De Caro sogna l’area urbana del calcio. I tifosi silani protestano: «Mai»

COSENZA – E se l’area urbana si realizzasse attraverso un gol?. Il progetto della grande area urbana, quella che sulla carta già esiste e che vede “litigare” a livello amministrativo ed istituzionale le amministrazioni comunali di Cosenza, Rende, Castrolibero e Montalto Uffugo, pare voglia

essere applicata anche al calcio. La proposta in tal senso è lanciata dal presidente del Comprensorio Montalto, Franco De Caro, che, ha laciato l’idea. «Và detto che è solo una mia idea, perchè penso che mettere insieme le forze economiche di Montalto, Rende Cosenza e Castrolibero, significherebbe allestire una compagine che potrebbe aspirare a ben più alti traguardi». La proposta, postata su alcuni social network, ha fatto rapidamente il giro del web, scatenando la reazione veemente dello zoccolo duro della tifoseria cosentina. «Un’allenanza con De Caro, con caomai lui al vertice della grande squadra? Mai. Si tenga il suo Montalto e non dica fesserie». E’ questo il senso delle risposte che si trovano sul web. «Cosenza non vuole scendere a pattio con nessuno. Cosenza ha una storia calcistica che non ha nulla a che spartire – proseguono gli aficionados silani – con nessuna delle altre squadre messe insieme». Insomma, anche a livello calcistico, l’area urbana non passa.