Cosenza, pari all’ultimo respiro. La zampata di Corsi riagguanta il goal lampo del Cittadella

Per i rossoblu, sotto di un goal dopo appena quattro minuti, arriva il sesto pareggio nelle ultime otto gare disputate. Sblocca Proia di testa dopo appena 4′ minuti, replica capitan Corsi che trova il pari in zona cesarini

.

CITTADELLA (PD) – Al termine di un match spigoloso e combattuto, che alla fine conterà ben 10 ammoniti, un Cosenza indomito e combattivo porta a casa un nuovo pareggio (il tredicesimo stagionale) uscendo imbattuto dal Tombolato di Cittadella grazie alla zampata di capitan Corsi, arrivata a pochi secondi dal 90′, bravo a concretizzare una bella azione manovrata sull’asse Ba-Sueva e rifinita da Sciaudone. Cittadella Cosenza finisce 1 a 1 ed è il risultato più giusto, anche al netto delle occasioni create da entrambe le formazioni e dalla mole di gioco espressa dai rossoblu, arruffoni e poco cattivi nella prima frazione, più determinati e incisivi nella ripresa, grazie anche ai cambi di Occhiuzzi. Cosenza costretto a ricorrere subito il goal lampo di Proia al 4′, che incorna un cross di Donnarumma dalla sinistra approfittando della dormita di Vera. Lo stesso Vera e Corsi costruiscono le uniche due azioni pericolose del primo tempo.

Nella ripresa il Cittadella gioca di rimessa e i rossoblu attaccano, sfiorando il pari con l’incursione di Carretta e la conclusione di Petrucci. Nel finale Occhiuzzi si gioca il tutto per tutto inserendo Bouah, Bahlouli e Sueva. La gara sembra prendere la direzione di casa, ma proprio nell’ultimo disperato assalto alla porta di Kastrati, arriva il meritato pareggio con la conclusione rasoterra del capitano. Adesso, occhi puntati al derby contro la Reggina di lunedì sera. Servono i tre punti al Marulla, non si può più rimandare.

 

Trotta e Schiavi dal 1′ minuto

Con una classifica sempre deficitaria, il peggior attacco del campionato e con alle spalle l’ennesimo pareggio casalingo con il Marulla vero e proprio tabù, i rossoblu affrontano una trasferta ostica e pericolosa con alcune novità di formazione, a cominciare dall‘esordio in attacco dal primo minuto di Trotta al posto di Gliozzi e di Schiavi in difesa preferito a Idda che si accomoda in panchina. Si rivede anche Corsi che si riprende il posto sulla corsia di destra.

Subito Proia, occasioni per Vera e Corsi

Pronti via e Cosenza subito in difficoltà aggredito da un ottimo Cittadella che dopo 4′ minuti è già avanti. Dannarumma crossa sul secondo palo, il pallone finisce dalle parti di Vera che però si addormenta e viene mangiato da Proia che stacca di testa e insacca sul secondo palo. Doccia gelata per i rossoblu e piani di gioco praticamente stravolti. Al minuto 8′ Vera prova a farsi perdonare ma la sua conclusione dal cuore dell’area, sull’imbeccata di Sciaudone, finisce sull’esterno della rete. Il Cittadella manovra con fluidità ed ogni azione d’attacco è un pericolo per la porta di Falcone che al 14′ si salva sull’incursione di Tavernelli. Tremolada prova a inventare e al 18′, dopo un pallone lavorato da Carretta, vede e premia l’incursione di Corsi sul secondo palo. Cross sul quale si avventa in scivolata il capitano che però non riesce a inquadrare la porta. Al 23′ ripartenza del Cosenza e nuovo cross in area di Vera per l’accorrete Trotta che colpisce con il petto: pallone alto. La replica dei padroni di casa con la girata di Braca sul cross dalla sinistra del solito Donnarumma. Schiavi ci mette la gamba e la deviazione è fondamentale con la palla che esce fuori di poco. Sul finire di tempo Cassandro non riesce a correggere in rete la conclusione sbilenca di Donnarumma e il primo tempo si chiude con i rossoblu sotto di un goal.

Occasione per Carretta, Corsi pari all’ultimo respiro

La ripresa si apre con l’ingresso di Ba al posto di Vera e con la conclusione velenosa di Tremolada che raccoglie la sponda di Trotta dal limite, e con il sinistro spedisce il pallone fuori di poco. I rossoblu appaiono decisamente più incisivi e si riversano nella metà campo del Cittadella alla ricerca del pari. Al 53′ enorme occasione dilapidata da Carretta. L’attaccante, liberato in area di Trotta, si fa ipnotizzare da Kastrati che riesce a deviare la conclusione. Il Cittadella replica con la conclusione a incrociare di Cassadro che trova la pronta risposta di Falcone. Entra Bahlouli al posto di Tremolada. E al 62′ il fantasista della Sampdoria ci prova subito con una conclusione a giro dal limite che esce di poco. Decisamente più pericoloso il colpo di testa di Pavan disinnescato da un grande intervento di Falcone. Fioccano i gialli da una parte e dall’altra, mentre la partita diventa spigolosa e confusa. Il Cosenza ci prova con generosità affidandosi alle giocate di Bahlouli. Al’80’ l’occasione capita a Petrucci che si ritrova sui piedi il pallone smanacciato da Kastrati. Conclusione sbilenca e pallone che termina alto sopra la traversa. Ma il pareggio, meritato, arriva a un soffio dal termine e porta la firma del capitano Corsi. Grande azione di Bou Ba che scambia con Sueva e appoggia per Sciaudone. Il centrocampista, con la coda dell’occhio, vede l’inserimento di Corsi che con il piattone trova il meritato pareggio che permette ai rossoblu di tornare a casa con un punticino prezioso.

 

Foto Home Cittadella Calcio

——————————————————————————————————————-

AS CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati, Cassandro, Perticone, Camigliano, Donnarumma, Proia (72′ Gargiulo), Pavan, Branca, Baldini (83′ Baldini), Tavernelli (72′ Rosafio), Ogunseye (59′ Tsadjout)
Panchina: 
Maniero, Benedetti, Adorni, Rosafio, Tsadjout, Beretta, Frare, Gargiulo, Mastrantonio, D’Urso
Allenatore: Roberto Venturato

COSENZA CALCIO (3-4-1-2): Falcone, Corsi, Carretta (75′ Sueva), Schiavi, Sciaudone, Legittimo, Vera (46′ Ba), Tremolada (61′ Bahlouli), Gliozzi, Ingrosso, Trotta, Petrucci (92′ Idda)
Panchina: Matosevic, Saracco, Idda, Bahlouli, Buah, Antizoulas, Ba, Sueva
Allenatore: Roberto Occhiuzzi

Arbitro: Signor Ivan Robilotta di Sala Consilina
Assistenti: Signori Andrea Tardino di Milano e Thomas Ruggieri di Pescara
IV Uomo: Signor Alberto Santoro da Messina

Ammoniti: Tremolada (CS), Perticone (CI), Branca (CI), Petrucci (CS), Legittimo (CS), Proia (CI), Sciaudone (CS), Rosafio (CI), Camigliano (CI), Gargiulo (CI)
Espulsi:

Angoli: 6-5
Recupero: 1′ p.t. – 5′ s.t.

Note: Serata fresca e umida a cittadella con una temperatura di circa 7 gradi. Terreno del Tombolato in buone condizioni. Gara a porte chiuse per le disposizioni anti-Covid emanate dal Governo.