiche, ma anche agli appassionati e ai praticanti ad ogni livello – ha aggiunto il sindaco – una delle strutture per lo sport all’aperto che ha pochissime eguali in tutto il Centro Sud e che può, a giusta ragione, essere considerata un piccolo gioiello che ben si presta ad ospitare, una volta ottenuta la prevista omologazione, manifestazioni di respiro nazionale. La struttura sarà fruibile gratuitamente e sarà gestita direttamente dal Comune”.

Alla soddisfazione del sindaco si accompagna quella dell’assessore allo sport di Palazzo dei Bruzi Carmine Vizza: “Con questa struttura intendiamo valorizzare ancora di più l’importanza dello sport nella nostra città, sia dal punto di vista agonistico, avendo ristrutturato tutta la parte della pista di atletica, e sia, dopo aver rinnovato anche il resto della struttura, consentendo anche agli amatori dell’atletica di svolgere la loro attività, in direzione, in quest’ultimo caso, del perseguimento del benessere puro della gente comune. In questa fase di auspicabile e speriamo subitanea uscita dalla pandemia, la restituzione ai cittadini di una struttura del genere deve essere accolta con particolare compiacimento”.

Il volto nuovo che ha assunto il campo scuola CONI, dopo i lavori eseguiti, attraverso il bando ad evidenza pubblica, dalla Polytan GmbH, specializzata in superfici sportive, comprende, anzitutto, una vera e propria rigenerazione dell’ovale a sei corsie, cui si è accompagnata la realizzazione di opere accessorie e della fornitura completa delle attrezzature per la pratica di tutte le specialità della regina degli sport. Lo storico impianto di atletica cittadino, costruito sul finire degli anni ‘50, era già stato riqualificato attraverso il rifacimento degli spogliatoi, l’edificazione di strutture esterne polifunzionali e l’implementazione di nuovi punti di illuminazione verticale.

Inoltre è stata realizzata una sala stampa molto funzionale di circa 50 posti. Dopo il ‘Tartan’ impiantato nel 1982, che sostituì la vecchia terra battuta, e i rotoli di ‘Mondo Sportflex’ applicati nel 1997, la terza pavimentazione sintetica sulla quale correranno gli atleti è stata realizzata in ‘Rekortan’, un composto a struttura stratificata con pose in colata e ‘seminato’ in superficie a granuli gommosi. La consistenza del nuovo battistrada blu oltremare, offrirà un giusto compromesso tra l’assorbimento degli urti e la massima accelerazione, caratteristiche apprezzate sia dai mezzofondisti che dai velocisti.

La struttura potrà contare anche su un sistema di rilevazione della velocità ‘SmarTracks’ (la pista di Cosenza sarà la prima nel sud Italia a esserne dotata). Una tecnologia che consentirà a più atleti simultaneamente di registrare, mediante un sensore corporeo ovvero un’app scaricabile, le prestazioni cronometriche. L’impianto, una volta omologato, potrà ospitare competizioni federali a carattere nazionale.

Sport

Ginnastica ritmica: primo e secondo posto per le atlete dell’Asd Kodokan

Questo il risultato conseguito dalle atlete dell’Asd Kodokan 1973, Oleksandria Besedina e Samuela Guido ai campionati regionali di ginnastica ritmica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Questo il risultato conseguito dalle atlete dell’Asd Kodokan 1973, Oleksandria Besedina e Samuela Guido ai campionati regionali di ginnastica ritmica. Per quanto riguarda la Guido (classe 1999, categoria Senior), ha partecipato al campionato specialità Gold, sbaragliando la concorrenza e diventando due volte campionessa regionale sia nel Cerchio che nelle Clavette. Soddisfatto il tecnico regionale Viktoriia Hromyk. «È una ginnasta molto esperta, Per noi è un onore averla nella nostra società. Riesce a trasmettere entusiasmo e passione a tutte le atlete».  La Guido accede direttamente ai campionati nazionali che si terranno a Catania dal 4 al 6 novembre. «Sa che deve lavorare ancora sodo, nonostante diversi impegni di studio – continua la Markevych -. Ha una grande voglia di fare bene e lavora con grande umiltà, seguendo alla lettera i nostri consigli. In più, in questa settimana ha superato l’esame di tecnico societario».

Conquista un ottimo secondo posto, invece, Oleksandria Besedina ai campionati di Ginnastica Ritmica (Corpo libero, Fune e Cerchio), al campionato individuale Allieve Gold tenutosi al Centro Coni di Catanzaro. Oleksandria è una profuga ucraina, accolta dall’Asd Kodokan 1973 e dai suoi soci. Il secondo posto consente all’ateta ucraina di partecipare al campionato interregionale che si terrà ad Acicastello dal 21 al 23 ottobre, dove si confronterà con atlete del Centro Sud, con la speranza di staccare il pass per la fase nazionale. «È una ragazza piena di doti – afferma il tecnico federale Markevych -. È una promessa della nazionale ucraina, anche grazie al lavoro dei suoi tecnici Anna e Diana Kolokot. «Ha grandi capacità – afferma il tecnico regionale Viktoriia Hromyk, che ha avuto modo di lavorare con lei e di prepararla per la gara -. È un esempio per tutti. Ha ricevuto tanti complimenti dalla direttrice tecnica Maria Luisa Davoli che ci ha dato anche dei preziosi consigli su come migliorare le sue performance e quella degli altre ginnaste. Stiamo lavorando per farla crescere di più, con la speranza che un giorno possa tornare in Ucraina per allenarsi in tutta serenità. Un grazie va alla Federazione ginnastica Italia per aver concesso alle ginnaste ucraine di non fermare l’attività e la propria crescita».

Infine, un ringraziamento all’Asd Kodokan 1973: «Tutto lo staff tecnico lavora con grande entusiasmo. Cerchiamo sempre di dare il massimo con impegno, dedizione e costanza – concludono la Markevych e la Hromyk – rimanendo sempre a disposizione di una società che ci consente di lavorare al meglio». Complimenti, infine, dal tecnico Sandro Mangiarano: «Un primo ed un secondo posto da applausi. Complimenti ai tecnici e alle due ragazze che continuano a portare in alto il nome della Kodokan che sta registrando un vero e proprio boom di iscrizioni, grazie all’ottimo lavoro di tutta la famiglia Kodokan».

Continua a leggere

Sport

Un successo la 4′ tappa del campionato Enduro Calabria disputata a Monte Cocuzzo

Oltre 120 i piloti che hanno partecipato alla 4′ tappa del campionato enduro e provenienti anche da tante regioni del Sud Italia

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MEDICINO (CS) – Grande successo per la tappa calabrese del campionato interregionale di Enduro che si è disputata domenica scorsa con la 4′ tappa nella bellissima cornice di Monte Cocuzzo, in località Volpicchie, nel territorio di Mendicino. Uno straordinario successo anche presenze, grazie anche ai tantissimi piloti che hanno partecipato alla competizione: oltre 120 provenienti anche da tante regioni del Sud Italia. La gara di enduro, organizzata dal MC 1816 e supportata dalla concessionaria “Officine borboniche” di Cosenza, ha permesso anche la partecipazione di tanti piccoli piloti che si sono cimentati con le prove cronometrate.

Continua a leggere

Sport

Centrati tre titoli italiani, Cosenza Corse tra le scuderie più vittoriose

Una tripletta importante per la Cosenza corse che non ha alcuna intenzione di accontentarsi ma intende rilanciarsi in vista della prossima stagione motoristica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Il Campionato Italiano Velocità Montagna ha regalato emozioni particolari alla Cosenza Corse che alla fine della stagione, ha ottenuto ben tre titoli tricolore. Una tripletta entusiasmante che conferma, ancora una volta, la bontà del lavoro che la scuderia cosentina porta avanti da tempo individuando e facendo crescere piloti che riescono, nonostante le tante difficoltà, ad imporsi in campo nazionale con performance di altissimo livello.  I tre titoli, che portano la firma di Eusebio Arduino, Salvatore Francesco Mondino e Giuseppe Recchia, catapultano la Cosenza Corse nel lotto delle scuderie più vincenti d’Italia.

Scendendo nel dettaglio arriva ancora una conferma da parte di Eusebio Arduino che si porta a casa il titolo di campione italiano nella classe Racing Start 1600 Plus. Arduino si è lasciato tutti alle spalle tutti i rivali guidando in maniera quasi perfetta la sua Citroen Saxo VTS. Una guida attenta e senza fronzoli che gli ha permesso anche di aggiudicarsi il primo posto anche nel Gruppo RS Plus Aspirate proiettandolo di diritto nel gotha dei piloti più performanti e puliti nella guida d’Italia.

Decisamente al sopra delle aspettative anche la stagione di Salvatore Francesco Mondino, giovane pilota di Luzzi, che ha portato la sua Peugeot 106 1.3 Rally a staccare il pass tricolore nella classe Racing Start 1400 con una gara d’anticipo (quattro vittorie e tre secondi posti) coronando una stagione strepitosa che lo ha visto sempre protagonista.

Titolo italiano e grande soddisfazione per Giuseppe Recchia che a bordo della sua filante Fiat 600 Sporting, da debuttante, ha lasciato un segno indelebile nella categoria Racing Start 1150. Nessuna emozione ma tanta freddezza e concretezza gli hanno permesso di concentrarsi su un obiettivo che gara dopo gara è diventato una piacevolissima realtà.

Una tripletta importante, dunque, per la Cosenza corse che tramite Gaetano Tropea, uno dei suoi storici dirigenti, sembra non volersi accontentare ma intende rilanciare in vista della prossima stagione motoristica. «Nonostante le tante difficoltà con cui conviviamo siamo riusciti a fare qualcosa di veramente importante – afferma Tropea – Questo deve rappresentare un punto di partenza perché vogliamo alzare l’asticella grazie alla qualità dei nostri piloti che hanno dimostrato di essere particolarmente veloci».

Continua a leggere

Di tendenza